MENU

19 ottobre 2011

Ambiente e Territorio · Senza categoria · Apuane le montagne d'acqua · Arrigo Mattiussi · Commissione cinematografica centrale del CAI · Dalle ceneri alla vita · Diane Gilmour · experience · Federica Gironi · Joseph Peaquin · La sfida di Garamba · Loredana Dresti · Mea Arego · National Park Service USA · Parco Nazionale dello Stelvio · Pino Brambilla · Ramon Campoamor · Roberto Granati · Scandinavia Selvaggia · Sondrio Festival · Ungheria una terra d'acqua · Valter Torri · Zoltàn Torok · Ambiente e Territorio

SONDRIO FESTIVAL: VINCE L'AUSTRALIA "Dalle ceneri alla vita" di Diane Gilmour conquista la Mostra

Conclusa  la ricca settimana della natura di Sondrio Festival.


“Dalle ceneri alla vita” (Australia, 2010) di Diane Gilmour vince il Primo Premio “Città di Sondrio” alla XXV edizione di Sondrio Festival.

La rinascita della foresta australiana dopo i devastanti incendi del 7 febbraio 2009 conquista la giuria internazionale guidata da Pino Brambilla, documentarista e presidente della Commissione cinematografica centrale del Club Alpino Italiano.
Il premio è stato assegnato, recita la motivazione, “per aver trattato argomenti scientifici legati al ciclo della vita con una grande sensibilità che ha reso il film particolarmente coinvolgente”.

La giuria internazionale era composta oltre che da Brambilla, dal regista valdostano vincitore della scorsa edizione Joseph Peaquin, dal ranger Mea Arego in rappresentanza del National Parks Service Usa, da Loredana Dresti per il Parco Nazionale dello Stelvio e da Federica Gironi per il Comitato Scientifico di Sondrio Festival.
Ha ricevuto il premio, per conto della regista, Dagmar Rajchanova, presidente di Ecomove International e dirigente dell’Agenzia per l’Ambiente della Slovacchia, che ha avuto parole di elogio per il lavoro della cineasta australiana.

E’stato quindi il regista spagnolo Ramon Campoamor a ritirare il Premio del Parco Nazionale dello Stelvio, assegnato al suo “La sfida di Garamba” “per aver documentato la difficile sfida nella gestione di un Parco compiuta con determinazione e coraggio, unitamente al coinvolgimento della popolazione”. L’autore, visibilmente emozionato, ha voluto dividere idealmente il suo riconoscimento con tutto il personale dell’area protetta congolese.

Il riconoscimento della Regione Lombardia per documentari realizzati nelle aree protette dell’Unione Europea, consegnato da Antonio Tagliaferri, della direzione generale Sistemi Verdi e Paesaggio a Sina Knoll, coordinatrice di produzione di NDR Naturfilm–Studio Hamburg Doclights, è andato a “Ungheria, una terra d’acqua” (Ungheria/Germania, 2010) di Zoltán Török “per aver saputo rendere al meglio il rapporto tra gli habitat naturali e il paesaggio agro-pastorale attraverso una sceneggiatura e un montaggio particolarmente curati”.

La giuria del pubblico, rappresentata sul palco dal presidente Arrigo Mattiussi e da Roberto Granati ha voluto premiare un documentario italiano, “Apuane, le montagne d’acqua” del ligure Valter Torri “per il contenuto scientifico e la qualità tecnica ed artistica di un documentario sorprendentemente poetico e di grandissimo impatto sul pubblico”. Tra i numerosi aspetti positivi che hanno favorevolmente colpito la giuria popolare, la ricerca della perfezione persino nella presentazione dei dettagli, l’enorme interesse, essendo la zona a poca distanza dalla frequentatissima Versilia, le riprese estremamente suggestive e gli originali approfondimenti.
Nel ritirarlo, Torri si è detto particolarmente felice del giudizio degli spettatori, che hanno dimostrato attenzione verso un problema come lo sfruttamento minerario indiscriminato di queste montagne.

La giuria degli studenti, rappresentata da Fabio Carnazzola e Laura Previsdomini, che ha valutato cinque documentari della sezione foreste, ha dato la sua preferenza a “Scandinavia selvaggia”, per le immagini e riprese originali e molto efficaci anche grazie all’utilizzo dello slow motion, per la colonna sonora che sottolinea in modo suggestivo le scene e per gli argomenti trattati, particolarmente coinvolgenti rispetto alla vita degli animali e alla descrizione del loro Habitat”.
Anche in questo caso il premio, messo in palio da Ersaf Lombardia e consegnato da Roberto Carovigno della Direzione Generale Sistemi Verdi e Paesaggio della Regione Lombardia, è stato ritirato da Sina Knoll.

Sul sito web sono presenti i filmati di tutte le serate, spezzoni di documentari in concorso, interviste e retroscena di questa XXV edizione.

Info: www.sondriofestival.it

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,