MENU

14 maggio 2019

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Resto del Mondo

Ali Sadpara con Mingote a C2 del Lhotse. Aggiornamenti da Kangchenjunga, Everest, Annapurna

Selfie di Sergi Mingote con il suo team al C2 del Lhotse

Ultime notizie dagli 8000

Sergi Mingote e i suoi compagni,  il cileno Juan Pablo Mohr e il brasiliano Moesses Fiamoncini,  impegnati sul Lhotse,  dovranno stringersi un po’ di più nella loro tenda, poichè un quarto membro si è unito alla loro piccola brigata: il celebre alpinista pakistano Ali Sadpara. Lo segnala Explorersweb.

Sadpara il 27 aprile scorso, con un post su facebook aveva annunciato: “Cambio di piano. Prima vado a scalare il Lhotse e poi il Makalu…”.
Ricordiamo che l’obiettivo principale di Sadpara,  per questa stagione, è il Makalu, il suo primo ottomila fuori dal Pakistan.

Sadpara ha scalato tutti gli 8000 del Pakistan, compreso il Nanga Parbat, che ha salito ben quattro volte e che lo ha visto protagonista della prima salita invernale, insieme a Simone Moro e Alex Txikon. Lo scalatore ha partecipato anche al tentativo di salvataggio di Daniele Nardi e Tom Ballard, lo scorso inverno sul Nanga.

Selfie di Ali Sadpara sul Lhotse. Fonte: facebook

Fonte: Ali Sadpara/facebook

 

Come rivelato da Mingote nei suoi canali social, la cordata dovrebbe “salire a C3 il 14;  installare il Campo 4 il 15 per lanciare l’attacco alla vetta all’alba del 16 “.
Alcune fonti, ieri, segnalavano invece un possibile attacco al vertice prima di giovedì.

Il team sta procedendo senza Sherpa e senza ossigeno supplementare. Il loro obiettivo è di salire abbastanza velocemente per anticipare i  grandi gruppi di spedizione.

La spedizione di Sergi Mingote, questa primavera,  non mira solo al Lhotse ma anche all’Everest e al Kangchenjunga. L’obiettivo del catalano è di conquistare sei Ottomila in meno di 12 mesi, ed essere il primo a scalare le tre vette più alte del mondo in meno di un anno.

Everest

Kami Rita Sherpa. Foto: Seven Summit Treks

Le squadre Sherpa hanno lasciato il campo base dell’Everest nel fine settimana per sistemare le corde nelle sezioni superiori. Hanno raggiunto Campo 4 a Colle Sud.

Come segnalato ieri, Kami Rita Sherpa, alla guida della spedizione dell’esercito indiano,  potrebbe conquistare per la 23ma volta la vetta dell’Everest. Ha in programma di lanciare il suo 23° attacco al “tetto del mondo”, mercoledì 15 maggio.

Kangchenjunga

Viridiana Alvarez. Foto arch. V. Alvarez

Notizie non confermate  segnalano che quasi 30 scalatori, compresi i 15 di Seven Summit Treks, ieri sarebbero giunti a  Campo 3, nonostante i forti venti.
La messicana Viridiana Alvarez, dopo il successo sul K2 dello scorso anno, è ora alle prese con il Kangchenjunga. Segnala di essere pronta a raggiungere Campo 4 nella giornata di oggi.

Gli alpinisti hanno in programma di lanciare l’attacco alla cima nelle prime ore di mercoledì 15 maggio.

Annapurna: Valentini e Casanova rinunciano

Sull’Annapurna niente da fare per gli italiani Sebastiano Valentini e Mario Casanova.
Lo ha reso noto la Gazzetta.it. Valentini, già al CB,  ha dovuto rinunciare per problemi fisici. Casanova dopo due giorni a Campo 4 è stato costretto a scendere a causa del forte vento e della neve.