MENU

24 febbraio 2011

Ambiente e Territorio · CAI · CAI Cortina · Cortina d'Ampezzo · Etna · experience · Franco Gaspari · Guide alpine · Paola Valle · Paolo Tassi · Unità d'Italia · Ambiente e Territorio

TANTE MONTAGNE, UN’UNICA ITALIA 20 cime per 20 regioni

“20 cime per 20 regioni”: questo il titolo significativo del progetto che il Cai e le Guide Alpine di Cortina dedicano ai 150 anni di Unità d’Italia.
Obiettivo
: salire le vette più alte del Belpaese, toccando tutte le regioni, nessuna esclusa, per un omaggio a un anniversario speciale e un modo innovativo per scoprire le bellezze della penisola.

«Dal punto di vista orografico l’Italia è piena d’asperità, montagne a volte simili a volte così diverse tra loro da sembrare molto lontane nello spazio e nel tempo. Basti pensare a quanto sono differenti le Alpi dall’Aspromonte o l’Etna dalle Dolomiti per accendere la fantasia di un alpinista», spiega Paolo Tassi delle Guide Alpine nel presentare questo tour che durerà un anno. «Un’ottima occasione per conoscere meglio la nostra bella Italia piena di storia, d’arte e di paesaggi incantevoli», aggiunge la presidente del Cai di Cortina, Paola Valle, che sta divulgando il progetto al Cai nazionale nella speranza di coinvolgere tutto il Club Alpino Italiano e le sue tante sezioni disseminate sul territorio.

Il progetto è pronto a partire giovedì 24 febbraio 2011 con la risalita del monte Etna su sci d’alpinismo. Una delle particolarità di questo speciale tour sta nel fatto che ogni cima verrà affrontata in modo differente a seconda della stagione e del luogo: sci, mountain bike o trekking, ogni vetta si trasformerà in un’esperienza davvero irripetibile.

Oltre alle cime più rinomate il viaggio farà tappa alla scoperta di montagne meno note come i pendii della Serra Dolcedorme in Calabria o del monte Cornacchia in Puglia. Un percorso che vuole unire l’Italia attraverso le sue bellezze naturali e che, partito dalla Sicilia, terminerà il 27 ottobre con la risalita del Monte Meta in Molise: un nome che è davvero un traguardo.

«Un’esperienza unica per conoscere, condividere e incontrare le similitudini e le diversità alpinistiche e non solo, di questo mosaico italiano», sottolinea il presidente delle Guide ampezzane Franco Gaspari.

Le Guide Alpine di Cortina hanno alle spalle una tradizione più che secolare per quanto riguarda la montagna. Attualmente sono in 30 e lavorano da sempre per trasmettere le loro conoscenze, la loro passione per questa parte del mondo aspra e tante volte inospitale, ma comunque meravigliosa e sempre capace di regalare emozioni indimenticabili. La loro dimestichezza nel muoversi a diversi metri da terra e la perfetta conoscenza dell’uso delle corde e dei materiali alpinistici ne fanno i professionisti più indicati per farsi accompagnare lungo sentieri o vie ferrate.

Tags: , , , , , , , , ,

  • Christian

    …è curioso… con un amico abbiamo lo stesso identico progetto per una pubblicazione che parli anche di tutti i vari territori e le culture relative che stiamo però organizzando pian piano…

    Alle volte essendo “fratelli” abbiamo idee simili.