MENU

13 marzo 2019

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Ambiente e Territorio · Europa

Quattro persone travolte da una valanga sul Ben Nevis, in Scozia

Fonte: Telegraph.co.uk

Tre le vittime: due britannici e uno svizzero

Tre alpinisti sono morti, ieri 12 marzo, travolti da una valanga sul Ben Nevis (1344 metri),  la montagna più alta di Scozia e del Regno Unito. Un quarto è rimasto ferito.

Le vittime, secondo il quotidiano Nouvelliste di Sion, sarebbero uno svizzero e  due britannici. Svizzero anche l’alpinista ferito.

L’incidente è avvenuto alle  11:50 (ora locale), sul versante nord-orientale della montagna.

Alle 18:00 di lunedì sera, il servizio scozzese di informazione-valanghe  (Scottish Avalanche Information Service)  aveva segnalato come “alto” il rischio valanghe sul versante nord-orientale del Ben Nevis, precisando che temperature “gelide”, forti nevicate e forti venti legati alla tempesta Gareth avrebbero provocato “un’alta instabilità” sulla montagna.

Sempre secondo il servizio informazione-valanghe scozzese, ci sono state quattro distinte valanghe sul Ben Nevis nell’ultimo mese. Sabato alle 13 circa, una valanga è stata segnalata anche nella gola numero cinque.

Ci sono stati  11 morti sulle montagne scozzesi quest’inverno ma, solo questi ultimi tre,  vittime di valanga. Durante l’inverno 2012-13, otto persone sono morte travolte da slavine.

Un alpinista ha scattato una foto delle condizioni in cima al Ben Nevis martedì Foto: PA. Fonte: telegraph.co.uk

Fonte