MENU

10 settembre 2015

Cult · Festival ed Eventi · in evidenza · Mountain Book · attualità · Cult · Daniel Pennac · experience · Federico Rampini · Massimo Gramellini · Mauro Corona · Mountain Book · Pordenonelegge · rassegne letterarie · Vito Mancuso · Cultura · Festival ed Eventi Letterari

16° "PORDENONELEGGE". Dal 16 al 20 settembre 2015

600px-pordenonelegge2015-visual-fonte-pagina-facebook-evento

16° PORDENONELEGGE: FESTA DEL LIBRO CON GLI AUTORI

Dal 16 al 20 settembre 2015, torna “Pordenone Legge”,  festa del libro con gli autori che quest’anno proporrà 448 protagonisti internazionali e 297 appuntamenti in 40 sedi del centro storico di Pordenone.

Sarà lo scrittore francese Daniel Pennac a inaugurare mercoledì 16 settembre la 16^ edizione del Festival, curata dal direttore artistico Gian Mario Villalta, Alberto Garlini e Valentina Gasparet.

Con 32 anteprime letterarie nazionali e internazionali, la rassegna sarà come sempre scandita da dialoghi, lezioni magistrali, interviste, reading, spettacoli e percorsi espositivi. Allo scrittore Emmanuel Carrère sarà assegnato il Premio Friuladria “La Storia in un Romanzo” 2015: sabato 19 settembre terrà un incontro sui legami fra il romanzo e la storia. Imperdibili gli incontri di letteratura internazionale con David Leavitt in anteprima col nuovo romanzo, e con Azar Nafisi, Ann-Marie MacDonald, John Boyne, Florence Delay, Azza Filali, Carl-Johan Vallgren, Michel Faber, Andrej Kurkov, Adam Thirlwell, Gordana Kuić, Hyeonseo Lee, Marcelo Figueras.

Tra gli autori italiani, ospiti della kermesse: Federico Rampini, Corrado Augias, Francesco Piccolo, Nicola Lagioia, Daria Bignardi, Concita De Gregorio, Marco Missiroli, Paola Mastrocola, Letizia Muratori, Marcello Fois, Mauro Covacich, Alessandro d’Avenia, Antonio Scurati, Pino Cacucci, Antonia Arslan, Melania Mazzucco, Emanuele Trevi, Dario Vergassola.

A pordenonelegge anche Massimo Gramellini e Chiara Gamberale, che domenica 20 settembre  presenteranno “Avrò cura di te”.  Ci sarà anche Stefano Benni, con il reading “Cari mostri”, in programma nella serata di venerdì 18 settembre.

Pordenonelegge 2015 incrocerà lo spettacolo, con Ramin Bahrami che racconta “Nonno Bach”, con Francesca Archibugi che presenta il dvd dedicato al poeta Pierluigi Cappello, con il reading di Alice in omaggio a Pier Paolo Pasolini, e ancora con protagonisti come Silvio Soldini, Francesco Bianconi, Natalino Balasso, Massimo Cirri e Roberto Vecchioni. Ma Pordenonelegge è anche città della poesia con oltre 50 autori e le novità di Franco Marcoaldi, Simon Armitage, Walter Siti, Aura Christi e Juan Carlos Reche.

Giovedì 17 settembre, la presentazione della biografia di Giovanni Trapattoni, “Non dire gatto. La mia vita sempre in campo tra calci e fischi”,  in dialogo con il co-autore Bruno Longhi alle 19 in Piazza della Motta.

«Sarà un’edizione con focus privilegiato sull’attualità – spiega Gian Mario Villlalta con Alberto Garlini e Valentina Gasparet – Al festival il pubblico incontrerà la grande filosofa ungherese Agnes Heller, in queste ore osservatrice speciale, da Budapest, del dramma dei migranti; lo scrittore ucraino Andrei Kurkov, l’inviato Federico Rampini che interverrà su “L’età del caos”, e il filosofo Edgar Morin che dialogherà sul “Pericolo delle idee”». E ci saranno alcune delle voci più importanti del pensiero e della riflessione sul nostro tempo: Jean-Luc Nancy, Salvatore Veca, Vito Mancuso, John Foot, Massimo Recalcati, Umberto Curi, il matematico Amir Aczel, l’agroeconomista Andrea Segrè, il saggista Umberto Ambrosoli.

Al festival, anche il poeta inglese Simon Armitage. Sarà, inoltre, presentato in anteprima il nuovo libro di Walter Siti, “La voce verticale. 52 liriche per un anno”.

Mauro Corona. Fonte: it.wikipedia.org

Mauro Corona. Fonte: it.wikipedia.org

“VIAGGIO IN ITALIA”, IL NUOVO PROGETTO DI PORDENONELEGGE

Dal “Viaggio in Italia” di Pordenonelegge,  8 autori ci aiuteranno a riscoprire luoghi e città italiane. “Viaggio in Italia” è nato da una esigenza molto evidente: la globalizzazione fa sempre più somigliare i luoghi l’uno all’altro. Restituire la specificità ai singoli luoghi significa recuperarne l’identità: la narrazione è quindi strumento essenziale, per far riaffiorare gli intrecci di storie che nel tempo hanno sedimentato passioni, amori ed emozioni, fino a individuare la linea rossa di un territorio o di un tessuto urbano specifico.

Venerdì 18 settembre otto scrittori in otto incontri racconteranno altrettante città e luoghi italiani, appuntando il loro sguardo su elementi marginali ma carichi di significato, su memorie, scorci, provocazioni che possano restituire al pubblico una città per ciò che è in realtà:
Sandra Petrignani vi porterà a passeggio nel centro di Roma,
Guido Conti vi accompagnerà lungo il fiume Po,
Massimo Onofri vi condurrà alla scoperta della Sardegna,
– con Mauro Corona – Official entrerete nei misteri della montagna,
Tiziano Scarpa racconterà Venezia,
Giuseppe Culicchia vi guiderà attraverso Torino,
Antonio Pascale sprigionerà col suo racconto tutto il fascino di Napoli e
Loredana Lipperini vi farà scoprire le Marche e la Val di Chienti

 

Ulteriori info

 

 

 

Tags: , , , , , , , , , ,