MENU

1 luglio 2013

in evidenza · Skitouring & Ski Alp · action · cina · concatenamenti · Dynafit · Guadalupa · Muztagata · Muztagh Ata · Oceano Atlantico · Progetto Extremeskiyachting · scialpinismo · solitarie · Spedizioni · traversate · traversate oceaniche · Ski · Ski Touring e Ski Alp

L'ALPINISTA NAVIGATORE SFIDA MARE E MONTI Maurizio Vettorato: prima il Muztagh Ata, poi l'Atlantico

Maurizio Vettorato, alpinista navigatore bolzanino, affronterà nei prossimi giorni, prima una spedizione di scialpinismo estremo sul monte Muztagh Ata (7.546 m) e subito dopo l’attraversata dell’Atlantico in solitaria con un piccolo catamarano di serie.

Sabato 29 giugno, alle ore 14,00 locali, Maurizio ha comunicato che che domenica mattina all’alba, sarebbe salito verso il campo uno e successivamente verso il campo due, per montare la seconda tenda per poi scendere nuovamente al campo base…

Ieri 30 giugno, alle ore 9,00 locali, l’ultimo aggiornamento. Dopo aver trascorso un’altra notte sotto la neve e forti raffiche di vento che hanno danneggiato la tenda,  Vettorato ha preso la decisione di scendere al campo base. Rimmarrà li fino a quando le condizioni meteo non miglioreranno, probabilmente tra un paio di giorni. A questo punto, visto che il permesso di salire sul Mutzagatha scade l’8 di luglio, tenterà la salita direttamente dal campo base alla cima…

La preparazione atletica durata tutto l’inverno, è stata ottimizzata al massimo in leggerezza ed affidabilità, producendo ottimi risultati. Gli ultimi giorni prima della partenza, Maurizio ha trascorso brevi periodo in una sala a bassa percentuale di ossigeno, per iniziare un acclimatamento adeguato senza stressare il fisico, simulando una altezza approssimativa di m5000.

Partito da Monaco il 24 giugno per il progetto “Extremeskiyachting”, la prima salita di acclimatamento, perlustrazione e test fisico erano fissati per giovedì 27. L’obiettivo di Maurizio è tentare il record di salita e discesa con gli sci, campo base – cima – campo base, che attualmente è di 10 ore e 41 minuti in gruppo di tre persone, mentre, e  la solitaria, con i problemi annessi che questa scelta comporta, compreso il trasporto di tutta l’attrezzatura, portando sulle spalle uno zaino di 22 chili.

Tornato in Europa, si recherà in Bretagna, da dove salperà per Guadalupa con un catamarano di 18 piedi scoperto, per compiere l’attreversata oceanica per una durata di circa 45 giorni.

Questo concatenamento, mare e monti, è stato giudicato un’impresa unica al mondo, soprattuttto per la concentrazione e le capacità eclettiche che necessitano, “mi basterebbe arrivare sano a Guadalupa anche senza aver fatto il record sugli sci, portando a termine gli obiettivi prefissati…dice Maurizio”…

Per questa particolare impresa, Maurizio Vettorato si è preparato per due anni, seguito da un team di professionisti quali: il reparto di medicina sportiva dell’università di Padova, psicologi, nutrizionisti, esperto in sicurezza, metereologo e numerosi sponsor tecnici di alto livello.

L’impresa è sostenuta da Dynafit, partner di Mountainblog.

Info: www.mauriziovettorato.it

Tags: , , , , , , , , , , , , ,