MENU

17 novembre 2016

Walking · Ambiente e Territorio · Appennini · Aree Montane · Italia · Lazio

ACCESSIBILITA’ CAMMINI EUROPEI. OPEN UP ROUTES! Tavola rotonda a Subiaco, il 24 novembre

Percorsi. Foto: FreeWheelsOnlus

Percorsi. Foto: FreeWheelsOnlus

OPEN UP ROUTES! PROGETTO EUROPEO PER L’ACCESSIBILITÀ SUI CAMMINI EUROPEI. PRIMA TAVOLA ROTONDA IL 24 NOVEMBRE

Giovedì 24 novembre alle ore 10, presso la Biblioteca Comunale (viale della Repubblica 26), del Comune di Subiaco (RM), si terrà la prima tavola rotonda del progetto europeo Open Up Routes! , rivolta agli operatori turistici del Cammino di San Benedetto.

OpenUpRoutes! – Let’s make ways accessible to all nasce da Sa.Be.R. (SAntiago, St.BEnedict, Routes Universal) – progetto co-finanziato dal Programma COSME dell’Unione Europea, che ha preso il via nel luglio 2016.

La tavola rotonda sarà un momento di condivisione degli obiettivi principali del progetto e di confronto sui criteri da utilizzare per creare un’offerta turistica accessibile lungo i Cammini Europei, in particolare il “Cammino di Santiago” in Spagna, la più popolare via di pellegrinaggio verso Santiago di Compostela e il “Cammino di San Benedetto”, in Italia, un percorso che collega i luoghi più importanti legati alla vita di San Benedetto da Norcia, il Santo patrono d’Europa.

Durante la mattinata verranno presentati i dati raccolti durante la prima fase della mappatura del Cammino di San Benedetto conclusa il 24 settembre 2016, a cura di FreeWheels Onlus – partner del progetto.

“Oltre 270 km mappati in 14 giorni, da Rieti a Cassino; quasi 2000 i punti d’interesse censiti in 40 comuni/frazioni attraversati. Ben 180 le strutture visitate, nelle quali è stata effettuata una prima valutazione sull’accessibilità e sui servizi offerti”.

Percorsi per tutti. Foto: FreeWheelsOnlus

Percorsi per tutti. Foto: FreeWheelsOnlus

Open Up Routes! intende creare un’offerta turistica pensata per tutti i viaggiatori, anche per persone con disabilità permanenti o temporanee, secondo i principi del “Tourism for All”, migliorando le infrastrutture e i servizi lungo i due itinerari storici e di rilevanza europea.

Il progetto mira a coinvolgere tutte le istituzioni e gli operatori interessati a sottoscrivere una Carta del Turismo Accessibile per il territorio attraversato dal Cammino di San Benedetto che tenga conto delle diverse esigenze dei “camminatori”.

L’obiettivo principale sarà una mappatura completa dei due itinerari, Santiago e San Benedetto, in modo da rendere “universali” le esperienze di pellegrinaggio e creare proposte di viaggio davvero accessibili a tutti.

La partecipazione all’incontro è aperta a tutti gli operatori turistici del territorio.

Ulteriori info