MENU

21 ottobre 2019

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Resto del Mondo

Chamlang (7319 m). Hervé Barmasse: “forse abbiamo perso il treno, o forse no?”

Chamlang 2019: Hervé Barmasse. Fonte: Instagram

Nessun miglioramento meteo sul Settemila nepalese. Il team esplora altre opzioni?

Dopo essere riusciti sulla difficile parete Sud dello Shisha Pangma ed aver rinunciato al Gasherbrum IV, Hervé Barmasse e David Göttler sono tornati in Himalaya per completare la prima traversata del Chamlang  (7.319 m). Impegnato sul Settemila, anche il colombiano Andrés Marín.

La scorsa settimana, gli alpinisti hanno terminato la loro acclimatazione con una notte a 6.000 metri e ora sono in attesa di condizioni meteo adatte per rimettersi al lavoro sulla montagna. Il Chamlang è a rischio valanghe dopo le forti nevicate e il team sta esplorando altre opzioni qualora la montagna risultasse troppo pericolosa.

“Oggi nevica e domani non è previsto nessun miglioramento ma c’è stato un “ieri” decisamente buono che ci ha permesso di scorrazzare un’altra volta sulle stupende montagne nepalesi – si legge su un post pubblicato ieri da Barmasse –  Non abbiamo più molti giorni e ad essere sinceri forse abbiamo perso il treno, o forse no? Le sorprese sono dietro l’angolo o in una valle remota del Nepal.

Il Chamlang si trova nella zona di Makalu, una zona relativamente isolata con molte nuove vie tra i 6.000 e 7.000 metri.