MENU

2 settembre 2014

in evidenza · Trail&Sky Running · action · Aldo Giovanni e Giacomo · Alpi · Corro perchè mia mamma mi picchia · corsa in montagna · Franz Rossi · Giovanni Storti · Mountain Book · Tor des Géants · Valle D'Aosta · Running · Trail Running

TOR DES GÉANTS® 2014. Pochi giorni allo start!

Tor des Géants®. Colle di Entrelor. Foto: Enrico Romanzi

Tor des Géants®. Colle di Entrelor. Foto: Enrico Romanzi

TOR DES GÉANT® 2014. TRA MENO DI UNA SETTIMANA, IL VIA ALLA SFIDA NEL CUORE DEI 4 GIGANTI DELLE ALPI

Manca ormai meno di una settimana alla partenza del Tor des Géants® e quest’anno sono moltissime le novità e le iniziative che ruotano attorno a questa grande sfida a fil di cielo.

APPUNTAMENTI E SORPRESE

Sono numerosi gli eventi collaterali che contribuiranno ad animare la località di Courmayeur nei giorni salienti della gara. Tra questi, la presentazione del divertente libro scritto a quattro mani da Giovanni Storti, del trio Aldo Giovanni e Giacomo, e da Franz Rossi, giornalista e corridore, dal titolo “Corro perché mia mamma mi picchia”.
Sabato 13 settembre, al Jardin de l’Ange, alle ore 18.00, il pubblico potrà scoprire questa speciale “biografia podistica”, che ha fruttato ai due amici e compagni di avventure il Premio Bancarella Sport. L’amore incondizionato per la corsa è il leit-motiv di un testo che sa dosare leggerezza e profondità: dalle fughe infantili per sfuggire all’ira materna ai trail in montagna, si dipana un racconto emozionante, intessuto di incontri improbabili, aneddoti e riflessioni.

Esattamente una settimana prima, sabato 6 settembre, vigilia della partenza, atleti e appassionati di trail potranno invece incontrare, al Jardin de l’Ange, alle ore 18.00, i più accreditati tra gli atleti in gara, i favoriti, a Courmayeur per la consegna dei pettorali: un rituale che assume un carattere al tempo stesso di festa e scaramantico. I Top Runner 2014 sono Francesca Canepa, Nerea Martinez, Emanuela Scilla Tonetti, Emilie Lecomte, Megan Hicks, Patrizia Pensa e Denise Zimmermann tra le donne, e Oscar Perez, Franco Collé, Lionel Trivel, Nick Hollon, Christophe Lesaux, Antoine Guillon, Pablo Criado, Jaime Scott, Joe Grant, Giuseppe Grange, Bruno Brunod, Jules Henry Gabioud tra gli uomini.

Sempre il 6 settembre , sono numerosi gli appuntamenti che trasformeranno Courmayeur in un simbolo delle Alpi: un crocevia di incontri ed eventi capaci di fare risaltare al meglio le particolarità della Valle d’Aosta, vero tratto comune tra manifestazioni molto differenti. Il ricco palinsesto comprende “Anci per Expo 2015”, “Lo Matsòn” e la VIII Fête Valdôtaine et Internationale des Patois.

Courmayeur diventerà per un giorno una “città dell’Expo”, presentando le eccellenze enogastronomiche della Valle d’Aosta: un percorso nel gusto ricco di appuntamenti, atelier e showcooking. Nel frattempo, per tutto il giorno, nelle vie del centro, saranno presenti gli stand del Lo Matsòn, la tradizionale fiera enogastronomica di Courmayeur. La Fête Valdôtaine et Internationale des Patois ha incoronato il patois la “Lenga di Géants”: lo stesso messaggio veicolato dal Tor, che deve, infatti, il proprio nome al dialetto di origine franco-provenzale – il patois, appunto – che si parla ai piedi delle Alpi occidentali dove i diversi popoli residenti mantengono ancora oggi vivo e in salute il proprio idioma e la propria identità storica e culturale.

In serata al Jardin de l’Ange è prevista una cena itinerante, che riunisce prodotti tipici di Lo Matsòn, i balli tradizionali, musica e teatro in francoprovenzale: una sintesi della ricchezza culturale che abita tra queste montagne.

Infine, aspettando la partenza del Tor, il 7 settembre, a partire dalle ore 9.00, la Fête Valdôtaine et Internationale des Patois propone, sempre al Jardin de l’Ange, una gustosa colazione, e più tardi, un aperitivo, accompagnati da animazione in lingua francoprovenzale.

TOR DES GEANTS®: TRA RADIO, SOCIAL E CROWD TIMING

Il Tor si corre, si guarda, si legge, si ascolta, si sperimenta con tutti i sensi, ma soprattutto si vive e si condivide. Gli appassionati del Tor non si limitano ad essere spettatori di grandi imprese, ma creano una vera e propria community che ruota attorno alla manifestazione e al movimento del trail. Quest’anno l’organizzazione ha puntato ancora di più al coinvolgimento del pubblico. Molte le novità: dal sito del Tor si potranno guardare in streaming arrivi e partenze dalle basi vita, ma non solo: grazie al Crowd Timing, sperimentato per la prima volta durante il Gran Trail Courmayeur, sarà possibile seguire ancora meglio i propri runner: sul loro pettorale sarà impresso un QR Code. Fotografandolo – anche facendosi un selfie – con uno smartphone dotato di Gps, si potrà registrare la posizione del runner e visualizzarla su una mappa.
La gara rimbalzerà sui vari canali social, come Facebook, Twitter, Instagram, pronta per essere divisa e commentata, privilegiando anche l’etere: Top Italia Radio (TIR) proporrà un live Tor direttamente dal cuore del capoluogo valdostano (Aosta, piazza Chanoux), allestendo una regia mobile con collegamenti alla gara, interviste, ospiti e collegamenti video.

GLI EROI DEL TOR: MARATONABILI E PREMIO FAIR PLAY

I principi fondamentali del Tor, ovvero il rispetto per la natura e l’etica sportiva, la solidarietà e lo “spirito di cordata”, sono fondamentali in montagna. Ecco perché quest’anno la manifestazione apre le porte a Maratonabili, un’associazione di volontariato che si occupa delle persone affette da una malattia rara, la Lnd. Tra i giganti del Tor, quest’anno, ci saranno anche i ragazzi dell’associazione: schierati sulla linea di partenza, muniti di pettorine, proveranno l’emozione di attendere il via. I volontari spingeranno le loro sedie a rotelle per un tratto del percorso, un modo particolare e di grande effetto per sensibilizzare il pubblico e contribuire alla ricerca. Il ricavato servirà anche a raccogliere fondi per l’acquisto di una carrozzina apposita per correre le maratone. Tra gli ideatori del progetto, il genovese Federico Mazzucchi, della Sisportgym Genova, che già l’anno scorso ha partecipato al Tor e contemporaneamente raccolto fondi per la Onlus LND Famiglie Italiane per la ricerca sulle malattie rare.

Tra gli eroi di questa edizione ci sarà anche il primo vincitore del Premio Fair Play Tor des Géants®: un riconoscimento istituito a partire da quest’edizione, assegnato all’autore, o all’autrice, di un’azione memorabile, grande o piccola che sia: un atto di generosità e solidarietà spontanea, un gesto leale e sportivo, compiuti indifferentemente da un atleta, un volontario o uno spettatore. Tutti sono invitati a tenere occhi e orecchie ben aperti e a segnalare prontamente i candidati (contattando direttamente Panathlon VDA). Ad assegnare il premio sarà Carlo Gobbo, giornalista sportivo di fama pluridecennale, presidente del Panathlon Club Valle d’Aosta.

PER I COLLEZIONISTI: L’ANNULLO FILATELICO DEL TOR DES GEANTS®

Come già nel 2013, arriva l’annullo filatelico della manifestazione, un timbro postale speciale che riporta data e logo della corsa: i collezionisti sono sempre alla ricerca di ricordi come questi, curiosità filateliche realizzate in occasioni speciali.
L’annullo sarà eseguito da Poste Italiane in due distinti momenti legati alla corsa 2014:
– sabato 6 settembre, alla consegna dei pettorali al Forum Sport Center di Courmayeur, dalle 14.00 alle 20.00, in un apposito stand dedicato.
– domenica 14 settembre, alla premiazione finale sempre al Forum Sport Center di Courmayeur, dalle 10.00 alle 16.00, in un apposito stand dedicato.
In abbinamento all’annullo è prevista la cartolina ufficiale del Tor 2014, e per i veri appassionati la raccolta delle cartoline delle passate edizioni.

Dettagli e informazioni sul sito di gara: www.tordesgeants.it

Tags: , , , , , , , , ,