MENU

22 settembre 2014

Argomenti Book · Cult · in evidenza · Mountain Book · Premi letterari · A Est del romanticismo · Alastair Charles · Alberto Ceolan · audiovisivi · concorsi letterari · Ermelinda · Erminio Ferrari · experience · Fabrizio Torchio · Leggimontagna · Letteratura · Libros y Nubes · Maria Grazia Menegon · narrativa · Pier Paolo Giarolo · Riccardo Decarli · saggistica · Scomparso · The Last Great Climb · Cultura · Premi Letterari

LEGGIMONTAGNA 2014. La montagna non smette di stupire! Ecco i vincitori …

libri a Leggimontagna 2014

libri a Leggimontagna 2014

LEGGIMONTAGNA 2014: I PREMIATI DEL CONCORSO INTERNAZIONALE DI NARRATIVA E SAGGISTICA

Leggimontagna 2014, il concorso internazionale giunto alla sua 12^ edizione e dedicato alle opere letterarie, ai video e alle scuole che si lasciano ispirare al mondo alpino, non ha tradito nemmeno questa volta le attese. “Due giorni che hanno regalato una full immersion nel vasto, variegato e sorprendente mondo di chi ha a cuore le alte vette, i fitti boschi, nature incontaminate, imprese ardue, storie uniche – ha affermato al termine delle premiazioni Giulio Magrini, presidente dell’Asca, l’Associazione delle sezioni Cai di Carnia, Val Canale e Canal del ferro – persone ed opere che attestano un “pianeta montagna” ancora vivo, dinamico, esaltante”.

Alla presenza delle varie giurie scientifiche sono stati quindi decretati i vincitori con la chiusura musicale del Coro Monte Canin di Resia.

LEGGIMONTAGNA LETTERARIO

Nella sezione Narrativa trionfa Erminio Ferrari con “Scomparso” (Tararà), romanzo neo-ermetico che racconta di un giovane uomo scomparso sulle montagne di confine dell’alto Lago Maggiore. Le sue tracce porteranno in un luogo inatteso, come inattese precipitano certe vite. Alle sue spalle si piazza Tony Howard con “La montagna dei folletti” (Versante Sud) mentre sul terzo gradino del podio Luciano Carminati con “Solitudine di ghiaccio” (Polaris Editore)

Nella sezione Saggistica si piazza al 1° posto “A Est del romanticismo” di Riccardo Decarli e Fabrizio Torchio (Accademia della montagna), un’opera che indaga il contributo di viaggiatori, scienziati, alpinisti britannici – uomini e donne, fra tardo Settecento e Ottocento – alla scoperta, descrizione e valorizzazione delle vallate e delle montagne dolomitiche ricostruendo un tassello importante della storia non solo alpinistica dell’area utilizzando la letteratura esistente, fondi bibliotecari e nuove fonti d’archivio in Italia e Gran Bretagna. Al 2° posto “Segni come parole. Il linguaggio perduto” di Ausilio Priuli (Priuli & Verlucca); al 3° terzo posto “Le montagne della Patria” di Marco Armiero (Giulio Einaudi Editore). Premio speciale per “Terra in montanis” di Albert Ceolan, Curcu & Genovese.

Nella sezione Inediti premiati Fabio Muccin con il racconto “Ermelinda” e Maria Grazia Menegon con il racconto “Lo stetoscopio di pero”.

Leggimontagna 2014. I Premiati

Leggimontagna 2014. I Premiati

LEGGIMONTAGNA AUDIOVISIVI

Nella sezione Antropologica al 1^ posto al documentario “Libros y nubes” di Pier Paolo Giarolo, girato in uno sperduto villaggio delle Ande Peruviane, raccontando l’iniziativa delle biblioteche rurali che aiutano a coltivare la mente di chi lavora la terra. Al 2^ posto The Boy Who Flies, del giovane 25enne regista canadese Benjamin Jordan che ha intrapreso un viaggio in Malawi per insegnare ad usare il parapendio ad un giovane africano. Al 3^ posto “La passione di Erto” di Penelope Bortolussi, documentario che racconta la preparazione della Sacra rappresentazione che ogni anno si volge a Pasqua nel paesino delle Dolomiti Friulane.

Nella sezione Alpinistica trionfa invece “The last Great Climb” dell’inglese Alastair Charles Lee, spettacolare récit d’ascension della spedizione alpinistica in Antartide di un team britannico guidato dall’alpinista Leo Houlding. Alle sue spalle si è piazzato “Silbergeier” di Vladimir Cellier dedicato ad una delle tre più difficili vie di arrampicata sportiva delle Alpi Retiche. Terzo gradino del podio infine per “Rock Petzl Trip China” nuovamente di Vladimir Cellier, che ha per tema il raduno di arrampicata sportiva che ogni anno viene organizzato all’interno del Getu River National Park del paese asiatico.

LEGGIMONTAGNA SCUOLE

Nella sezione Scuole per quanto riguarda le secondarie di Primo Grado 1° classificato il filmato “La nostra Val Resia: tra roccia e cielo un mondo da scoprire” realizzato dalle classi 1^ e 2^ della Scuola Media di Resia; secondi classificati ex-aequo “L’occupazione cosacca in Carnia” della 3^ G ed “Emigrazione in Carnia tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento” della 3^ A, entrambi classi della Scuola Media di Tolmezzo. Passando alle scuole Primarie invece vince “La leggenda dell’abete” delle classi 4^ e 5^ della Scuola Primaria di Verzegnis. Premio nella sezione straniera per “Fossi torna a casa” delle classi 1^M e 2^C della Neue Musikmittelschule di Kotschach Mauthen.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,