MENU

17 marzo 2014

Alpinismo e Spedizioni · Ambiente e Territorio · Trail&Sky Running · Claudio Bassetti · Egidio Bonapace · experience · Franco De Battaglia · Franco Nicolini · Marco Facchielli · Matteo Jellilci · SAT · SOSAT · Tra alpinismo lento e veloce · Trento · Alpinismo e Spedizioni · Running · Trail Running · Vertical · Ambiente e Territorio

SOSAT. "TRA ALPINISMO LENTO E VELOCE". Trento, 19 marzo 2014

SOSAT. “TRA ALPINISMO LENTO E VELOCE”: CONFRONTO

Andando veloci sui monti si perde la possibilità di ammirare il paesaggio e godere di una natura straordinariamente bella? Andare veloci specie in certe condizioni si va più sicuri?

A queste e altre domande si cercherà di rispondere nella sede della Sosat in via Malpaga n°17 a Trento mercoledì 19 marzo, nel corso dell’incontro dal titolo: “Confronto tra slow e speedy mountain”.

INVERVENTI

Interverranno all’incontro Egidio Bonapace, guida alpina maestro di sci, presidente dell’Accademia della montagna del Trentino, profondo conoscitore dell’alpinismo in tutti i suoi aspetti, essendo lui, da oltre 25 anni gestore di rifugi, prima il Giorgio Graffer ora il Giovanni Segantini alla Presanella. Bonapace sarà il moderatore del confronto.

Claudio Bassetti, presidente della Sat, che illustrerà la filosofia della lentezza sui monti. Seguirà l’intervento di Franco Nicolini, guida alpina, maestro di alpinismo, pure lui da tre anni gestore di un rifugio, il Pedrotti alla Tosa e noto per le sue imprese ed iconcatenamenti in Dolomiti e quello più rilevante, l’aver scalato in 60 giorni tutti gli 82 quattromila delle Alpi. Nicolini è anche un atleta nello sci alpinismo, ha vinto il tricolore master domenica 9 marzo alla Lagorai Cima d’Asta ed ha al suo attivo due 8000 il Cho Oyu ed il Broad Peak saliti in velocità.

Interverrà poi Franco De Battaglia, giornalista scrittore editorialista del quotidiano l’Adige, narratore primo della montagna e studioso dei suoi aspetti etici. Un altro alpinista veloce è Marco Facchielli, che in montagna, sale con discrezione, ma in velocità. Facchinelli ha 34 anni, nella vita fa il fisioterapista e pratica sci alpinismo agonistico del 2008 mentre fa le skyrace dal 1994. Lo scorso anno ha vinto la gara dell’Elbrus, la più alta vetta del Caucaso di 5642 m e stabilendo il nuovo record di salita in 3h30’. Marco si racconterà in veste di atleta in montagna.

Matteo Jellilci, responsabile del reparto ricerca e sviluppo de La Sportiva azienda che produce scarpe da montagna, arrampicata, tempo libero, sci alpinismo e abbigliamento alpinistico, parlerà del rapporto con i “veloci” che nelle gare sperimentano i materiali poi realizzati in grande serie per gli alpinisti di tutti i giorni.

Info: www.sosat.it

Tags: , , , , , , , , , ,