MENU

10 luglio 2018

Alpinismo e Spedizioni · Vertical

Kim Migon, Lu Chung-han e Sanu Sherpa in vetta al Nanga Parbat (8.126 m)

Nanga Parbat. Fonte: summitpost.org

E’ la prima salita della stagione estiva sugli Ottomila del Pakistan e il 14mo Ottomila di Kim Migon

Ieri, 9 luglio, l’alpinista coreano Kim Migon, Lu Chung-han (Taiwan) e Sanu Sherpa, hanno raggiunto la vetta del Nanga Parbat, alle ore 8:23 a.m in Pakistan. Lo segnala l’agenzia Summit Karakoram, organizzatrice locale della spedizione.

Il Nanga Parbat (8126 metri slm), è la nona montagna più alta del mondo e la seconda più alta in Pakistan dopo il K2. È conosciuta come la “Montagna assassina” per il suo livello di difficoltà.

Si tratta del 14mo Ottomila per Kim Migon che completa così tutte le montagne di 8000 metri del pianeta.

Kim Migon, 2014. Fonte: dawn.com

La spedizione era composta da altri sette coreani, un belga, altri due sherpa e due portatori d’alta quota pakistani.

Ricordiamo che, proprio sul Nanga Parbat, si è consumata la tragedia di Tomek Mackiewicz, lo scalatore polacco scomparso a fine gennaio 2018 sull’Ottomila,  a 7200 metri di quota dopo avere completato, con Elisabeth Revol, la via Messner-Eisendle, impresa mai riuscita ad altri, prima, e di cui si sono occupati i media di tutto il mondo.