MENU

3 febbraio 2020

Ski · Ambiente e Territorio · Alpi Orientali · Aree Montane · Italia · Trentino Alto Adige

Sci in Trentino: un infortunio ogni 10.000 passaggi in pista

Soccorso sulle piste da sci. Fonte: www.cri.it

Dieci gli infortuni mortali nell’ultimo decennio. Presentato il “dodecalogo” dello sciatore, buone pratiche per sciare in sicurezza

In Trentino si registra un infortunio sugli sci ogni 10.000 passaggi in pista. Se n’è parlato a Rovereto in un convegno che ha messo a confronto oltre 150 operatori delle ski area alpine provenienti da Alto Adige, Belluno, Verona e Valle d’Aosta.
I dati, raccolti da fine anni ’90,  indicano un incremento proporzionale all’aumento di passaggi agli impianti: 5 anni fa, con 60 milioni di passaggi annui, si registravano 8.000 infortuni; nell’ultima stagione invernale completa i passaggi sono stati 80 milioni. Gli infortuni mortali sugli sci nella Provincia di Trento sono stati dieci nell’ultimo decennio: in sette casi si è trattato di un’uscita di pista autonoma dello sciatore. Nell’80% dei casi gli incidenti sugli sci riguardano cadute senza scontro con altri sciatori.
Nel corso del convegno è stato  presentato anche il “dodecalogo” dello sciatore: 12 buoni consigli per sciare in sicurezza illustrati a fumetti animati, con un video e una brochure.
La giornata formativa, rivolta a operatori, gestori, forze dell’ordine, soccorritori, è stata organizzata dalla Provincia autonoma di Trento, Trentino Sviluppo, Ordine ingegneri e Trentino School of Management.