MENU

10 settembre 2018

Cultura · Italia · Trentino Alto Adige · INNSBRUCK

Proposte culturali da non perdere:
i “must sees” di Innsbruck.

Non solo montagna e sport: Innsbruck ha anche un patrimonio culturale di primo ordine da offrire.

Il centro storico di Innsbruck. Hotspot da 500 anni.
La città vecchia di Innsbruck era un hotspot urbano già 500 anni or sono: verso il 1500 l’imperatore Massimiliano I fece ricoprire il Tettuccio d’Oro con 2.657 scandole dorate, per utilizzarlo poi come palco per assistere ai tornei cavallereschi. Oggi il centro storico offre altre attrazioni: porticati gotici, l’allegro stile di vita nelle caffetterie sulla strada, fantasticherie barocche che si rispecchiano leggiadre nello stucco bianco-rosato della Casa Helbling. Chi poi ha fiato a sufficienza potrà salire sulla torre civica, che da oltre 600 anni garantisce le viste panoramiche migliori della città.

Il centro storico di Innsbruck ©Innsbruck Tourismus/Christof Lackner

Tracce degli Asburgo. Il palazzo imperiale Hofburg.
Il Palazzo imperiale di Innsbruck, realizzato dal Duca Sigismondo il Danaroso, è, insieme al Palazzo imperiale di Vienna e al Castello di Schönbrunn, uno dei tre edifici culturali più importanti dell’Austria. Con Maria Teresa il palazzo fù rimodernato sullo stile rococò della residenza viennese. Il visitatore durante la visita del palazzo potrà ammirare diverse sale, quali la sala delle feste, la sala del trono, gli appartamenti imperiali, la cappella e i giardini imperiali.

Palazzo imperiale Hofburg ©Innsbruck Tourismus/Christian Vorhofer

La chiesa di corte (Hofkirche).
La Chiesa di Corte di Innsbruck con il sepolcro dell’Imperatore Massimiliano I è il monumento più importante del Tirolo e il più il più grandioso fra i monumenti sepolcrali imperiali d’Europa. Il cenotafio è circondato da 28 statue di bronzo a grandezza superiore al naturale che rappresentano gli antenati dell’imperatore e i suoi eroi dell’antichità. Altri punti di interesse nella Chiesa di Corte sono l’organo Ebert, che risale a più di 450 anni fa, il monumento funerario di Andreas Hofer e la Cappella d’Argento con il sarcofago di Philippine Welser.

Chiesa di Corte ©Innsbruck Tourismus/Christian Vorhofer

Castello di Ambras. Sogni rinascimentali.
Su un’altura a sud di Innsbruck troneggia il castello di Ambras, un vero e proprio pegno d’amore in pietra dell’arciduca d’Asburgo Ferdinando II, che lo fece ampliare e ristrutturare per sua moglie Philippine Welser. Un highlight ricco di colori: la sala spagnola, che d’estate si riempie delle suadenti sonorità dei concerti del castello di Ambras.

La via Maria Theresien Straße.
Passeggiare, fare acquisti, gustare un caffè insieme agli amici, ammirare i suntuosi edifici barocchi e immergersi nell’ambiente della città. I centri commerciali Rathausgalerien e Kaufhaus Tyrol invitano a sperimentare lo shopping in un’architettura dal fascino moderno. La colonna di Sant’Anna si innalza del suo delicato color bianco-oro, mentre un poco più a sud l’Arco di Trionfo chiude in bellezza la via più sfarzosa di Innsbruck.

Il Museo dell’Arte Popolare Tirolese. Intraprendi un viaggio nel tempo!
Storici costumi tradizionali, una notevole collezione di presepi, raccapriccianti e cangianti figure tratte dalle usanze locali, rappresentazioni della povera e dura vita di montagna… Il tutto messo in scena in modo accattivante, divertente e piacevole.

I Mondi di Cristallo Swarovski. Un magico e scintillante fuoco d’artificio.
Quando si accede ai Mondi di Cristallo Swarovski di Wattens (circa 15 km a est di Innsbruck) si entra in un regno magico e affascinante. Le scintillanti camere delle meraviglie allestite da rinomati artisti internazionali dispiegano il loro incantesimo, che prosegue poi nel giardino realizzato sotto la sfavillante nuvola di cristallo. Un’esperienza indimenticabile, ideale anche per le famiglie con bambini!

Swarovski Kristallwelten ©Innsbruck Tourismus/Swarovski

Città e montagna si incontrano. Impianti di risalita Nordkettenbahnen di Innsbruck.
In nessun’altra città europea di uguale grandezza la solerte vita urbana e la solitudine d’alta montagna sono così vicine come a Innsbruck. Direttamente dal centro città in pochi minuti è possibile raggiungere il più grande parco naturale dell’Austria. L’emozionante panorama e il suo punto più alto, l’Hafelekar a 2300 m, sono raggiungibili da tutti, grazie al collegamento diretto con la città.

Nordkette ©Innsbruck Tourismus/Andre Schönherr

Zoo alpino (Alpenzoo) di Innsbruck. Benvenuti tra linci, orsi e aquile.
Zoo tematico più elevato d’Europa con ben 2.000 animali di 150 specie alpine. Unico nel suo genere l’acquario ad acqua fredda con rare specie ittiche locali. Un’esperienza unica per i grandi e piccoli amici degli animali. Blog.

Trampolino per il salto con gli sci del Bergisel a Innsbruck.
Il trampolino Bergisel porta l’impronta di Zaha Hadid, e ogni anno diviene punto di ritrovo per tutti i tifosi sportivi appassionati di salto con gli sci. Una storica battaglia del 19° secolo è rappresentata, realistica e vivace, sulla tela di ben 1.000 m2 del gigantesco dipinto circolare, ospitato nel museo Tirol Panorama. Il Bergisel offre dunque vedute architettoniche ed esperienze da museo. Blog.

INNSBRUCK CARD – la tessera che spalanca le porte di un’avventurosa città
Numerosi servizi gratuiti e sconti
Con una carta soltanto potrete assaporare flair cittadino, aria di campagna ed emozioni in vetta. Nelle varianti di 24, 48 e 72 ore, la Innsbruck Card vi offre riduzioni e servizi gratuiti come l’ingresso libero in tutti i musei e le attrazioni turistiche della città, un viaggio di andata e ritorno con gli impianti di risalita di Innsbruck, l’utilizzo gratuito di tutti i mezzi di trasporto urbano (IVB), l’utilizzo dell’autobus turistico Sightseer e della navetta gratuita per i Mondi di Cristallo Swarovski.
La Innsbruck Card è valida per 24, 48 o 72 ore; il costo parte da 43 euro e varia a seconda della durata.

INFO: Innsbruck