MENU

3 febbraio 2016

Ambiente e Territorio · Cult · #Posti da Lupi · Batti Gai · concorsi fotografici · experience · Federico Baronti · Francesca Palombo · Life WolfAlps · Muse · Nicola De Marco · Ambiente e Territorio · Cultura

#POSTI DA LUPI. I vincitori del concorso fotografico

Concorso "Posti da Lupi", Foto di Batti Gai, prima classificata. Fonte: Lifewolfalps.eu

Concorso “Posti da Lupi”, Foto di Batti Gai, prima classificata. Fonte: Lifewolfalps.eu

#POSTI DA LUPI: BATTI GAI VINCE IL CONCORSO FOTOGRAFICO CON UNO SCATTO CATTURATO NEL PARCO ORSIERA ROCCIAVRE’

Resi noti i nomi dei vincitori del concorso fotografico #Posti da lupi, nato nell’ambito del progetto Life WolfAlps. Oltre 500 le fotografie in concorso, provenienti da tutte le regioni d’Italia.

La giuria, che si è riunita al MUSE Museo delle Scienze di Trento venerdì 18 dicembre, ha adottando come criteri di scelta tre indicatori: l’originalità nell’interpretazione del tema, l’aderenza, e l’incisività ed espressività delle immagini.

I VINCITORI

La foto vincitrice è di Batti Gai che ha fotografato un “Lupo maschio, capriolo e volpe” catturati in un’area protetta piemontese, il Parco Orsiera Rocciavrè (TO). In questa fotografia – commenta la giuria – l’autore mette in luce equilibri importanti e possibili solo quando sono presenti tutti i giocatori nel grande campo da gioco chiamato ecosistema. Un posto da lupi, dove il lupo si vede. Uno scatto che congela un atto di predazione, forse l’attività del lupo più conosciuta, che però perde la sua drammaticità per diventare descrizione zoologica ed ecologica”.

La seconda immagine è di Federico Baronti, intitolata “Rabbit’s forest – La Preda” scattata sul Monte Parodi (SP). Un “Posto da lupi” nella mente umana – sottolinea la giuria – dove il lupo è anche suggestione per definire luoghi sconosciuti”. L’immagine ritrae una “preda-umana che sembra nostro cicerone in un luogo oscuro, ma che allo stesso tempo non convince e di cui non ci fidiamo mai del tutto. Una foto non scontata, scattata con un’ottima tecnica.

La terza foto vincitrice e intitolata “Dove il lupo è talmente protetto da essere stato messo in gabbia” è di Francesca Palombo che ha inviato la sua immagine da Civitella Alfedena (AQ). Una foto di paesaggio intima, in cui la presenza della natura e dell’uomo appaiono in equilibrio armonico.

Un quarto vincitore è stato  indicato dalla rete, attraverso le preferenze espresse sui social: si tratta dell’immagine dal titolo “Si alza il sipario, entro in scena”, scattata nel Parco Nazionale del Pollino da Nicola De Marco.

Le immagini  vincitrici e quelle dei 30 finalisti, faranno parte di una mostra fotografica che sarà allestita in  primavera negli spazi del MUSE.

Tags: , , , , , , , ,