MENU

13 marzo 2018

Freestyle e Freeride · Ski · Ski Race e Nordic Ski · Resto del Mondo

L’azzurro Manuel Pozzerle è argento nello snowboard cross alle Paralimpiadi di PyeongChang

Fonte: Ansa/Epa

Terza medaglia per l’Italia alle Paralimpiadi

Medaglia d’argento per Manuel Pozzerle  nello snowboard cross di categoria upper limb.

L’azzurro è stato sconfitto in finale dall’australiano Patmore. Sfuma, pertanto, il sogno della medaglia più ‘pesante’, ma l’Italia dello snowboard lascia comunque un segno in questi Giochi Paralimpici di PyeongChang.

Nella finale per il terzo posto, niente da fare per Jacopo Luchini, battuto dallo statunitense Mike Minor. Per l’Italia si tratta della terza medaglia ai Giochi Paralimpici Invernali, dopo l’argento e il bronzo di Bertagnolli e Casal nello sci alpino. “Il mio obiettivo era arrivare tra i primi 4 – è il commento di Pozzerle -: dedico questa vittoria a mia moglie e a mia figlia”. “Manuel è arrivato in finale superando un fuoriclsse come lo statunitense Minor – è il commento di Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico -. E’ un’altra grande emozione: i miei complimenti a Manuel, ma anche a Paolo Priolo e Jacopo Luchini. Siamo di fronte a un gruppo altamente competitivo”.

Le altre medaglie, arrivate nel fine settimana da Bertagnoli-Casal nello sci alpino e SuperG

Bertagnoli e Casal. Fonte: Ansa/Epa

Nella discesa libera di sci alpino Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal, sabato 10 marzo si sono aggiudicati la medaglia di bronzo nella categoria visually impaired. I due sciatori trentini hanno fermato il tempo sul 1:26.46. L’oro è andato al grande favorito della gara, il canadese Macroux (1:23.93), l’argento allo slovacco Krako (1:25.35).

Nella seconda giornata di gare, l’11 marzo, al Jeongseon Alpine Centre, la coppia Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal colpisce ancora e dopo il bronzo del sabato in Libera, conquistano la medaglia d’argento nel Super G di categoria ‘visually impaired’. I due trentini hanno fermato il crono sul 1:26.29, ad appena 18 centesimi dai vincitori della gara, gli slovacchi Krako e Brozman (1:26.11). Terza ancora una coppia slovacca, Haraus e Hudik (1:26.66).

 

Fonte: Ansa