MENU

16 giugno 2015

Climbing · in evidenza · action · Aleksandr Shikov · Alina Ring · arrampicata sportiva · Asja Gollo · Campionati Europei Giovanili di arrampicata sportiva · Edimburgo · Federclimb · Giorgia Tesio · Hugo Parmentier · Janja Garnbret · lead · Leo Ferrera · Ludovico Fossali · Maksim Diachkov · Mia Krampl · Mikel Linacisoro · Pietro Biagini · Speed · Stefano Carnati · Viktoriia Meshkova. · William Bosi

STEFANO CARNATI è Campione Europeo di Arrampicata U18!

Stefano Carnati. Fonte: www.federclimb.it

Stefano Carnati. Fonte: www.federclimb.it

STEFANO CARNATI SI AGGIUDICA LA MEDAGLIA D’ORO AI CAMPIONATI EUROPEI GIOVANILI DI ARRAMPICATA SPORTIVA A EDIMBURGO

Ai Campionati Europei Giovanili di arrampicata sportiva – specialità Lead e Speed –  appena terminati a Edimburgo, in Scozia, gli Azzurri hanno conquistato un oro, con Stefano Carnati, e quattro bronzi, con Asja Gollo, Giorgia Tesio, Pietro Biagini e Ludovico Fossali.

Ottima la prestazione di Stefano Carnati nella Lead, categoria Youth A (Under 18). Per il climber, classe 1998 di Erba, si tratta del secondo titolo europeo in carriera, dopo quello vinto nel 2013 (anno in cui fece suo anche il Campionato del Mondo). Carnati ha preceduto in finale il francese Hugo Parmentier e il britannico William Bosi.

Nella Lead in campo maschile, bronzo per il genovese classe 2000 Pietro Biagini, categoria Youth B (Under 16), che al termine di una appassionante finale si è dovuto arrendere allo spagnolo Mikel Linacisoro e al francese Leo Ferrera.

Bronzo anche per la vicecampionessa del mondo Asja Gollo nella Youth A (U18): la sedicenne torinese ha terminato la sua finale alle spalle della campionessa del mondo Janja Garnbret (Slovenia) e della svizzera Alina Ring. Particolarmente serrata è stata la sfida finale della categoria Youth B (U16) femminile, con Giorgia Tesio che ha messo al collo la medaglia di bronzo, battuta solo dalla slovena Mia Krampl e dalla russa Viktoriia Meshkova.

L’altro bronzo è arrivato nella Speed, con il modenese Ludovico Fossali autore di una grande prestazione che gli ha permesso di inserirsi tra i russi, i quali hanno occupato cinque delle prime sei posizioni. Fossali nella finale per il 3° posto è stato più veloce di Maksim Diachkov (6”34 a 6”85), mentre la vittoria è andata ad Aleksandr Shikov.

Approfondimenti e Classifiche

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,