MENU

21 maggio 2020

Ambiente e Territorio · Cultura · Alpi Orientali · Aree Montane · Italia · Trentino Alto Adige

“I Suoni delle Dolomiti”, rinviato al 2021

Foto arch. I Suoni delle Dolomiti. Fonte: visittrentino

Garantire le necessarie condizioni di sicurezza e i distanziamenti richiesti avrebbe penalizzato l’identità stessa del festival, un’esperienza di condivisione per sua natura

Al termine di un lungo percorso di verifiche e di confronti con i partner e le APT di ambito con cui viene organizzato e promosso il festival I Suoni delle Dolomiti, l’organizzazione ha preso atto che non esistono le condizioni per evitare eventuali rischi senza snaturare le peculiarità di questo festival unico nel suo genere.

L’edizione numero 26 dell’evento di punta dell’estate trentina, viene pertanto rinviata all’estate 2021.

«Abbiamo sperato fino all’ultimo – afferma Maurizio Rossini CEO di Trentino Marketing – di riuscire a trovare una soluzione per garantire lo svolgimento del festival. Abbiamo però dovuto arrenderci di fronte al fatto che non ci sono le condizioni per garantire la sicurezza e il distanziamento richiesti, rispettando al tempo stesso l’identità di una manifestazione che ha come valore aggiunto proprio la condivisione di un’esperienza emozionale nella natura e tra le Dolomiti e in particolare il rapporto umano dato dalla vicinanza del pubblico con gli artisti.»