MENU

7 maggio 2013

Solo Il Vento · Grande Guerra · Sentiero della Pace

| SOLO IL VENTO | Sul Sentiero della Pace con Alberto Bregani

adamello_davideo

Cosa resta oggi a cento anni da quell’immane conflitto? Le ferite del paesaggio sono rimarginate ma molte zone portano ancora i segni delle trincee e dei bombardamenti. In alcuni luoghi si sente ancora, forte, l’urlo della guerra“.

Questo si chiede la voce narrante del suggestivo video a fine post e che descrive il progetto “Verso il centenario della Grande Guerra” della Provincia Autonoma di Trento. Montagne, altipiani, boschi, interi territori del Trentino sono stati trasformati completamente, ove già non sfigurati, per fare spazio alle drammatiche necessità che questa guerra di montagna ha imposto. Quali e quante storie sono state scritte dentro e fuori le trincee, le fortificazioni, i camminamenti fin sopra i 3.ooo metri scolpiti nel ghiaccio, scavati nelle rocce più impenetrabili, a cento anni dallo scoppio di questa immensa tragedia che ha segnato in modo indelebile il destino di questo territorio?

Ecco la missione particolare di “Solo Il Vento“, il progetto che il Servizio emigrazione e solidarietà internazionale – Ufficio emigrazione della Provincia Autonoma di Trento mi ha affidato recentemente: raccontare con la fotografia, in modo del tutto personale ed evocativo, rigorosamente in bianconero e pellicola, le vestigia della guerra in Trentino. Una vera e propria campagna fotografica sui tratti più significativi del Sentiero della Pace, uno spettacolare tracciato che collega i luoghi e le memorie della Grande Guerra sul fronte del Trentino, dal Passo del Tonale alla Marmolada, per una lunghezza di oltre 520 chilometri.

Solo il Vento è un progetto partito già qualche mese fa, con la sostanziosa parte di studio e analisi delle aree, delle storie e degli avvenimenti, avvenuta grazie a una ricca e interessante bibliografia. Ma è da questo mese di Maggio che entra nella sua parte più viva e operativa: la fase che prevede le sessioni di scatto nelle aree che ho ritenuto essere più significative e suggestive rispetto al compito assegnatomi. Ritengo sia un progetto bellissimo, di grande importanza, responsabilità e di profonda emozione per ciò che rappresenta. Nel menù della homepage del blog troverete tutte le informazioni principali per potervi addentrare al meglio nello spirito del progetto.

Questo mio primo post di inaugurazione mi dà l’opportunità di ringraziare in primis il Dott. Cesare Cornella, Direttore del Servizio emigrazione e solidarietà internazionale – Ufficio emigrazione della Provincia Autonoma di Trento e la Gent.ma D.ssa Chiara Sangiuseppe, del medesimo ufficio, per avermi affidato questo prezioso incarico. Mi auguro vogliate seguirmi in questo viaggio nel Ricordo e nella Memoria. Sono più che certo che toccherà nel profondo anche voi. Vi aspetto per i prossimi post, sia nel blog dedicato e ovviamente anche qui, su MountainBlog.  Non mancate!

Con amicizia,
Alberto Bregani | Fotografo di Montagna

Verso il centenario della Grande Guerra

Tags: ,