MENU

21 febbraio 2019

Alpinismo e Spedizioni · Altri · Fly · Vertical · Video Action · Resto del Mondo

VIDEO. Aaron Durogati in Patagonia, tra paragliding e climbing

Aaron Durogati, due volte oro in Coppa del Mondo Paragliding nel 2012 e 2016, a gennaio ha scalato quattro montagne di oltre 2000 metri in due settimane:
Aguja Poincenot (3.002m), Aguja Saint Exupery (2.558m), Mojon Rojo (2.170m), scalato in 6 ore, e l’Aguja d’S (2.230 m). Tranne che per il primo, dopo aver scalato per ore i massicci si è anche lanciato con il suo parapendio, affrontando in più occasioni pericolose raffiche di vento.

«Volare in Patagonia è stata una delle cose più difficili che ho mai fatto e combinare arrampicata e volo è stato fantastico ma allo stesso tempo super impegnativo», ha affermato il campione. «Planare e arrampicarmi per cosi tante ore e avere ancora la concentrazione per decollare da un posto dove non è consentito nessun errore mi ha reso super felice».

Il progetto in Patagonia, a metà tra il paragliding e il climbing, non è ancora concluso: manca il Cerro Torre, la cui scalata è stata interrotta, dopo due giorni, per le condizioni meteo avverse.
Se ne riparlerà dopo la Coppa del Mondo di paragliding, che si terrà a marzo in Brasile.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: