MENU

4 giugno 2020

Freestyle e Freeride · Ski · Alpi Occidentali · Aree Montane · Italia · Valle d'Aosta · Guide Alpine

Edmond Joyeusaz firma la prima discesa con gli sci della Poire, sul versante italiano del Monte Bianco

Edmond Joyeusaz su La Poire, versante italiano Monte Bianco. Prima discesa con gli sci, 25 maggio 2020. Fonte: Edmond Joyeusaz/facebook

Lunedì 25 maggio, la guida alpina italiana ha realizzato la prima discesa con gli sci de “La Poire” dalla vetta del Monte Bianco (4.810 m)

Portato in elicottero fino al Col della Brenva, lo sciatore estremo e guida alpina di Courmayeur Edmond Joyeusaz ha raggiunto la cima del Monte Bianco per poi scendere  con gli sci la celebre “Poire”,  via aperta da Gianni Comino e Giancarlo Grassi nell’agosto 1979.

Sono 1500 i metri di dislivello che separano la cima del Monte Bianco fino ai piedi del Pilier d’Angle, una pendenza spesso maggiore di 50°, con alcuni tratti a 65° e soprattutto tanto ghiaccio. “È sicuramente la  discesa più impegnativa che abbia mai fatto; per “engajement” e difficoltà tecniche, si tratta inoltre di una prima”, ha commentato la guida che inizialmente aveva pianificato il progetto per il 2021.

Joyeusaz ha dichiarato a Planetmountain, che l’utilizzo dell’elicottero si è reso necessario “perché a causa del lockdown mi mancava l’allenamento necessario per salire dal basso e poi affrontare, con la necessaria lucidità fisica e mentale, una discesa impegnativa come quella della Poire.”

Edmond Joyeusaz su La Poire, versante italiano Monte Bianco. Prima discesa con gli sci, 25 maggio 2020. Fonte: Edmond Joyeusaz/facebook

L’italiano scrive così una nuova pagina nella storia dello sci estremo nel versante italiano del massiccio del Monte Bianco.  Lo sciatore  ha dichiarato: «Sono molto contento di aver lasciato anch’io una traccia su questo versante carico di storia sia di alpinismo sia di discese estreme”.

Joyeusaz ha ricordato che sul versante italiano del Monte Bianco a partire dai primi anni ’70, si sono cimentati tutti i più forti sciatori estremi: nel giugno del 1973 l’alto atesino Heni Holzer scende lo sperone della Brenva. Nel 1977 Patrick Vallençant e Anseme Baud scendono dalla cresta di Peuterey. Nell’ aprile del 1978, Toni Valeruz, viene deposto in cima del Monte Bianco da un elicottero e scende con gli sci dal Gran Couloir centrale della Brenva che scende diritto dalla calotta del Monte Bianco, tra il crestone della Via Major e la via della Sentinella Rossa. Nel 1979 Gianni Comino e Stefano de Benedetti scendono dallo sperone della Major. Nel 1988 Pierre Tardivel realizza la prima discesa con gli sci del Pilier d’Angle dopo essere stato depositato sulla cima da un elicottero.

Edmond Joyeusaz su La Poire, versante italiano Monte Bianco. Prima discesa con gli sci, 25 maggio 2020. Fonte: Edmond Joyeusaz/facebook