MENU

7 marzo 2019

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Resto del Mondo

Ricerche Nardi-Ballard sul Nanga Parbat. Elicotteri fermi a Skardu

Nanga Parbat. Team di ricerca in azione. Fonte: staff Daniele Nardi/facebook

Nuovamente chiuso lo spazio aereo nel Nord del Pakistan

La squadra di Álex Txikon ieri  ha individuato due sagome sullo Sperone Mummery. Questa mattina,  era prevista una nuova esplorazione dello Sperone per approfondire quanto rilevato con il telescopio dal Campo Base.

Anche l’ambasciatore italiano in Pakistan, Stefano Pontecorvo, aveva confermato gli avvistamenti  di  Txikon e della sua squadra. Per questo gli elicotteri che avrebbero dovuto riportare il basco e il suo team al K2 dovevano essere destinati a questa operazione (ricordiamo che Txikon ieri aveva pubblicato un post in cui comunicava l’intenzione di ritornare al K2, con la sua squadra: “Se tutto andrà bene, domani, giovedì, torneremo al campo base del K2. Da lì vi informeremo di tutto ciò che è successo.” Per contro, lo staff di Daniele Nardi aveva riferito di voler proseguire le ricerche).

Anna Piunova di Mountain.ru ha segnalato che una formazione dell’aviazione militare Pakistana  sarebbe pronta a partire da Skardu fin da questa mattina. Purtroppo lo spazio aereo nel Nord del Pakistan risulta  chiuso  nuovamente a causa delle forti tensioni con l’India.
I piloti sono  in attesa che lo spazio aereo riapra per svolgere la missione al Nanga Parbat.
Piunova segnala anche che le notizie divulgate sul web, circa l’arrivo degli elicotteri al CB è infondata.

Intanto, il tracker online di Alex Txikon  segnala il basco in discesa lungo la Valle Diamir, pertanto non più al CB del Nanga Parbat.

Posizione Alex Txikon, 7 marzo 2019 (da Tracker online)

Restiamo in attesa di nuovi aggiornamenti…

Aggiornamento delle ore 17:00:

Dallo staff di Nardi: “Purtroppo oggi, gli elicotteri non sono riusciti a portarsi al campo base del Nanga Parbat poiché dirottati per un altro obbiettivo di motivo militare.
Siamo costretti a rimandare le operazioni programmate per oggi a domani, sperando che le previsioni metereologiche e le condizioni militare permettano di volare al Nanga Parbat.
Alex Txikon e tutta la sua squadra è giunta al villaggio di Ser dove passeranno la notte e direttamente da li verranno prelevati dagli elicotteri.”