MENU

1 maggio 2019

Alpinismo e Spedizioni · Altri · Fly · Vertical · Video Talk · Trento Film festival 2019 · Alpi Orientali · Aree Montane · Italia · Trentino Alto Adige

Maurizio di Palma. Alpinismo e base jumping: due percorsi, due emozioni

Intervista e montaggio: Andrea Monticelli

In una serata-spettacolo in programma al 67° Trento Film Festival si è dibattuto sui vari modi di vivere la montagna attraverso il racconto di protagonisti straordinari, impegnati in sport diversi: dall’arrampicata allo sky running, dallo scialpinismo alla slackline, freeride, parapendio, base jumping e mountain bike.

Tra gli ospiti, Maurizio di Palma, base jumper e alpinista.

“Per fare BASE occorrono conoscenze tecniche molto specifiche –  spiega di Palma – conoscenza della micrometeorologia e dei materiali… bisogna essere molto introspettivi, psicologi di sè stessi..”

Maurizio di Palma. Fonte: fonte-www.brentobaseschool.com

Maurizio ha iniziato a praticare paracadutismo nel 1996. Nel 1998, all’età di 18 anni, si è arruolato volontario nell’esercito dove è rimasto in forze tre anni nella Brigata Paracadutisti Folgore. Nel 2001 inizia a dilettarsi nell’arte del BASE Jump. Ad oggi ha portato a termine con successo più di 4000 salti BASE da oltre 400 spot un pò in tutto il Mondo. Ha realizzando centinaia di salti da pareti, antenne, palazzi, ponti e altro, sia in Italia che all’estero.

“La conoscenza e l’esperienza, sono le uniche fonti da cui attingere quando si affronta una situazione potenzialmente pericolosa come un salto di BASE Jump…esaurite queste, entra in gioco la fortuna…” (Maurizio di Palma)

 Simonetta Quirtano

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: