MENU

4 agosto 2020

Alpinismo e Spedizioni · Altri · Slackline · Vertical · Alpi Occidentali · Aree Montane · Europa

Aiguilles d’Arves: gigantesca highline lunga 480m a 3.514 metri di quota. Storia di una prima

A sinistra, l’Aiguille centrale (3.513 m) e a destra, l’Aiguille meridionale (3.514 m). © Antoine Mesnage

Il folle progetto di Camille Le Guellaut e Antoine Cretinon diventa realtà

Nel fine settimana del 18 e 19 luglio, Camille Le Guellaut e Antoine Cretinon hanno realizzato un’impresa piuttosto eccezionale: collegare l’Aiguille centrale (3.513 m) all’Aiguille meridionale (3.614 m) dell’Aiguilles d’Arves, mediante una highline di 480 metri. È la prima volta che accade nella storia e ha richiesto più di dieci alpinisti e highliner esperti.

In attesa del cortometraggio di  Antoine Mesnage che uscirà a breve, ecco questo sogno diventato un progetto e poi  realtà, nel racconto di Antoine Cretinen pubblicato da Montagnes Magazine:

“Un sogno folle quello che Camille ed io abbiamo realizzato: tendere una linea di 480 metri tra due mitiche guglie delle Alpi, nell’Aiguilles d’Arves. Per molti anni abbiamo ammirato queste cime maestose durante i nostri tour di scialpinismo, alpinismo e highline, credendo che nessuno avrebbe mai avuto l’audacia di farlo.”.

“A luglio 2019, abbiamo deciso di avviare il progetto, prima ognuno per conto proprio: ho concluso le procedure amministrative richiedendo le autorizzazioni necessarie per l’aviazione civile e Camille si è lanciato nel progetto con la perforazione dei primi  ancoraggi sull’Aiguille Centrale d’Arves. All’epoca non ci conoscevamo. O meglio: pensavamo di essere gli unici ad avere questa folle idea di camminare tra le Aiguilles d’Arves.”

Lavoro di squadra

Nove mesi dopo, nel maggio 2020, mentre Camille stava organizzando una squadra che lo supportasse in questo progetto, apprende per caso che non è l’unico ad avere questo sogno. Cosa fare? Che vinca il migliore? Assolutamente no…  Dopo alcune telefonate, abbiamo deciso di continuare insieme la  spedizione.

Nel giugno 2020, Camille ed io ci siamo incontrati per la prima volta per andare a perforare i punti di ancoraggio sull’Aiguille meridionale. Ci siamo alzati alle 3 del mattino, e siamo rientrati al bivacco alle 18:00; missione riuscita a metà: a causa di problemi con i materiali, non siamo riusciti a superare tutti i punti in alto, ma il nostro team è stato  testato e approvato.

Le settimane seguenti sono state una vera sfida in termini di logistica: sono stati necessari diversi viaggi andata e ritorno per il campo base, situato al Col des Aiguilles d’Arves ad un’altitudine di 3.100 m, per portare cibo e attrezzature, ma anche nella parte superiore dell’Aiguille centrale e meridionale (3500 m) per  riunire l’attrezzatura necessaria per l’installazione della linea. Alla fine, sono stati montati quasi 200 kg di materiale, metà dei quali  nella parte superiore dell’Aiguille centrale. Quando ami  l’highline in alta montagna, devi essere pronto a trasportare carichi pesanti!”

24 ore di attesa

Campo Base ai piedi dell’Aiguilles d’Arves. ©Antoine Mesnage

“Dopo alcuni giorni di  tempo incerto, che ha quasi messo in discussione il progetto, finalmente è arrivato il grande giorno. Giovedì 16 luglio, ci siamo incontrati con tutti i membri del team e con Camille a Valloire, nel parcheggio di Bonnenuit. Una squadra di corrieri, fotografi, scalatori, cuochi, atleti, piloti di droni e persino la guida locale Philippe Vincent, che è venuto ad aiutarci, si è unita per il desiderio comune di realizzare una sfida unica e senza precedenti. Il primo giorno si è chiuso dopo l’installazione del campo base ai piedi dell’Aiguilles d’Arves.

Venerdì 17 luglio, il giorno di installazione della linea. Una squadra parte alle 2 del mattino per scalare il pericoloso Aiguille meridionale. L’altra squadra si unìsce all’Aiguille centrale, a cui era più facile accedere. Ci vediamo alle 8 del mattino, ogni squadra raggiunge la cima, Alle 8:30 del mattino, il drone decolla e collega le due guglie con una linea. Alle 14:00 viene finalmente installata l’highline.

Highline sull’Aiguilles d’Arves. Foto: Lucas Ravix. Fonte: Antoine Cretinon/facebook

 “E’ l’inizio di un sogno …”

Finalmente arriva il momento della verità: Camille è il primo a lanciarsi dall’Aiguille meridionale, attraversa la linea tesa tra le nuvole verso l’altra squadra sull’Aiguille centrale. È l’inizio di un sogno, alcuni ballano, altri piangono … Quel che è certo è che durante le 24 ore in cui abbiamo traversato le Aigulles d’Arves camminando su un filo, il tempo era sospeso.”