MENU

19 febbraio 2016

Ice climbing · in evidenza · action · Colorado · dry tooling · Ice climbing · Ironman · Lucie Hrozova · Saphira · Standa Vrba · The Mustang · Vail · vie di misto e ghiaccio · Ice Climbing · Vertical

LUCIE HROZOVA’. First Ascent di "Saphira" (M15-)

Lucie Hrozova' su "Saphira", in Colorado. Foto: Jacek Czyz. Fonte: pagina facebook Hrozova'

Lucie Hrozova’ su “Saphira”, in Colorado. Foto: Jacek Czyz. Fonte: pagina facebook Hrozova’

LUCIA HROZOVA EFFETTUA LA PRIMA SALITA DI “SAPHIRA”, LA VIA DI MISTO PIU’ DURA DEGLI STATI UNITI

La climber ceca Lucie Hrozová, quest’inverno si è recata negli Stati Uniti con due obiettivi: competere all’Ouray Ice Climbing Festival e salire “The Mustang” P-51 (M14-) la più difficile via di misto nel Fang Amphitheater, a Vail, in Colorado (America).

La ventisettenne, ha vinto la competizione all’Ouray Ice Climbing Festival  tra le donne, conquistando anche il terzo posto assoluto in classifica generale, salito “The Mustang” al suo primo tentativo, e il 31 gennaio, al suo terzo tentativo, ha realizzato la prima salita di quella che ora può essere definita la via di ghiaccio e misto più dura negli Stati Uniti.

Ha chiamato la via “Saphira”, suggerendo il grado di difficoltà M15-.

Chiodata da Standa Vrba, il percorso è di quasi 55 metri e richiede una corda di 80 metri per essere salita. Le ci sono voluti esattamente 50 minuti, più del doppio del tempo impiegato per  Ironman (M14+) ad Eptingen, in Svizzera, che ha ripetuto in 20 minuti.
Saphira, secondo Lucie, è più difficile di Ironman e di tutti gli altri percorsi che ha scalato.

 

Tags: , , , , , , , , , ,