MENU

20 dicembre 2019

Ambiente e Territorio · Cultura

XXIV Valsusa FilmFest: aperte le iscrizioni online al bando di concorso

Valsusa Film Fest, Conove 2018. Fonte: press VFF

Filmaker italiani e stranieri sono invitati a partecipare e a inviare le loro iscrizioni entro il 5 marzo 2020

È stato pubblicato il bando di concorso cinematografico della XXIV edizione del Valsusa Filmfest,  festial poliartistico sui temi della memoria storica, della montagna e dell’ambiente che da 24 anni anima un territorio aperto all’incontro e al confronto culturale attraverso concorsi cinematografici e numerosi eventi tra letteratura, cinema, musica, teatro, arte e impegno civile.

Filmaker italiani e stranieri sono invitati a partecipare e a inviare le loro iscrizioni entro il 5 marzo 2020.

L’iscrizione si effettua totalmente online nel sito ufficiale dell’evento .

Le sezioni

Le 5 sezioni di concorso sono:
Cortometraggi, Workshop Laboratorio Valsusa, Fare Memoria, Videoclip e Le Alpi.

La sezione “Cortometraggi” è a tema libero e riservata a film e video di finzione della durata massima di 15 minuti, senza preclusione di stili, generi e tecniche di realizzazione.
La sezione “Workshop Laboratorio Valsusa” è a tema libero, è aperta a tutti, ma è rivolta in particolare a cortometraggi amatoriali e/o sperimentali prodotti con piccoli budget. La sezione è aperta anche agli istituti scolastici di ogni ordine e grado.
La sezione “Fare Memoria”, proposta in collaborazione con l’ANPI – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia – è riservata a opere che intendono “fare memoria” di una testimonianza del passato, ispirata al tema o ai valori della Resistenza, o di un avvenimento di attualità che quei valori interpreta.
La sezione “Videoclip” è riservata a videoclip musicali a tema libero della durata massima di 6 minuti, senza preclusione di stili o generi musicali, ma il cui brano non sia una cover di altri artisti.
La sezione “Le Alpi” è riservata a filmati sul tema della montagna: dall’alpinismo e altri sport verticali all’esplorazione, dalla tutela dell’ambiente e delle specie animali alla cultura, alla vita e alle abitudini di piccole e grandi comunità.

Da due edizioni si è deciso di aggiungere la sezione “Workshop Laboratorio Valsusa” per dare spazio ad autori che non potrebbero competere con produzioni professionali.