MENU

2 dicembre 2015

in evidenza · Trail&Sky Running · action · Bobbio Pellice · Cai Uget Val Pellice · corsa in montagna · Cult · Ginevra · Glorioso rimpatrio dei Valdesi Trail · sport · storia · Trail Running

GLORIOSO RIMPATRIO DEI VALDESI TRAIL. Da Ginevra a Bobbio Pellice, 13-21 agosto 2016

Percorso "Glorioso Rimpatrio dei Valdesi Trail". Fonte: organizzazione

Percorso “Glorioso Rimpatrio dei Valdesi Trail”. Fonte: organizzazione

“GLORIOSO RIMPATRIO DEI VALDESI TRAIL”. NUOVO TRAIL TRA SPORT, STORIA E CULTURA

L’agonismo è stato per secoli il motore esclusivo dello sport, fin dai tempi delle antiche olimpiadi. La finalità era la conquista della “Gloria” prima e, ahimè, della ricchezza nei tempi più recenti.
Poi è stato il tempo della evoluzione salutista e, molto di recente, dello sport inteso come veicolo di promozione territoriale ed ambientale.

Ci andava la “vivace mente” del Cai Uget Val Pellice per dare uno sbocco ulteriore ad uno sport che sta vivendo stagioni davvero straordinarie sul terreno della partecipazione.
Non che la cosa sorprenda, essendo la stessa Sezione già stata pioneristicamente la protagonista assoluta della invenzione della Tre Rifugi, antica gara di Marcia Alpina nata nel 1972 quando ancora non esisteva lo “Spirito Trail”, ma, soprattutto, quando nessuno immaginava di potere “correre la montagna”!

E così si parte per una nuova avventura che origina da una semplice constatazione:
la Val Pellice è il territorio che ospita il centro della Comunità Valdese, comunità la cui Storia nei secoli è stata oggetto di grandi persecuzioni legate alla libertà religiosa ed alla libertà in senso generale.
Storia, purtroppo, poco conosciuta al di la dei confini dei territori Valdesi, mentre tutti conosciamo quanto successo lontano da noi ad esempio la scoperta “conquista” dell’America o altre pagine oscure della storia dell’umanità…

UN PO’ DI STORIA

Il “Glorioso rimpatrio dei Valdesi” rappresenta una delle pagine più significative di questa Storia.
Tremila Valdesi sfuggirono alle persecuzioni seguite alle così dette “Pasque Piemontesi” e ripararono in Svizzera. Da li (Ginevra) circa un migliaio di uomini fece ritorno nel 1689 percorrendo un tracciato che, attraversando le Alpi, in tredici giorni di marce forzate e scontri a fuoco li riportò a Bobbio Pellice (Sibaud) nelle loro valli.

Sono cenni di storia che non vogliono essere il centro del presente comunicato che è finalizzato, invece, a ufficializzare la manifestazione sportiva, storica e culturale che è in via di allestimento per la stagione sportiva 2016.

Percorso "Glorioso rimpatrio dei Valdesi Trail". Fonte: organizzazione

Percorso “Glorioso rimpatrio dei Valdesi Trail”. Fonte: organizzazione

IL “GLORIOSO RIMPATRIO DEI VALDESI TRAIL”

Cosa meglio di un Trail si presta a coniugare i tre elementi sopra citati? Ecco allora nascere il “Glorioso Rimpatrio dei Valdesi Trail

L’allestimento della manifestazione è in corso d’opera per i dettagli organizzativi. Al momento, queste le caratteristiche tecnico.organizzative definite:
Tracciato di 330 chilometri e dislivello in via di definizione. Le date previste vanno da sabato 13 a domenica 21 agosto 2016. Dopo essere stati trasportati a Ginevra in pullman, i protagonisti copriranno la distanza in 8 giornate di “corsa” (più una di trasferimento) ed in specifico:

1) Yvoire – Saint Jeoire
2) Saint Jeoire – Combloux
3) Combloux – Les Chapieux (Col de Fenetre – Col du Bonhomme)
4) Seez – Val d’Isere
5) Val d’Isere – Lanslevillard (Colle dell’Iseran, punto più alto del trail: 2770 metri)
6) Lanslevillard – Salbeltrand (La memorable journèe dei Valdesi attraverso il Piccolo Moncenisio, Col Clapier, Val Clarea, Colle dei Quattro Denti)
7) Salbeltrand – Massello (Colle di Costa Piana, Val Trocea, Colle del Pis)
8) Massello – Bobbio Pellice (Colle delle Fontane e Serrevecchio, Rodoretto, Galmount, Prali, Colle Giulian)

LOGISTICA E ISCRIZIONI

Il pernottamento avverrà in tenda e cene e colazioni in ristorante. Il materiale individuale sarà trasportato a cura degli organizzatori ed i partecipanti dovranno portare con se esclusivamente il materiale utile a percorrere la frazione prevista.
Previsti, nel corso della manifestazione, momenti di approfondimento serali della Storia legata al tracciato.
La parte sportiva sarà definita con apposita classifica che sommerà i tempi individuali di ogni singola tappa. Ovviamente saranno previsti riconoscimenti sportivi di partecipazione e di classifica.

Il costo della iscrizione al nuovo evento saranno rapportati all’impegno organizzativo ed alla durata. Data la complessità organizzativa si pensa ad una prima edizione con partecipazione limitata nei numeri.

 

Carlo Degiovanni

 

Per le ulteriori informazioni sarà consultabile, dal gennaio 2016, il sito www.trerifugivalpellice.it storico contenitore degli eventi sportivi del Cai Uget Val Pellice e, fin da adesso il Responsabile Organizzativo nonché Presidente del Cai Marco Fraschia al cellulare n. 339 73.86.532.

 

Tags: , , , , , , , , ,