MENU

12 luglio 2017

Ambiente e Territorio · Cultura · Eventi Enogastronomici · Val di Fiemme

Val di Fiemme – Trentino. L’appetito vien guardando

Menù e atmosfere della tradizione su sfondo dolomitico. In Val di Fiemme, il progetto di accoglienza sensoriale “Tradizione e Gusto” avvicina il produttore al consumatore.

Burro, yogurt e formaggi di malga, speck e lucaniche fresche o stagionate, fiori eduli, piccoli frutti, marmellate, miele in favo, infusi e creme di bellezza a base di erbe o latte di capra.

Per scoprire i sapori tipici della Val di Fiemme, fra le Dolomiti del Trentino, ci lasciamo guidare dalla mappa “Tradizione e Gusto” che offre la garanzia di un rapporto diretto fra produttore e consumatore.

Appartengono al progetto “Tradizione e Gusto” i ristoranti con menù chilometro zero, i produttori, gli artigiani, i rifugi, ma anche i piccoli alberghi, gli agritur e i b&b ricchi di fascino e tradizione che hanno sposato scelte di risparmio energetico e bioarchitettura con estrema naturalezza. Per trovarli basta seguire la mappa “Tradizione e Gusto”, distribuita dagli uffici turistici o consultare il sito www.visitfiemme.it

Le produzioni tipiche di qualità della Val di Fiemme sono lo speck e i salumi freschi o stagionati del Maso di Tito Speck a Daiano o della Macelleria Dagostin a Varena, Castello e Predazzo. Ma anche le marmellate, i piccoli frutti, lo strudel di mele, la pregiata Birra artigianale di Fiemme che grazie ai campi di luppolo e orzo biologici coltivati in Val di Fiemme sta diventando chilometro zero.
La Val di Fiemme è conosciuta anche per i suoi formaggi privi di additivi che profumano di pascoli fioriti e di rispetto per gli animali da allevamento. Il Caseificio di Cavalese, oltre alle ricotte e agli caprini, propone diversi formaggi fra cui il gustoso “Formae Val Fiemme” che per i suoi alti valori proteici e la sua ricchezza di calcio e fosforo è stato definito il Formaggio dei Mondiali di Sci Nordico. Ha riscosso successo anche la sua nuova caciotta fresca e senza lattosio “Buon Per Te”. Il Caseificio di Predazzo è conosciuto per il famoso “Puzzone di Moena”, ma produce diverse varietà di formaggi fra cui il “Dolomiti” che stagiona appena trenta giorni, mantenendo tutta la freschezza e la bontà del latte appena munto.
Sia il Formae Val Fiemme, sia il Puzzone vengono prodotti anche nella versione che utilizza esclusivamente il latte di malga (Formae Val Fiemme di Malga e Puzzone di Moena Dop di Malga).

Cheese and speck dumplings (canederli) Miola Restaurant, Predazzo, Fiemme Valley, Trentino, Trentino Alto Adige, Italy, Italy

I due caseifici della valle propongono anche il Trentingrana Dop, preparato solo con latte di malga e privo di ogni tipo di insilato e mangime geneticamente modificato. È un grana che sa di latte dal colore giallo intenso e dal sapore più dolce e delicato, con un forte sentore di erba e fiori di pascolo. Si pensa al formaggio e subito viene in mente il gustoso abbinamento con il miele. All’apicultura “Dolci momenti dalle Dolomiti” di Castello di Fiemme si trova il polline fresco, il propoli e molte varietà di miele, dalla melata di abete a quello di rododendro. Fra le dolcezze più amate dai bambini: le creme di miele con pistacchi o nocciole. Lascia stupiti il miele integrale venduto direttamente nel favo per conservare il sapore autentico che l’estrazione può alterare.

L’Ones di Panchià invita a degustare deliziosi infusi naturali a base di grappa trentina alle resine di pino mugo, genziana o prugnole selvatiche.

L’azienda agricola Barbugli di Capriana propone erbe officinali, fiori eduli, zafferano, l’agro di mirtilli e l’agro di lampone. Questi ultimi si usano per esaltare il sapore di insalate di frutta o verdura o per marinare e insaporire carni o pesce.

I vini più amati sono quelli di sei cantine e due distillerie della vicina Val di Cembra, con la quale la Val di Fiemme condivide le acque del torrente Avisio. La Val di Cembra è la culla più antica della coltivazione della vite in Trentino. Qui il consorzio Cembrani Doc unisce produttori di vini, spumanti e grappe.

Tradizione e Gusto” attinge dal passato persino per realizzare cosmetici naturali, da quelli dall’Azienda agricola Nicoletta Delladio a base di latte di capra, ricco di proteine che proteggono dalla disidratazione, a quelli a base di erbe, bacche e piccoli frutti del Maso delle Erbe di Tesero.

Capita così che una colazione in hotel, un pranzo in baita o una cena al ristorante diventi l’occasione per degustare tutti i sapori autentici e le atmosfere di “Tradizione e Gusto”.

ALBE IN MALGA.
Il sogno di svegliarsi fra i campanacci delle mucche e le torte fatte in casa.
Gli appuntamenti con Albe in Malga della Val di Fiemme introducono al mondo dell’alpeggio, dedicando momenti alla mungitura, alla caseificazione, al pascolo e alla degustazione di una colazione genuina alle prime luci dell’alba. Tante le date che permettono di dormire in malga o nei rifugi alpinistici e nei masi di montagna vicino alle malghe. Alcuni appuntamenti sono dedicati ai bambini. Le albe in malga “For Family” promettono golose attività per “mettere le mani in pasta” ed escursioni dove fare scorta di divertenti aneddoti dei malgari.
INFO: APT VAL DI FIEMME, booking@visitfiemme.it, www.visitfiemme.it

Deer steak, Miola Restaurant, Predazzo, Fiemme valley, Trento province, Trentino, Trentino Alto Adige, Italia, Italy

EVENTI CON GUSTO

CIRCOLO “ARTE E GUSTO”

  • 21 luglio 2017, Cavalese – Val di Fiemme, ore 17.00
  • 25 agosto 2017, Cavalese – Val di Fiemme, ore 17.00

Un pizzico d’arte, un pizzico di mistero e un pizzico di gusto, fra le stanze del principe vescovo e le prigioni delle streghe. Le eccellenze del territorio si assaporano a Cavalese in una location intrisa di fascino, il Palazzo della Magnifica Comunità. “Un circolo d’arte e gusto” è l’occasione intima ed esclusiva di lasciarsi stregare nel millenario “centro del potere” della Val di Fiemme. Arte e gusto si incontrano fra misteriosi ritratti, stanze affrescate, scale scricchiolanti, antichi manoscritti e le celle dove erano rinchiuse streghe di Cavalese. Dopo la visita guidata, entrano in gioco i prodotti d’eccellenza della Val di Fiemme, presentati direttamente da chi li ha creati. Ingresso gratuito con Trentino & FiemmE-motion Guest Card. Degustazione e visita guidata: 6 euro.

LA SETTIMANA ERBE, FIORI E SAPORI METTE IN TAVOLA UNA RASSEGNA GASTRONOMICA.
In Val di Fiemme fioriscono l’anemone, il ranuncolo di Seguieri, il camedrio alpino, l’achillea, la genziana e una ventina di specie spontanee di orchidee. I laghetti alpini del Lagorai sono incorniciati dal rododendro ferrugineo o irsuto. La tenace sassifraga è incastonata alle rocce. Dal 23 giugno al 30 luglio, la settimana “Erbe, fiori e sapori” di Predazzo e Bellamonte propone escursioni naturalistiche con botanici, esperti forestali e operatori ambientali, fra racconti, letture sulla roccia delle “Scritte ei Pastori”, il Summer Bonsai Festival di Predazzo (26, 27, 28 giugno) e le degustazioni della Strada dei Formaggi delle Dolomiti, dei cioccolatini del Fior di Bosco di Predazzo e delle grappe a base di erbe spontanee de L’Ones di Panchià. La natura sorprende anche a tavola con la rassegna gastronomica “Per fare tutto ci vuole un fiore” fra i menù floreali di tre rifugi e due ristoranti: Rifugio Baita Ciamp de le Strie, Rifugio Baita Passo Feudo, Rifugio Capanna Passo Valles, il Ristorante Miola di Predazzo, il ristorante dell’Hotel Zaluna e il Ristorante Hotel Ancora.

ANDAR PER MALGHE.  dal 5 luglio al 30 agosto tutti i mercoledì
La vera vita di malga inizia al risveglio. Prepariamoci a mungere le mucche, tanto per cominciare. Gli appuntamenti con Albe in Malga introducono al mondo dell’alpeggio, dedicando momenti alla mungitura, alla caseificazione, al pascolo e alla degustazione di una colazione genuina alle prime luci dell’alba. Tante le date, nel weekend ed infrasettimanali, che permettono di dormire in malga, vivendo un’esperienza completa, oppure nei rifugi alpinistici e nei masi di montagna vicino alle malghe. Tra le novità l’appuntamento “For Family” con un programma di due giorni adatto alle famiglie con bambini. Questi weekend promettono golose attività per “mettere le mani in pasta” ed escursioni dove fare scorta di aneddoti e curiosità.

  • 14-15 luglio 2017, Malga Sadole, Ziano di Fiemme
  • 21-22 luglio 2017, Malga Sass di Valfloriana
  • 4-5 agosto 2017, Malga Sadole, Ziano di Fiemme, “For Family”
  • 25-26 agosto 2017, Malga Sass di Valfloriana
  • 8-9 settembre 2017, Malga Sadole, Ziano di Fiemme

24a LA DESMONTEGADA DE LE CAORE
8-10 settembre 2017, Cavalese

Già dalla mattina, Cavalese si prepara ad accogliere le caprette della Val di Fiemme, fra stand gastronomici, concerti, feste danzanti, sfilate di carri, dimostrazioni dei lavori di un tempo, il “Mercato de la Desmontegada” e visite a caseifici, stalle e malghe. I bambini partecipano ai “Laboratori per piccoli pasticcioni”. Alle 14.30, la folla si accalca per acclamare le capre con le loro bizzarre decorazioni floreali. Quindi, viene eletta la capra più bella. Nei ristoranti si affacciano menù km zero dei “Magnifici Prodotti di Fiemme”.

23a LA DESMONTEGADA DE LE VACHE
8 ottobre 2017, Predazzo. La Val di Fiemme festeggia le regine dei pascoli.
Sabato 7 ottobre, Predazzo si affolla di bancarelle, casette e gazebi enogastronomici, paioli di polenta, con lo show cooking degli chef di Fiemme e gli allievi della Scuola Alberghiera di Tesero, mentre i laboratori della Strada dei Formaggi delle Dolomiti trasformano i bambini in sapienti casari. Domenica 8 ottobre, intorno alle 10.00, entrano in scena le mucche, agghindate a festa con fiori e rametti di abete. Fra le curiose star, sfilano contadini, malgari e pastori di tutte le età in costume tipico, carri di fieno, carrozze, cavalli, pecore, capre e persino galline. Questa festa gioiosa attira migliaia di visitatori. In occasione della Desmontegada, il gusto rivela la sua autenticità dal 29 settembre all’8 ottobre 2017 con la rassegna gastronomica “Autunno in Tavola” e il “Festival Europeo del Gusto” (7-8 ottobre).

OKTOBERFEST
7-14-15 ottobre 2017, Predazzo.
Due feste in stile bavarese. Camicie bavaresi, pantaloni in cuoio, dirndl e cappelli in feltro. Le Oktoberfest di Predazzo invitano a sfoggiare gli abiti della tradizione bavarese e fiemmese. L’evento dell’associazione Taverna Aragosta, svolto in collaborazione con il Comune di Predazzo, mette in scena una sfilata per le vie del paese di gruppi folkloristici, bande, carri con la birra e schützen, ma anche pranzi e cene bavaresi, con musica dal vivo.

DOVE MANGIARE CON “TRADIZIONE E GUSTO”.

INFO: Val di Fiemme