MENU

9 febbraio 2018

Hiking e Trekking · Walking · Ambiente e Territorio · L'arte di camminare · Alpi Orientali · Aree Montane · Friuli Venezia Giulia · Italia · Trentino Alto Adige · Veneto

Nasce “Best of Dolomites”, per vivere i più bei trekking fotografici nelle Dolomiti Unesco

Best of Dolomites. Foto: Mirko Sotgiu

Nuovo progetto di Alberto Bregani, realizzato in collaborazione con Trekkingfotografici.it e la Fondazione Dolomiti UNESCO,  dedicato agli appassionati di “montagna e fotografia”

E’ dedicato agli appassionati del binomio “montagna e fotografia” il nuovo progetto “Best Of Dolomites | Montagne e fotografia” del fotografo Alberto Bregani, realizzato in collaborazione con Trekkingfotografici.it e la Fondazione Dolomiti UNESCO.

Da oggi, sono ufficialmente online sito e pagina Facebook dell’iniziativa,  dedicata a tutti coloro che amano camminare nelle Dolomiti, alla ricerca del proprio modo di raccontarle attraverso le immagini. A disposizione degli appassionati, saranno disponibili nel tempo, servizi e informazioni per vivere al meglio questa passione.

Racconta Bregani: “Nelle Dolomiti ci sono cresciuto, le ho vissute in ogni loro aspetto. Le frequento tuttora per il mio lavoro di fotografo. Proporre questa formula di trekking fotografico così particolare e completa significa per me offrire tutto ciò che conosco di esse, tutti gli ingredienti e i consigli per fotografarle. Non per inseguire necessariamente le classiche immagini iconografiche che tutti conosciamo e alle quali siamo un po’ troppo spesso vincolati; ma per aiutare ogni partecipante a uscire da questa visione ed entrare nella sua personale, ricercando con la fotografia ciò che sente più vicino al suo modo di vivere e percepire la grandiosità di queste montagne.”

Best of Dolomites. Foto: Alberto Bregani

Cuore pulsante di “Best of Dolomites”, nove splenditi itinerari

Sono nove i trekking fotografici ai quali iscriversi, suddivisi per i nove sistemi dolomitici, per vivere un’esperienza unica, non solo per la bellezza degli ambienti attraversati ma anche per la formula proposta. Ad ogni trekking è collegato un tema per renderlo ancora più interessante, originale e ricco di suggestioni. Ogni appuntamento prevede incontri con personaggi ed esperti locali che, con le loro testimonianze, regaleranno curiosità e particolarità dei luoghi visitati, per portare il partecipante dentro la loro storia, la cultura e le tradizioni, valorizzandoli una volta di più.
La supervisione tecnica e logistica è di TrekkingFotografici, tra le più conosciute e affidabili realtà italiane del settore, fondata dal fotografo e filmmaker Mirko Sotgiu che, insieme a Bregani, accompagnerà i partecipanti lungo i sentieri dei trekking previsti dal programma.
“Mi fa molto piacere prendere parte a un progetto come Best of Dolomites – commenta Sotgiu – È importante innovare, proporre novità, nuove formule. Best of Dolomites offre un mix molto valido, di grande qualità: fotografia, trekking, storia, cultura e tradizioni. Ma anche consigli tecnici, condivisione di esperienze, innumerevoli spunti fotografici e di riflessione per i partecipanti. “

Best of Dolomites. Foto: Alberto Bregani

La fotografia quale strumento narrativo per conoscere i valori eccezionali, universali che stanno alla base del riconoscimento delle Dolomiti a Patrimonio Mondiale UNESCO

Best Of Dolomites rappresenta un nuovo invito a celebrare le unicità delle Dolomiti in tutte le loro espressioni, lungo i propri sentieri, i rifugi che le popolano, le genti che le rappresentano. Per questo Best Of Dolomites ha ottenuto il patrocinio e la collaborazione della Fondazione Dolomiti UNESCO“Trovandosi in sintonia con la filosofia e gli obiettivi di Best of Dolomites, la Fondazione partecipa attivamente a questo progetto in quanto trasmette ai partecipanti – anche attraverso il supporto prezioso delle Guide Alpine – le peculiarità di un ambiente montano unico al mondo – spiega Marcella Morandini, Direttore Fondazione Dolomiti UNESCO – La verticalità, la varietà di forme e i colori di questi paesaggi sapranno certamente ispirare i fotografi e regalare loro emozioni autentiche. “

Croda da Lago (2.701 m), Cortina d’Ampezzo
vista da Malga Peziè de Parù. Sistema dolomitico n.1: Pelmo, Croda da Lago. ©Alberto Bregani