MENU

3 ottobre 2014

Ambiente e Territorio · Cult · cinema di montagna · cinematografia di montagna · Club Alpino Italiano · experience · Giovane Montagna · letteratura di montagna · mostre fotografiche · Pale di San Martino · rassegne di montagna · Società Alpinisti Vicentini e Gruppo Alpinistico Vicentino · Trento Film Festival · Vicenza Montagna · Ambiente e Territorio · Cultura

VICENZA E LA MONTAGNA. Aperta la 6^ edizione

281px-vicenza-e-la-montagna-programmaVICENZA E LA MONTAGNA: TRE SERATE DEDICATE AI FILM DI MONTAGNA, TRE INCONTRI LETTERARI E UNA MOSTRA FOTOGRAFICA

Aperta la sesta edizione di Vicenza e la montagna, frutto della collaborazione tra le quattro società alpinistiche vicentine (Club Alpino Italiano, Giovane Montagna, Società Alpinisti Vicentini e Gruppo Alpinistico Vicentino), con il contributo e il patrocinio del Comune di Vicenza.

Anche quest’anno saranno tre le serate dedicate ai film di montagna provenienti dal Trento Film Festival. A queste, si alterneranno altrettanti incontri letterari organizzati in collaborazione con la Libreria Galla che ospiterà, per tutta la durata della manifestazione, una mostra fotografica con focus le Pale di San Martino immortalate di notte dall’obiettivo di Tommaso Forin.

Tra i temi trattati durante la rassegna, il primo conflitto mondiale. In scena i giovani attori di Fabricateatro che proporranno – con uno spettacolo teatrale – brani di autori vari nell’intento di “raccontare per non dimenticare”.

L’ingresso agli appuntamenti è libero, fino ad esaurimento posti.

 

IL PROGRAMMA

DA GIOVEDÌ 2 OTTOBRE AL 26 OTTOBRE 2014
Galla Caffè, piano primo

Mostra fotografica: “Pale di San Martino, dall’alba al tramonto”
di Tommaso Forin
Tommaso Forin, appassionato escursionista nonché fotografo mestrino, ci illustra una montagna diversa, vissuta di notte bivaccando nell’attesa di strepitose albe ed al calar del sole per immortalare tramonti mozzafiato.
L’autore propone scatti unici di scenografiche vedute d’alta quota nelle quattro stagioni, cogliendo con maestria i rari giochi di luce, la drammaticità dei cieli e delle nuvole, soffermandosi anche su frammenti secondari per portare anch’essi alla dignità dei primi piani.
Forin é autore di una pregevole pubblicazione fotografica sulle Pale di San Martino che ha ispirato la mostra fotografica.
Mostra aperta fino al 26 ottobre 2014.

MARTEDÌ 7 OTTOBRE
Teatro Astra – ore 21.00

“La piccola pace e altre storie”
Fabricateatro: laboratorio teatrale permanente. Regia di Ketti Grunchi. In collaborazione con La Piccionaia – I Carrara.
Raccontare significa non dimenticare. Per poter crescere come individui e come collettività non possiamo permetterci di dimenticare. Per amare la pace non bisogna dimenticare la guerra. Lo spettacolo è la risultante di una ricerca compiuta dal gruppo all’interno di un progetto che sta indagando attorno al tema della memoria storica e della guerra: le lettere dei soldati dal fronte, i racconti di Mauro Corona, l’incredibile “tregua di Natale” realmente accaduta durante la prima guerra mondiale, e la guerra ricordata da nonna Caterina, nata e cresciuta all’ombra del panifico di Monte di Malo. In questa serata particolare, il nostro lavoro si incrocia con il tema della montagna, indissolubilmente legato alla guerra e alla sua memoria e si arricchisce di altri frammenti tratti da Autori che tanto hanno raccontato e amato i luoghi e i temi a noi cari, come Erri De Luca o Mario Rigoni Stern. Fabricateatro è un progetto di formazione per giovani attori, e un luogo fisico e progettuale dove i ragazzi possano trovare cultura, innovazione, poesia e artisti ad alto livello con cui confrontare le proprie idee e i propri orizzonti. La Direzione artistica è di Ketti Grunchi.

GIOVEDÌ 9 OTTOBRE
Galla Caffè, piano primo – ore 18.00

Paola Favero presenta il libro “Lorenzo Massarotto. Le Vie” (Luca Visentini Editore)

L’ultimo grande libro edito da Luca Visentini: 536 pagine, 121 foto a colori, 86 foto in bianco e nero con i tracciati delle vie, 88 schizzi tiro per tiro delle vie…un atto d’amore per ricordare il “potente Mass”. Paola Favero dialogherà con noi per aiutarci a capire cosa rende tanto speciali le vie aperte da Lorenzo Massarotto e cosa è rimasto oggi del suo alpinismo.
“Non so cosa sia che mi spinga in montagna da solo. Né perché mi vengano certe idee, che fino a quando non sono realizzate mi fanno sentire come uno a cui manca qualcosa. Mi fanno sentire incompleto. Ma mi mancherà sempre qualcosa. Non so se magari sia quel sottile piacere, o quella distensione psichi- ca, quell’adagiarsi rilassato e rilassante della mente sui ricordi dei momenti di tensione, di paura, d’incertezza, ad avere creato in me uno stato di dipendenza. Forse è proprio un inesauribile bisogno di avventura, di avventura totale. Ed era da tempo che la volevo, che la cercavo”.

MARTEDÌ 14 OTTOBRE
Sala cinematografica Ekuò Patronato Leone XIII – ore 20.45

Vincersi
di Mirko Giorgi e Alessandro Dardani – Italia, 2014 (46’) Il film racconta la storia di un gruppo di giovani atleti non vedenti del CUS Bologna, che condividono la passione per l’arrampicata. Adolescenti determinati e con una grande forza di volontà, alle prese con una disciplina sportiva tra le più difficili, sin- tesi di intelligenza motoria e controllo mentale. Vederli arrampicare desta stupore e ammirazione, così come il rapporto di fiducia straordinario che si instaura con i loro allenatori: una relazione viva, intessuta di elementi tecnici, educativi e sociali che trasformano il training sportivo in una palestra di vita. Vincersi è un diario di viaggio scritto con la lente di un obiettivo discreto, capace di scrutare nelle biografie di ragazzi speciali, che sfidano il loro limite con la forza dell’umiltà e dell’impegno. Avremo graditi ospiti in sala i registi e i protagonisti del film.

GIOVEDÌ 16 OTTOBRE
Galla Caffè, piano primo – ore 18.00

Paola Lugo presenta il libro “Ti scriverò dai confini del cielo” (Edizioni Piemme)
di Tanis Rideout
George Mallory è entrato nella leggenda l’8 giugno 1924 quando, insieme a Irvine, tentò la conquista dell’Everest. La storia ci dice che i due alpinisti non fecero mai ritorno al campo base, e che il solo corpo di Mallory venne ritrovato, quasi intatto, da una spedizione americana nel 1998. Il mito di questo alpinista bello e colto è sempre cresciuto negli anni, alimentato dalla domanda finora senza risposta “Mallory e Irvine avevano raggiunto la cima dell’Everest?” Tanis Rideout, poetessa canadese, non si preoccupa di risolvere l’enigma, ma preferisce dare voce a un Mallory più intimo e segreto, e mettere in scena Ruth, la moglie amatis- sima, bloccata in Inghilterra in un’attesa angosciosa. La lettura di alcune pagine del romanzo, accompagnata dalle immagini dell’avventuroso ritrovamento del corpo di Mallory, sarà lo spunto per ripercorrere una delle pagine più affascinanti della corsa agli 8000.

MARTEDÌ 21 OTTOBRE
Sala cinematografica Ekuò Patronato Leone XIII – ore 20.45

BERGE IM KOPF
di Matthias Affolter – Svizzera, 2014 (93’) IIl film ci rende partecipi della passione e dei dubbi di quattro generazioni di alpinisti. Insieme a Jacques Grandjean proviamo a raggiungere i cristalli che illuminano friabili rocce di pareti strapiombanti. Sulla parete nord del Gross Ruchen, Dani Arnold maledice la tempesta che lo sta investendo. Stephan Siegrist ci porta con sé nella spedizione al pilastro ovest del Makalu, mentre Werner Munter, teorico della valutazione per la riduzione del rischio in ambiente innevato, dall’alto dei suoi 70 anni, è ancora alla ricerca di nuovi itinerari negli angoli più selvaggi della Val d’Hérens.
Premio “Spirito Outdoor” IOG al FilmFestival di Trento 2014. “Spirito Outdoor IOG” significa un modo semplice di vivere l’attività all’aria aperta, non per forza legato alla dimensione epica delle grandi imprese o dei gesti sportivi estremi. Non significa solo sport e prestazione, ma anche viaggio, contemplazione, scoperta, in ambienti naturali dove sia possibile vivere esperienze autentiche ed indimenticabili.
GIOVEDÌ 23 OTTOBRE
Galla Caffè, piano primo – ore 18.00

Elis Bonini e Edoardo Cagnolati, presentano il libro “Spedizione Annibale” (Edizioni ViviDolomiti)
Da Est a Ovest attraverso le Alpi. 75 giorni assieme percorrendo l’intero arco alpino italiano
Il libro è un fotoracconto di ricordi istantanei; 75 “cartoline” di una spedizione fatta di fatica gioia e pienezza, che sul racconto e la condivisione ha gettato i suoi presupposti, cercando di rendere un’esperienza apparentemente solitaria il più globale possibile. In realtà i protagonisti non sono mai soli: il sito, la condivisione, il racconto li proiettano su una piattaforma pubblica che rende più partecipato il loro percorso. Spedizione Annibale è un’impresa dei giorni nostri, è un progetto che nasce dalla volontà di riscoprire le Alpi, uno dei più spettacolari paesaggi italiani, ristabilendo un forte contatto con la natura e con il proprio corpo, che diventa l’unico mezzo di trasporto lungo tutto il viaggio.

MARTEDÌ 28 OTTOBRE
Sala cinematografica Ekuò Patronato Leone XIII – ore 20.45

Mezzalama Maratona di Ghiaccio
Di Angelo Poli – Italia, 2013 (42’)
Una famiglia particolare, una famiglia di atleti, chi professionista, chi semplice amatore, ma ognuno spinto dalla stessa passione: lo sci-alpinismo. Uno sport che richiede fatica, allenamento, spirito di sacrificio, una volontà di ferro e carattere, tanto carattere. Doti fondamentali se si vuole partecipare al Trofeo Mezzalama e sperare di arrivare in fondo! Perchè il Trofeo Mezzalama non perdona, si corre ogni due anni ed è la gara di sci-alpinismo più dura e famosa al mondo. Attraverso la vita della famiglia Cazzanelli, padre figlio e figlia scopriremo tre modi differenti di partecipare a questa manifestazione. Il Trofeo Mezzalama, con i suoi paesaggi, le sue creste sferzate dal vento a oltre 4000 metri e i suoi atleti, è il protagonista indiscusso del documentario.
Premio Lorenzo Lucianer al Miglior Reportage Televisivo al FilmFestival di Trento 2014.
High Tension
di Zachary Barr – Stati Uniti, 2013 (36’)
Nel 2013 il Monte Everest è stato sotto le luci della ribalta in tutto il mondo per la delicata vicenda che ha visto protagonisti Ueli Steck, Simone Moro, una delle più forti cordate al mondo, e il fotografo Jonathan Griffith, attaccati da una folla di sherpa inferociti al Campo 2. L’incidente ha scatenato una raffica di polemiche: sherpa, alpinisti occidentali, società di guide alpine, la montagna stessa sono state oggetto di pesanti critiche. Il film offre uno sguardo esclusivo su quello che è successo quel giorno, e perché.

DOVE

I luoghi di “Vicenza Montagna”:
– Galla Caffè, Piazza del Castello, 2 – Vicenza
– Teatro Astra, Strada delle Barche, 5 – Vicenza
– Ekuò Cinema, (parcheggio consigliato: Parking Fogazzaro) presso Patronato Leone XIII Contra’ Vittorio Veneto, 1 – Vicenza

Simonetta Quirtano

Tags: , , , , , , , , , , ,