MENU

17 febbraio 2014

Ambiente e Territorio · Antonella Giacomini · Avventura · CAI Ancona · experience · Ghiacci Siberiani · In Viaggio…una montagna di emozioni · LentaMente. Viaggi fisici e mentali lungo i ghiacciai ai confini del mondo · Manrico dell'Agnola · Patagonia Rosa · serata · viaggi · Ambiente e Territorio

LENTAMENTE. VIAGGI FISICI E MENTALI LUNGO I GHIACCIAI. Ancona, 21 febbraio 2014

LENTAMENTE. VIAGGI FISICI E MENTALI LUNGO I GHIACCIAI AI CONFINI DEL MONDO. SERATA CON ANTONELLA GIACOMINI AD ANCONA

Conclusione tinta di rosa per “In Viaggio…una montagna di emozioni”, la rassegna organizzata dalla sezione CAI di Ancona a Palazzo Rossini.

Dopo le proiezioni di Alberto Sciamplicotti e Andrea Di Bari la chiusura spetta venerdì 21 febbraio  alle 21 alla bellunese Antonella Giacomini con “LentaMente. Viaggi fisici e mentali lungo i ghiacciai ai confini del mondo.”

Quanto proposto da Giacomini, moglie dell’alpinista Manrico Dell’Agnola, che per l’occasione sarà in sala, sono due tra le ultime spedizioni al femminili che l’hanno vista impegnata dopo quindici anni di alpinismo ed esplorazione vissuta al maschile. Una scelta, quella di cercare compagne con cui condividere certe esperienze, non facile, nata da necessità e divenuta occasione per sperimentare nuove relazioni e dinamiche mentali.

I VIAGGI E I FILMATI DELLA SERATA

Due viaggi e due filmati, ma un solo lungo racconto che dall’estremo sud della Patagonia condurrà i presenti all’estremo oriente siberiano.

“Patagonia Rosa” è il resoconto choccante della sfortunata traversata allo Hielo Sur che ha visto le protagoniste bloccate per una settimana in balia della bufera sotto oltre quasi tre metri di neve.
“Ghiacci Siberiani” invece narra la storia, in taglio documentaristico, della traversata sino all’isola di Olkon nel lago Baikal fatta, insieme alla compagna Daniela Facchinetti, nel mese di marzo, quando le acque del lago sono completamente gelate. Un’esperienza diversa, anche se sempre legata ai luoghi freddi che Antonella predilige, da quelle, come la Groenlandia, l’Islanda e l’amata Patagonia, che da anni la vedono impegnata. Un approccio avventuroso, verso questa terra sconosciuta, ma sempre con un occhio di attenzione alle sue genti, alla loro storia e cultura.

Un susseguirsi di paesaggi mozzafiato attraversando lo Hielo Sur e di passi incerti sullo specchio nero dei ghiacci del lago Baikal.
Denominatore comune il freddo, il ghiaccio e un andamento lento, che non assopisce la mente, ma le lascia fervidi spazi di riflessione e fantasia.

Info: www.caiancona.it

Tags: , , , , , , , , , ,