MENU

12 febbraio 2020

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Resto del Mondo

Patagonia: Colin Haley e Alex Honnold salgono tre cime in un giorno

Patagonia: Alex Honnold in primo piano e Colin Haley. Foto: A. Honnold/facebook

La cordata americana voleva completare la traversata del “Care Bear”. Rallentati dal ghiaccio e dalla neve, i due hanno deciso di scalare l’Aguja Guillaumet, l’Aguja Mermoz e L’Aguja Val Biois in giornata

Colin Haley e Alex Honnold, sono stati in Patagonia per una settimana  e, beneficiando di una finestra favorevole, si sono lanciati nella traversata del “Care Bare”,  che si chiude con la salita del Fitz Roy; purtroppo le condizioni trovate sul posto non lo hanno permesso. Sebbene il loro progetto iniziale non sia andato a buon fine, i due climber hanno realizzato comunque un’impresa: la salita di tre cime del massiccio del Fitz Roy in un giorno.

La cordata americana è infatti riuscita a collegare l’Aguja Guillaumet, l’Aguja Mermoz e l’Aguja Val Biois, prima di tornare a valle.

Colin Haley ha raccontato alcuni dettagli di questa prima uscita della stagione in Patagonia attraverso i suoi canali social :

“Divertente giornata in montagna sabato con Alex Honnold. Speravamo di effettuare la traversata del”Care Bear” in un giorno, ma già nella seconda lunghezza della  Brenner Ridge c’erano segnali (un diedro molto ghiacciato) che probabilmente non avremmo potuto realizzare  il nostro piano originale. Anche dopo un po’ di giorni senza precipitazioni, c’era ancora molto ghiaccio nelle fessure, sulle prese nella parete e neve sulle sporgenze.

La maggior parte delle lunghezze è ancora perfettamente scalabile in queste condizioni, ma la salita viene rallentata molto di più che in condizioni asciutte, quindi è difficile superare rapidamente molto terreno.

Dopo aver scalato l’Aguja Guillaumet  e l’Aguja Mermoz, era abbastanza chiaro che  El Chaltén (nome originale del Fitz Roy) era fuori dai giochi. Nonstante ciò, abbiamo deciso di continuare e abbiamo salito l’Aguja Val Biois, raramente scalata.

È stato un viaggio molto più breve di quanto ci aspettassimo, ma in ogni caso, scalare tre cime in Patagonia tra l’alba e il tramonto è stata un grande giornata! … Di certo ci sentiamo molto più caldi ora, quindi speriamo di avere più opportunità di scalare in montagna nelle prossime settimane”

Patagonia: Alex Honnold e Colin Haley scalano tre cime in un giorno. Fonte: A. Honnold/facebook

Traversata del Care Bear

La traversata del Care Bear, piuttosto popolare tra gli scalatori  in Patagonia, come indicato da Rolando Garibotti su PataClimb.com, è costituito da quasi 2.000 metri di dislivello positivo ed è stata effettuata per la prima volta da Dana Drummond e Freddie Wilkinson in tre giorni, nel 2008. Numerose le successive ripetizioni, sempre in tre giorni.

Tentarla in un giorno è un’impresa riservata a pochissimi. Colin Haley e Alex Honnold hanno già ripetutamente dimostrato di appartenere a questa elite. In effetti, Alex Honnold conosce bene il percorso, perché nel febbraio 2014 lo ha scalato con Tommy Caldwell, estendendolo a cinque giorni di frenetica attività, con altre quattro cime. In quell’occasione ci vollero due giorni per salire l’Aguja Guillaumet, l’Aguja Mermoz e il Fitz Roy.

La traversata del Care Bear, in Patagonia, si sarebbe aggiunta al vasto curriculum di entrambi gli scalatori. I due erano in cordata nel 2016, quando hanno ripetuto la traversata del Torre in 20h:40; e anche “The Wave Effect Direct” che include l’Aguja Desmochada, l’Aguja de la Silla e il Fitz Roy, in 17 ore. (Fonte)