MENU

8 gennaio 2020

MB Outdoor Travel · Europa

Viaggio fotografico:
“Il fascino dell’Islanda Invernale”.
(GRUPPO COMPLETO).

MountainBlog Outdoor Travel propone un viaggio fotografico dal 22 al 29 marzo 2020 alla scoperta del “Fascino dell’Islanda invernale”. In compagnia del fotografo naturalista Alessandro Gruzza per scoprire e fotografare uno dei luoghi paesaggisticamente più spettacolari al mondo, ma anche per vedere di persona i segni del cambiamento climatico. Iscrizioni aperte fino ad esaurimento posti.

Al limite del Circolo Polare Artico, l’Islanda è un paradiso fotografico dove la Natura mostra pienamente il suo spirito selvaggio e primordiale. Una ricchezza fatta di lagune e cascate, montagne e ghiacciai, vulcani e geyser che nel periodo invernale è impreziosita ancor più dallo spettacolo delle aurore boreali.

Il viaggio fotografico è rivolto ad un gruppo di massimo 4 partecipanti accompagnati da una guida italiana (da più di dieci anni residente in Islanda e che vanta  una profonda esperienza del territorio) e da Alessandro Gruzza, fotografo professionista, specializzato in fotografia di paesaggio.

Il programma prevede l’esplorazione di alcuni tra i luoghi più affascinanti dell’isola, scelti allo scopo di viverne e fotografarne la straordinaria bellezza naturale nei momenti di luce migliore.

Alle elevate latitudini del grande nord (Reykjavík è a circa 64 gradi nord), giorno e notte si scambiano il testimone con molta più gradualità:  albe e tramonti durano di più e le opportunità di giocare con magiche luci potenzialmente si moltiplicano. Nella seconda metà di marzo, vi sono a disposizione circa 12/13 ore di luce al giorno, mentre le ore notturne offrono la possibilità di poter ammirare il fenomeno davvero unico delle aurore boreali.

Condivideremo l’esperienza di viaggio e fotograferemo insieme in un luogo tanto bello quanto fragile, dove il paesaggio è in costante cambiamento anche a causa del rapido riscaldamento climatico. Il viaggio viene proposto nell’ambito del progetto MountainBlog Outdoor Travel, che ha tra i suoi obiettivi anche la sensibilizzazione ambientale.

Attrezzatura fotografica: per poter sfruttare appieno le opportunità fotografiche, sono altamente consigliati una fotocamera reflex o mirrorless digitale con obiettivi intercambiabili dal grandangolo al medio-tele e un solido treppiede. Chi disponesse di filtri (in particolare polarizzatore, graduati e grigi neutri) è invitato a portarli, poiché come vedremo sono molto utili nella fotografia di paesaggio. In ogni caso, ciò che va assolutamente portato con sé sono la passione per la fotografia, l’amore e il rispetto per la Natura!

Abbigliamento: a fine marzo, in Islanda le temperature,  mitigate dalla Corrente del Golfo, “normalmente” non sono particolarmente rigide ed oscillano tra 0 e 5 gradi. La presenza di vento, spesso forte, aumenta però la percezione del freddo, specialmente la mattina presto e la sera tardi.
L’abbigliamento consigliato è quindi quello tipico per escursioni invernali in alta montagna alle nostre latitudini: più strati che permettano traspirazione, isolamento dal freddo e protezione dal vento. In particolare, uno strato interno traspirante per mantenere il calore del corpo senza sudare (ad es. in lana merino, perfetta per queste condizioni), uno o più strati intermedi che forniscano isolamento e trattengano il calore corporeo senza limitare i movimenti, uno strato esterno antivento (ad es. piumino) con eventualmente un guscio impermeabile. Sono poi indispensabili un caldo berretto, sciarpa/scaldacollo, calzini grossi e guanti, in quanto la maggior parte del calore corporeo viene perso dalla testa e le parti del corpo più vulnerabili al freddo sono mani e piedi. Come materiale anche qui si consiglia la lana. Per le calzature: scarponi da montagna impermeabili con ramponcini per potersi muovere in sicurezza anche in presenza di tratti ghiacciati. Da non dimenticare una luce frontale ed una borraccia.

Meteo: il programma di ogni giornata può essere soggetto a variazioni dovute alla variabilità delle condizioni atmosferiche, in particolare a queste latitudini dove le condizioni possono essere molto dinamiche ed estreme.
Il programma verrà quindi ottimizzato a seconda del meteo motivo per il quale ai partecipanti è richiesta una certa flessibilità. Detto questo, condizioni di marcata variabilità presentano spesso momenti di rara opportunità fotografica e molte immagini spettacolari sono state realizzate proprio in giornate apparentemente avverse, quando un’improvvisa lama di luce filtra tra le nuvole o un arcobaleno spunta nella pioggia. Uno degli obiettivi del viaggio è proprio quello di imparare ad osservare ed apprezzare ciò che la natura ci dona in ogni momento, nelle sue innumerevoli manifestazioni.

Giorno 1 – Arrivo a Reykjavík – Incontro in hotel con il gruppo. Incontro con il gruppo in hotel a Reykjavík entro le ore 19.00. Sistemazione in hotel e resto della serata a disposizione con cena libera in uno dei tanti ristoranti della città. Pernottamento: Reykjavík.

Giorno 2 – La Penisola dello Snaefellsnes. Al mattino, trasferimento verso la penisola dello Snaefellsnes situata nella parte occcidentale dell’isola. Nel corso della giornata attraverseremo la spiaggia di Ytri Tunga con i suoi giochi di luce e la colonia di foche, il Villaggio di Arnarstapi con le sue scogliere nere e le falesie dalle strane forme, e la spiaggia nera di Djúpalónssandur, fino ad arrivare a Grundarfjördur, dove ci sistemeremo in hotel.
Il villaggio è affacciato sull’oceano proprio di fronte alla montagna di Kirkjufell che si erge isolata, circondata da cascate e piccoli fiumi. Andremo ad esplorare questa splendida location con le luci del pomeriggio fino al tramonto, con la speranza di poter ammirare le aurore boreali nel corso della serata. Pernottamento: Grundarfjördur.

Giorno 3 – Il Parco Nazionale del Thingvellir. Uscita all’alba nella vicina zona di Kirkjufell per cercare nuove opportunità fotografiche grazie alle luci del primo mattino. Successiva partenza verso il Parco Nazionale di Thingvellir, area di particolare importanza geologica e vulcanica creata dall’incessante azione della dorsale medio-atlantica, che qui in Islanda raggiunge la superficie. Scopriremo l’antico cono vulcanico di Grábrók con i suoi contrasti cromatici dovuti alle antiche colate di lava nera e le cascate di Barnafoss e di Hraunfossar la cui acqua fuoriesce calda dopo aver attraversato il sottosuolo ed averne assorbito il calore. Proseguimento fino all’hotel nei pressi del villaggio di Laugarvatn. Seconda parte del pomeriggio e tramonto presso la maestosa cascata di Gullfoss (a piani di caduta sfalsati) che con il suo grande fronte si getta in uno stretto canyon di roccia nera. La location è particolarmente interessante d’inverno: grazie alla luce radente ed il manto innevato e la possibilità di assistere alle aurore boreali. Pernottamento: Laugarvatn.

Giorno 4 – Il Golden Circus – Verso la costa meridionale. Uscita all’alba nella zona di Geysir, area geotermica dove i geyser eruttano regolarmente creando colonne di acqua calda e vapore. In seguito, ulteriore visita alla vicina cascata di Gullfoss, per ricercare nuove opportunità fotografiche con luci diverse. Proseguimento fino all’hotel nella zona di Skógafoss. Seconda parte del pomeriggio e tramonto alle cascate di Seljalandfoss e Glrúfrabúi, la prima interessante per la possibilità di camminare alle spalle del getto d’acqua e coglierlo in controluce, e la seconda per essere incastonata in una strettissima gola. In serata, meteo permettendo, ricerca della location migliore per poter ammirare le aurore boreali. Pernottamento: Skógar.

Giorno 5 – La costa meridionale. Uscita all’alba alla cascata di Skógafoss, una delle più affascinanti dell’isola con il suo grande fronte e i quasi sempre presenti arcobaleni. Se le condizioni del terreno e del meteo lo consentiranno, sarà anche possibile effettuare una camminata sul vicino ghiacciaio di Sólheimajökull (attività opzionale da effettuare con una guida – da prenotare e pagare in loco). In seguito, visita alla spiaggia nera di Reynisfjara, altro luogo affascinante grazie ai forti contrasti cromatici e alle particolari strutture rocciose che la circondano e successivo trasferimento al Parco Nazionale di Skaftafell dove, a seconda delle condizioni del terreno e del meteo, sarà possibile una passeggiata per raggiungere la cascata di Svartifoss o la lingua terminale del ghiacciaio di Skaftafellsjökull.  Proseguimento fino all’hotel nella zona di Skaftafell. Per il tramonto, trasferimento al lago morenico di Jökulsárlón, caratterizzato da numerosi iceberg che spesso si fermano sulla spiaggia nera, formando contrasti cromatici unici e splendida location per poter avvistare l’aurora boreale. Pernottamento: Skaftafell.

Giorno 6 – Lagune e ghiacciai islandesi. Uscita all’alba alla Diamond Beach, situata all’estremità della laguna di Jökulsárlón e chiamata così per la presenza solitamente di moltissimi frammenti di ghiaccio dal colore opalino. In seguito, possibilità di esplorare la famosa Ice Cave (grotta di ghiaccio), una profonda cavità dell’enorme ghiacciaio dove la luce crea contrasti ed effetti unici (escursione opzionale eventualmente da prenotare prima della partenza del viaggio – pagamento in loco).  Rientro verso ovest fino all’hotel nella zona di Skógar. Per l’uscita al tramonto e la ricerca dell’aurora boreale, la location verrà scelta a seconda delle condizioni atmosferiche e delle opportunità fotografiche, con la possibilità di esplorare con diversa luce luoghi già visitati nei giorni precedenti, come ad es. la cascata di Skógafoss, la spiaggia nera di Reynisfjara, le cascate di Seljalandfoss. Pernottamento: Skógar.

Giorno 7 – Ancora lungo la costa meridionale – Rientro a Reykjavík. Per l’uscita all’alba, la location verrà scelta a seconda delle condizioni atmosferiche e delle opportunità fotografiche, con la possibilità di esplorare (con diversa luce) luoghi già visitati nei giorni precedenti, come ad es. la cascata di Skógafoss, la spiaggia nera di Reynisfjara, le cascate di Seljalandfoss. Successivamente, trasferimento verso la Riserva Naturale Reykjanesfólkvangur con sosta all’area geotermica di Seltún con il vicino lago vulcanico di Kleifarvatn, le sue spiagge nere e le impressionanti scogliere di Reykjanestá per poi rientrare nel pomeriggio verso Reykjavík. Sistemazione in hotel e serata a disposizione con cena libera. Pernottamento: Reykjavík.

Giorno 8 – Partenza per l’Italia. Dopo la prima colazione, i partecipanti saranno liberi fino alla partenza del volo per l’Italia, con trasferimento in aeroporto a seconda dell’opzione scelta (trasferimenti in autonomia o prenotati tramite il Tour Operator).

N.B.: programma ed orari indicati potrebbero essere modificati a seconda di condizioni atmosferiche e necessità organizzative.

Profilo di Alessandro Gruzza: in qualità di fotografo professionista accompagnatore, Alessandro sarà a vostra completa disposizione per trasmettervi la sua personale conoscenza fotografica e condividere l’esperienza di viaggio. Il suo profilo professionale e biografico può essere visualizzato a questo link.

Quota di partecipazione: l’organizzazione del viaggio è affidata al tour operator VIA Travel.
La quota di partecipazione è di € 2.640,00, da versare secondo queste modalità:

  • € 700,00 quale caparra confermativa al momento dell’iscrizione;
  • € 1.940,00 a saldo entro il 28 febbraio 2020.

La quota comprende:

  • Trasferimenti in van/minibus a seconda del numero di partecipanti per l’intera durata del viaggio;
  • Guida locale/autista parlante italiano;
  • Ingressi ai siti, tasse di parcheggio per le attività indicate nell’itinerario;
  • Pernottamenti per 7 notti in camera doppia in hotel 3/4 stelle con bagno privato e trattamento di bed&breakfast (pernottamento e prima colazione);
  • Assicurazione di Base Medico Bagaglio;
  • Accompagnamento e coaching fotografico.

La quota non comprende:

  • Volo A/R per Reykjavík e trasferimenti aeroportuali da/per l’aeroporto di Reykjavík Keflavík (i partecipanti potranno scegliere se acquistare in autonomia i voli o se rivolgersi al Tour Operator per i preventivi e l’acquisto. I voli potranno essere pianificati con partenza da diverse città italiane e con diverse compagnie aeree previa valutazione degli operativi e costi);
  • Escursioni facoltative;
  • Carburante per il veicolo (i costi per i rifornimenti saranno pagati in loco);
  • Polizza Annullamento Viaggio AXA (opzionale, vedi polizza a questo link);
  • Pranzi e cene;
  • Bevande ed extra e quanto non espressamente menzionato alla voce “Le quote comprendono”.

ISCRIZIONI CHIUSE: GRUPPO COMPLETO Se sei interessato ad questo tipo di viaggio puoi segnalarcelo scrivendo a travel@mountainblog.it

Nel caso si volesse prenotare anche il volo A/R per Reykjavík ed i trasferimenti aeroportuali, verrai contattato immediatamente dal Tour Operator per l’organizzazione e l’invio dei preventivi.

Le iscrizioni vengono accettate in ordine di ricezione, fino ad esaurimento posti (massimo 4 partecipanti). Per poter garantire il posto, all’atto dell’iscrizione è richiesto il pagamento della caparra (€ 700,00) da versare tramite bonifico bancario o carta di credito, e la compilazione del modulo d’iscrizione con i dati anagrafici di fatturazione. ​