MENU

18 maggio 2018

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Resto del Mondo

Il vento costringe Carlos Soria ad abbandonare il suo tentativo sul Dhaulagiri

Carlos Soria e Sito Carcavilla in cammino verso C1. Foto: C. Soria

Il piano iniziale prevedeva per ieri, la partenza  da Campo 3 per superare i mille metri di dislivello che separavano la cordata dalla cima

Fin da quando Soria e compagni hanno lasciato il campo base, il 15 maggio scorso, la loro grande incognita è stata il vento che, seppur previsto elevato al momento della partenza, poteva consentire di raggiungere il vertice del Dhaulagiri (8.167 m).

Durante la salita,  le informazioni meteo che hanno ricevuto da Víctor Baia, indicavano lievi miglioramenti. Tuttavia ieri, in prossimità del Campo 3, la forza del vento è aumentata.

Carlos Soria e i suoi due compagni, Sito Carcavilla e Luis Miguel Lopez Soriano, hanno montato le loro tende ma molti altri alpinisti arrivati dopo,  non sono riusciti a farlo a causa delle forte raffiche a quella pendenza.

Ieri, oltre a Carlos Soria, altri venti alpinisti e quattordici sherpa hanno raggiunto ​Campo 3

Carlos Soria, Sito Carcavilla e Luis Miguel Soriano hanno così accolto nelle loro tende due alpinisti andalusi (Pepe Saldaña e Fernando Fernández Vivancos), ritrovandosi in cinque persone in una tenda da tre, situazione che non ha consentito loro di riposare.

Nel tardo pomeriggio, Carlos, Sito e Luis – a causa della forza del vento – non sono partiti per il loro tentativo alla vetta, come previsto. Questa mattina, in considerazione delle previsioni che per le giornate di oggi e domani segnalano venti molto forti (da 40 a 50 km / h), hanno deciso di scendere, cosa che hanno fatto quasi tutti gli alpinisti che si trovavano a Campo 3.

Gli unici due che dovrebbero tentare la cima oggi, sono il ​​cileno Juan Pablo Mohr e il basco Jonatan García. Al momento della divulgazione di queste informazioni, fornite da Dario Rodriguez di Desnivel questa mattina, si trovavano a 7.600 metri ed erano incerti se procedere o meno.

A Campo 3, rimangono il polacco Waldemar Kowalewski, l’indiano Debasish Blswas e Pasang Sherpa, il coreano Mr. Kim, la cinese Han Zijun (e quasi certamente i due sherpa che li accompagnano), e la spagnola Eva Zarzuelo. Tutti gli alpinisti e gli sherpa che hanno passato la notte al Campo 3 stanno bene. Gli sherpa ieri, a causa del maltempo, non hanno potuto installare una corda fissa dal Campo 3.

Carlos Soria, Sito e Luis stanno scendendo. Il loro piano è di trascorrere la notte a Campo 1 e domani mattina rientrare al Campo Base. Fino a quanto Soria non tornerà al CB non sappiamo se sarà effettuato un nuovo tentativo o meno, anche se sembra difficile si possa attuare in questi giorni.