MENU

30 luglio 2011

Alpinismo e Spedizioni · Ambiente e Territorio · Cuneo · 150° Anniversario della prima salita al Monviso · 50° Anniversario della Escolo dou Po · Alpi Sud-occidentali · Alpine Club · attraversamento del Po · balli occitani · Balma Boves · Bivacco Boarelli · Casteldelfino · Cima delle Lobbie · Club Alpino Italiano · Colle delle Sagnette · corale alpina Rino Celoria · Crissolo · Domenico Ansaldi · experience · fotografie del Monviso · Gruppo J'Amis del Pailo · Gruppo Vocale Comedaccordo · Guide del Monviso · James David Forbes · Jean Baptiste Croz · laghi delle Forciolline · Linda Campanella · Matteo Peirone · Michel Croz · Monviso · Monviso 150 · mostre filateliche sulla montagna · Paesana · parete Sud del Monviso · Pian del Re · Piemonte · Primo Giro del Monviso · programma · provincia di cuneo · Quintino Sella · Re di Pietra · Rifugio Alpetto · Rifugio Bagnour · sagre · salite storiche in abiti d'epoca · Savigliano · Soccorso Alpino · Suoni dal Monviso · Suoni del Monviso · Valle Po · valle Varaita · Vallone delle Forciolline · Vallone di Vallanta · Visolotto · William Jacomb · William Mathews · Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Ambiente e Territorio

MONVISO 150 – ANNIVERSARIO DELLA PRIMA SALITA Tutti gli appuntamenti di agosto

Quinta uscita nella serie di articoli che Mountainblog – in collaborazione con la Provincia di Cuneo – dedica alla ricorrenza del 150° anniversario della prima salita al Monviso: in questo appuntamento riflettori puntati sulla prima storica ascensione del 30 agosto 1861 e una panoramica dei numerosi eventi in programma nel mese di agosto.

Il prossimo 30 agosto, saranno trascorsi esattamente centocinquant’anni dalla prima ascensione al Monviso, e vista l’importanza della ricorrenza vale la pena di soffermarsi brevemente su quella storica ascesa e sulle tappe che le aprirono la strada.

Il primo tentativo di ascensione di cui si abbia notizia certa risale al 1834, anno in cui il saluzzese Domenico Ansaldi e due suoi compagni si avvicinarono al Vallone delle Forciolline e, arrivati a quota 3.700, furono bloccati a causa della nebbia e di un impegnativo passaggio.

Come abbiamo già visto in precedenza, il 1839 fu poi l’anno del primo Giro del Monviso, effettuato dal professore di Edimburgo James David Forbes.

Seguirono numerosi tentativi di conquista del “Re di Pietra”, che servirono per fornire indicazioni quantomai preziose a William Mathews e William Jacomb che, accompagnati dalle guide alpine Jean Baptiste Croz e Michel Croz, entrarono per sempre nella storia dell’alpinismo con la loro ascensione del 30 agosto 1861.

La comitiva partì da frazione Castello di Pontechianale, in Valle Varaita, il 29 agosto. Tale punto di partenza venne preferito rispetto al più elevato Pian del Re, in Valle Po, in quanto allora la strada terminava molto più in basso al paese di Crissolo e inoltre il versante della Val Varaita permetteva di aggirare completamente il delicato Colle delle Sagnette.

Dopo aver imboccato a Nord-Est il Vallone di Vallanta i quattro deviarono presso i laghi delle Forciolline e pernottarono poco lontano dall’attuale bivacco Boarelli. L’indomani partirono prima dell’alba e conquistarono la vetta dopo essere passati sotto al colle delle Sagnette e scalato la parete Sud, che sarebbe poi diventata la via normale più ambita delle Alpi Sud-occidentali.

Due anni più tardi fu quindi la volta della prima comitiva interamente italiana in cima al Monviso, composta da Quintino Sella, Paolo e Giacinto Ballada di Saint-Robert, Giovanni Barracco, Raimondo Gertoux, Giuseppe Bodoino e Giobattista Abbà.

Sulla scia dell’entusiasmo per il successo dell’impresa, Quintino Sella e altri appassionati di montagna decisero di fondare il Club Alpino Italiano, emulando così William Mathews, che dopo l’exploit del 1861 aveva fondato il primo Club Alpinistico Inglese.

Queste imprese dell’epoca dei pionieri dell’alpinismo verranno esaltate e fatte rivivere nel mese di agosto da poco iniziato grazie alle innumerevoli iniziative proposte dall’instancabile comitato organizzatore Monviso 150 .

Il mese si apre con la proposta di un trekking classico aperto ai gruppi da venerdì 5 a domenica 7; sempre domenica 7, a Crissolo si svolgerà la premiazione del concorso fotografico “La montagna: tramonto delle identità tradizionali, costruzione di una identità personale”. Lunedì 8 è invece la volta di un nuovo appuntamento della rassegna Suoni dal Monviso , con il concerto del gruppo vocale Comedaccordo, che andrà in scena a Paesana alle 21. Lunedì 15 la musica sarà ancora protagonista grazie al tradizionale concerto di Ferragosto a Casteldelfino con la Banda musicale Conte Corrado Falletti di Villafalletto.

Martedì 16 a Crissolo si terrà la cerimonia di commemorazione del 50° anniversario della Escolo dou Po, mentre sabato 20 e domenica 21 gli occhi saranno nuovamente puntati su Casteldelfino, che sarà teatro della ventottesima edizione della sagra del miele e delle erbe curative.

Domenica 21 e lunedì 22 i ragazzi delle scuole superiori del territorio si cimenteranno nella salita al Monviso accompagnati dalle guide alpine, mentre sabato 27 e domenica 28 a Crissolo sarà funzionante una teleferica dimostrativa, aperta al pubblico, per l’attraversamento del Po nel centro del paese.

Sempre domenica 28 Crissolo ospiterà una mostra filatelica sulla montagna con annullo postale dedicato. Restando in tema di esposizioni, da sabato 27 a mercoledì 31 nella sala polivalente di Paesana sarà allestita la mostra fotografica “Le grandi fotografie del Monviso”, che sarà visitabile dalle 18 alle 22.
Domenica 28 secondo appuntamento di agosto della rassegna Suoni dal Monviso, che alle 16 propone “Chi vuol esser lieto sia”, recital per due voci e pianoforte con Linda Campanella e Matteo Peirone nel suggestivo scenario della borgata Balma Boves (Sanfront).

Il mese si conclude sotto il segno dell’alpinismo: domenica 28 è in programma la salita alle cime del Monviso in ricordo della prima ascensione al “Re di Pietra” a cura delle varie sezioni del CAI che fanno parte del comitato Monviso 150.

Da lunedì 29 a mercoledì 31 le Guide del Monviso ed il Soccorso Alpino riproporranno la salita al Monviso in abiti d’epoca. Lunedì 29 alle 18 partenza da Casteldelfino e pernottamento al Rifugio Bagnour; martedì 30 salita al Monviso per la via storica in abiti d’epoca, discesa e pernottamento al Rifugio Alpetto; mercoledì 31 alle 19 arrivo a Paesana, incontro con le autorità presso il municipio, musica con la banda cittadina e a seguire presso la sala polivalente rinfresco e balli occitani con i suonatori della Valle Po.

Infine martedì 30 appuntamento a cavallo tra la musica e l’arte a Savigliano: nel corso della giornata e della serata sarà possibile visitare una mostra fotografica itinerante con foto storiche del Monviso sotto i portici di piazza Santarosa, mentre in serata canti di montagna con la corale alpina Rino Celoria e musiche e balli occitani con il gruppo J’Amis del Peilo.

Per tutti gli appuntamenti del mese di settembre, che si preannuncia altrettanto inteso, non perdete il prossimo articolo di Mountainblog sul 150° anniversario della prima salita al Monviso, in cui conosceremo meglio le cime che circondano il Monviso, tra le quali il Visolotto e la Cima delle Lobbie.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,