MENU

8 aprile 2019

Ski · Ski Touring e Ski Alp · Italia · Trentino Alto Adige

Robert Antonioli vince la sua seconda Coppa del Mondo di Scialpinismo 2019

arch. ISMF CdM Scialpinismo 2019, Madonna di Campiglio, prova Vertical

Werner Marti (SUI) vince l’ultima gara Vertical della stagione, ma Robert Antonioli (ITA),  con  la seconda posizione,  si aggiudica la sua seconda Coppa del Mondo in classifica generale. Tra le donne domina la francese Axel Gachet Mollaret

E’ stata una  sfida combattuta, quella che si è svolta il 4 aprile scorso, con partenza da Madonna di Campiglio e arrivo sul Monte Spinale, dopo un percorso di 3500 metri di sviluppo e 650 metri di dislivello. Sotto una intensa nevicata,  il primo atleta a tagliare il traguardo è stato lo svizzero Werner Marti. È riuscito a staccare gli avversari a 200 metri dalla fine, imponendo un ritmo insostenibile, arrivando 13 secondi prima dell’italiano Robert Antonioli, che ha raggiunto così l’obiettivo della giornata e soprattutto della stagione, vincendo la sua seconda Coppa del Mondo di Scialpinismo. Dietro di lui, Michele Boscacci (vincitore della Coppa del Mondo 2018 overall), giunto al traguardo a soli 6 secondi dal connazionale.

Federico Nicolini (ITA) è arrivato quarto, Anton Palzer (GER) quinto e Davide Magnini (ITA) sesto, 40 secondi dietro al vincitore ma primo nella categoria Espoir, seguito dall’atleta proveniente dall’Alto Adige (ITA) Alex Oberbacher.

Tra gli Espoir Men, come anticipato, la vittoria è stata per il corridore del Centro Sportivo dell’esercito Davide Magnini, che ha preceduto il leader francese in classifica generale Thibault Anselmet di 20 secondi, inseguito da Samuel Equy (FRA).

Robert Antonioli, CdM Scialpinismo ISMF, Madonna di Campiglio 2019, prova Vertical. Fonte: facebook. Foto: Stefano Jeantet

Anche la gara femminile è stata particolarmente combattuta e alla fine,  ha trionfato la favorita, la francese Axelle Gachet Mollaret, precedendo la svizzera Victoria Kreuzer di 51 secondi. La veneziana Alba De Silvestro (ITA) ha conquistato la terza posizione, staccata di solo 1 minuto e 43 secondi, poi la slovacca Marianna Jagercikova (4 ° posto), la spagnola Marta Garcia Farres (5 ° posto) e l’italiana Giulia Murada (6 posto). La giovane concorrente del Centro Sportivo dell’Esercito è stata anche la migliore tra le Espoir, 18 secondi più veloce della svizzera Arina Riatsch, che a sua volta ha preceduto la sua compagna di squadra Alessandra Schmid.

Tra gli Junior Men, l ‘Italia ha vinto grazie all’atleta valdostano Sebastien Guichardaz, che ha mantenuto il comando della gara dalla partenza, riuscendo a staccare gli avversari e chiudendo con un tempo di 26’23 “. Dopo di lui, con una distanza di soli 10 secondi, lo svizzero Aurélien Gay in seconda posizione, mentre l’austriaco Paul Verbnjak è arrivato terzo, 13 secondi dopo. Gli italiani Fabien Guichardaz e Daniele Corazza sono giunti rispettivamente al quarto e quinto posto.

Tra le Junior Women, altro successo stagionale per la russa Ekaterina Osichkina, che ha inflitto un distacco di quasi 2 minuti alla svizzera Emilie Farquet, seguita dalla francese Malaurie Mattana e dalle italiane Samantha Bertolina e Valeria Pasquazzo.

Marti e Kreuzer Vincono la Coppa di Specialità Vertical

Al termine della sfida sul Monte Spinale è stata decretata la classifica finale della gara Vertical. Werner Marti (SUI) ha vinto con 300 punti, seguito da Anton Palzer (GER) con 235 punti e Robert Antonioli (ITA) con 185 punti. Tra le donne, Victoria Kreuzer (SUI) si è aggiudicata la vittoria con 280 punti. Dietro di lei, la spagnola Nahia Quincoces Altuna con 191 punti e la francese Axelle Gachet Mollaret con 180 punti.

Per qunto riguarda la categoria Espoirs, l’italiano Davide Magnini ha trionfato con 250 punti, precedendo il belga Maximilien Drion Du Chapois con 220 punti e il francese Samuel Equy con 200 punti. Successo italiano anche tra le donne con Giulia Murada (300 punti) contro i 190 punti della svizzera Alessandra Schmid e i 145 punti della compagna di squadra Ilaria Veronese. Alla fine, tra i Juniors, la vittoria della Coppa di Specialità Vertical è andata a Sebastien Guichardaz (ITA) con 280 punti, seguito dallo svizzero Aurélien Gay con 260 punti e dal connazionale Florian Ulrich con 146 punti. Tra le donne, la russa Ekaterina Osichkina ha trionfato con 300 punti, mentre la svizzera Emilie Farquet ha ottenuto la seconda posizione con 210 punti e la francese Malaurie Mattana la terza con 180 punti.

Tutti i risultati

Senior Men
1. Werner Marti (SUI)
2. Robert Antonioli (ITA)
3. Michele Boscacci (ITA)

Senior Women
1. Axelle Gachet Mollaret (FRA)
2. Victoria Kreuzer (SUI)
3. Alba De Silvestro (ITA)

Espoir Men
1. Davide Magnini (ITA)
2. Thibault Anselmet (FRA)
3. Samuel Equy (FRA)

Espoir Women
1. Giulia Murada (ITA)
2. Arina Riatsch (SUI)
3. Alessandra Schmid (SUI)

Junior Men
1. Sebastien Guichardaz (ITA)
2. Aurélien Gay (SUI)
3. Paul Verbnjak (AUT)

Junior Women
1. Ekaterina Osichkina (RUS)
2. Emilie Farquet (SUI)
3. Malaurie Mattana (FRA)