MENU

7 settembre 2011

Agenda · Ambiente e Territorio · Cult · cult agenda · Festival ed Eventi · in evidenza · Mountain Book · acqua · Alessandro Giorgetta · Alex Bellini · Ambiente · Andrea Segré · Angelo Foletto · Antonio Navarra · biodiversità · clima · Coro della SAT · Dante Colli · Davide Longo · decrescita · Erri De Luca · esplorazione · Ethical Living · Ettore Zapparoli · experience · Festivaletteratura · Foreste e Biodiversità · Giuseppe Cederna · Last Minute Market · Leo Hickmann · Letteratura · Luca Mercalli · Luigi Boitani · Mantova · Massimo Cirri · Maurizio Pallante · Mauro Pedrotti · Michel Le Bris · Patrizio Roversi · Piero De Martini · sostenibilità · Stefano Caserini · Stefano Malatesta · The Guardian · viaggi · Ambiente e Territorio · Cultura · Festival ed Eventi Letterari

IN CERCA DI OUTDOOR… A MANTOVA Montagna e ambiente al Festivaletteratura 7-11 settembre 2011, Mantova

È il Festival per eccellenza, quello che ha dato il via in tutta Italia alla corsa ai Festival a tema, che ormai nessuna città che si rispetti vuole mancare di avere, per guadagnarsi un posto nell’attenzione dei media e di un pubblico che si spera sempre numeroso. Ma la tradizione del Festivaletteratura di Mantova – quest’anno alla 15^ edizione, dal 7 all’11 settembre – è ben consolidata e lo rende ormai uno degli appuntamenti culturali più interessanti, un crogiolo di incontri con autori, reading, spettacoli e concerti con artisti provenienti da tutto il mondo.

Tra i tanti percorsi possibili per vivere il Festivaletteratura, ho voluto provare a tracciarne uno dal “punto di vista di Mountain Blog”, alla ricerca di quelle tematiche outdoor che ispirano ogni giorno le nostre pagine web: avventura, montagna, ambiente, esplorazione…

Ne esce una serie di appuntamenti estremamente interessante, che ci propone anche nomi ben noti all’ambiente della montagna, una traccia senz’altro valida da seguire tra le vie e le piazze della città di Virgilio.

Cominciamo con ATTERRAGGIO MORBIDO (7/9, Palazzo Ducale, ore 21.30), dove il metereologo Luca Mercalliche già un paio di volte abbiamo incontrato con piacere – in dialogo con Stefano Caserini (autore di “A qualcuno piace caldo”) cerca di delineare un rapido quadro d’insieme delle crisi planetarie già conclamate per studiare un piano di salvataggio di fronte a un mondo con meno risorse, meno energia, meno abbondanza, un clima che cambia e una popolazione mondiale in crescita.

Il filone di riflessione su ambiente, energia e clima è ricco al Festivaletteratura di quest’anno, sensibile alle crisi dei tempi odierni, e lo ritroviamo in numerosi appuntamenti: in LA SCOMPARSA DELL’ARTIDE E LE SFIDE DEL FUTURO (8/9, Teatro Bibiena, ore 11.30), con Antonio Navarra e Stefano Caserini, si parlerà degli effetti del surriscaldamento globale, in particolare nelle regioni artiche.

In ETHICAL LIVING (10/9, Palazzo di San Sebastiano, ore 21.30) il conduttore di Caterpillar Massimo Cirri stimolerà le risposte spiazzanti, ironiche e puntualmente argomentate sulla sostenibilità di qualsiasi nostra azione quotidiana, di Leo Hickmann – autore per The Guardian della rubrica “Ethical Living“.

Il giorno dopo, 11/9, ben tre appuntamenti “sostenibili”: di nuovo Leo Hickman con QUI C’E’ UN CLIMA INSOSTENIBILE! (Piazza Virgiliana , ore 10.45), questa volta per i ragazzi dai 10 ai 14 anni, con la forza delle questioni difficili spiegate in parole semplici; la stessa mattina C’ERA UN BOSCO BIODIVERSO (Parcobaleno, ore 10.30), per ragazzi dagli 8 agli 11 anni, che il biologo Luigi Boitani condurrà alla scoperta della biodiversità, dando qualche consiglio per proteggerla; a seguire WATERFRONT (Teatro Sociale, ore 16.00), un dialogo scenico in cui Andrea Segré (l’inventore del Last Minute Market) e il “turista per caso” Patrizio Roversi raccontano storie d’acqua, note e anche sconosciute: dai consumi domestici agli usi irrigui, dai conflitti mondiali per l’oro blu alla questione della privatizzazione, dai dissesti idrogeologici alle nuove tecnologie per il risparmio idrico; quasi in contemporanea un VIAGGIO NEL PAESE DOVE NON SI SPRECA NULLA (Casa Slow, ore 17.00), per ragazzi dagli 11 ai 14 anni, con Maurizio Pallante, fondatore del Movimento per la decrescita felice, che per affrontare i problemi ambientali ha inventato una storia in cui a spiegare tutto è… un’ape di nome Pilli! Pilli è un’esperta di educazione ambientale e vi racconterà tutto quello che c’è da sapere (e da riferire ai propri genitori) in termini di comportamenti ecologicamente corretti da tenere nella vita di ogni giorno, soprattutto per quel che riguarda il cibo.

Ma dicevamo anche di nomi ben noti nel mondo della montagna… Ad esempio quello di Erri De Luca, che a Mantova sarà presente in due incontri: L’ARTE DELLA FUGA (8/9, Palazzo Ducale, ore 17.30) dove con il termine fuga si tratta qui di un’arte che “ben conosce l’uomo di montagna: bisogna capire quando è necessario fare un passo indietro, quando devi ritirarti“; e lo stesso giorno IL GIARDINIERE DELLE LINGUE PERDUTE (8/9, Tenda Sordello, ore 21.30): studiare una lingua – dice Erri De Luca – è come piantare un albero. All’inizio stenta, poi lentamente si affranca dal punto di partenza e lentamente attecchisce nei giorni, diramandosi in basso e verso l’alto.

E ancora, Dante Colli e Davide Longo, con Alessandro Giorgetta, direttore editoriale del CAI, raccontano la vita e le opere di Ettore Zapparoli nell’appuntamento IL SILENZIO HA LE MANI APERTE (9/9, Fondazione Università di Mantova, ore 21.30): mantovano di nascita e milanese d’adozione, Zapparoli fu – oltre che alpinista – autore di romanzi, poeta e musicista: una figura geniale e inquieta, che continua ad attirare l’attenzione non solo degli appassionati di montagna.

CANTARE IN MONTAGNA (10/9, Chiesa di Santa Maria della Vittoria, ore 10.15) è un incontro per celebrare gli oltre ottant’anni di vita del Coro della SAT, con Mauro Pedrotti, attuale direttore del coro, il critico musicale Angelo Foletto e Piero De Martini (autore di “Il Conservatorio delle Alpi”), tra aneddoti e riflessioni squisitamente musicali.
Il coro della SAT sarà poi in concerto lo stesso giorno, al Teatro Sociale, alle ore 21.00.

Non poteva mancare infine lo spazio dedicato ai viaggi e all’esplorazione, temi letterari e outdoor per eccellenza. Segnalo due incontri: GRANDI VIAGGIATORI O GRANDI BUGIARDI? (10/9, Chiesa di San Maurizio, ore 10.15), un incontro tra Stefano Malatesta (autore di “La pescatrice del Platani”) e Giuseppe Cederna (“Il grande viaggio”) sul tema della bugia nei racconti di viaggio; e VERSO IL MISTERO – Le temerarie vite degli esploratori (11/9, Chiesa di San Maurizio, ore 11.00) con Michel Le Bris, filosofo e romanziere, biografo di Stevenson ed esperto del Romanticismo, direttore di uno dei più fortunati festival letterari europei, Etonnants voyageurs.

E concludiamo con il fascino dell’estremo: l’incontro con Alex Bellini, POSSIBILMENTE IMPOSSIBILE! (11/9, Piazza Virgiliana, ore 17.45), che dopo aver corso per 250 km nel deserto del Sahara in autosufficienza, e aver attraversato prima l’Oceano Pacifico e poi l’Oceano Atlantico in solitaria su una barca a remi, da pochi giorni ha appena concluso la “Footrace 2011”, una massacrante ultramaratona di cinquemila chilometri in 70 tappe da Los Angeles a New York.

Insomma, a Mantova ci si può anche perdere… questa è una possibile bussola per chi è alla ricerca dell’outdoor lifestyle!

Andrea Bianchi

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,