MENU

12 marzo 2019

Ski · Ski Touring e Ski Alp · Alpi Occidentali · Aree Montane · Europa

Campionati Mondiali di Sci alpinismo 2019 a Villars-sur-Ollon. I vincitori delle gare Sprint e Individual

Campionati Mondiali di Sci alpinismo Villars-sur-Ollon. Foto arch. ISMF

Si sono aperti lo scorso fine settimana a Villars-sur-Ollon (SUI) i Campionati Mondiali di Sci alpinismo

Con la cerimonia di apertura, a Villars-sur-Ollon (Svizzera), nel pomeriggio di sabato 9 marzo, si sono aperti i Campionati Mondiali di Sci alpinismo ISMF. In gara i  migliori atleti della disciplina, in rappresentanza di 31 nazioni.

Domenica mattina si è svolta la gara Sprint. Lunedì mattina è stata la volta delle categorie giovanili con la gara Individuale. Martedì, si sono sfidate nella gara Individuale anche le categorie Espoir e Senior.

La gara Vertical, si svolgerà mercoledì pomeriggio a partire dalle 16:00.

Dopo la pausa di un giorno, venerdì gli atleti torneranno in pista per le ultime due sfide in programma ai Campionati Mondiali. La gara a squadre si svolgerà venerdì mattina (a partire dalle 9.30), mentre la spettacolare ed entusiasmante gara a Staffetta chiuderà l’evento sabato mattina.

Arno Lietha (SUI) e Claudia Galicia Cotrina (ESP) sono i nuovi campioni del mondo nella Sprint Race

Primo giorno: “Sprint Race”.
I primi atleti che hanno messo la medaglia d’oro al collo a Villars-sur-Ollon sono stati lo svizzero Arno Lietha, vincitore nella categoria Senior ma anche nella categoria Espoir, e la spagnola Claudia Galicia Cotrina.

In gara c’erano ovviamente anche i giovani, qui per essere incoronati campioni del mondo. Tra i giovani l’italiano Giovanni Rossi e la russa Ekaterina Osichkina hanno aperto perfettamente la settimana mondiale nel Canton Vaud, mentre tra i Cadetti Caroline Ulrich (SUI) e Robin Bussard (SUI) hanno conquistato il gradino più alto del podio. Nella categoria Espoir Women vince la francese Lena Bonnel.

Sulle pendici del Col de Bretaye le gare sono state emozionanti. Alla presenza di  un vasto pubblico, si sono svolte le competizioni femminili che hanno proseguito fino alle finali. Tra le Senior,  Claudia Galicia Cotrina (ESP), Marianna Jagercikova (SVK), Deborah Chiarello (SUI), Marta Garcia Farres (ESP), Lena Bonnel (FRA) e Marianne Fatton (SUI). La nuova campionessa del mondo ha condotto una gara  esemplare al comando fin dai primi secondi. Sul podio anche la slovacca Marianna Jagercikiva (2 ° posto) e la svizzera Deborah Chiarello (3 ° posto).

L’ultima competizione di questa lunga giornata mondiale, caratterizzata da un forte vento e alcuni rovesci piovosi, è stata la gara che ha assegnato il titolo mondiale nella categoria Senior Men.

In finale c’erano Arno Lietha (SUI), Iwan Arnold (SUI), Robert Antonioli (ITA), Oriol Cardona Coll (ESP), Hans-Inge Klette (NOR) e Nicolò Canclini (ITA). Arno Lietha è andato dritto all’obiettivo, sin dalle prime fasi ha messo il turbo dimostrando agli avversari che togliergli la medaglia d’oro sarebbe stato molto difficile. Infatti l’atleta svizzero ha vinto il titolo mondiale davanti al connazionale Iwan Arnold e all’italiano Robert Antolioni.

Dopo la gara Sprint, lunedì 11 marzo è stato il momento della gara Individuale per le categorie Juniores e i Cadetti. Gli atleti hanno dovuto affrontare gli stessi percorsi che troveranno ai Giochi olimpici giovanili di Losanna 2020. Fatta eccezione per le modifiche dell’ultimo minuto dovute alle condizioni meteorologiche.

A Villars-sur-Ollon, Robert Antonioli e Axelle Mollaret sono i nuovi campioni mondiali di sci alpinismo nella “Individual Race” Senior

Secondo e terzo giorno: “Individual Race”.
Dopo le nevicate di domenica, che hanno costretto il Comitato Organizzatore Locale dei Campionati Mondiali a posticipare la corsa dei giovani, lunedì mattina un meraviglioso sole e una soffice coltre di polvere bianca hanno contribuito a rendere le discese ancora più belle e spettacolari.

La location della gara è stata ancora una volta il Col de Bretaye, il punto di partenza e di arrivo di ogni tappa dell’evento. I primi a partire sono stati gli uomini Senior, che hanno dovuto affrontare una pista  di 1604 metri di dislivello positivo con sei salite, cinque discese e due parti a piedi da coprire con gli sci nello zaino. Qui c’è stata una vera sfida fin dall’inizio con un irrefrenabile Robert Antonioli (ITA). L’atleta di Valfurva è partito con un ritmo frenetico, seguito nella scia dal suo amico-avversario Michele Boscacci (ITA). Gli altri erano tutti dietro.

Dopo le prime due salite, come previsto, la gara è diventata eccitante con la parte tecnica e insidiosa a piedi. L’italiano Robert Antonioli era sempre in fuga, il suo connazionale Michele Boscacci all’inseguimento e il francese Xavier Gachet in difesa di un prestigioso terzo posto.

Al traguardo la standing ovation è tutta per Robert Antonioli che ha chiuso la gara con un tempo di 1h32’15 ”, davanti a Michele Boscacci. Il francese Xavier Gachet si è aggiudicato il bronzo. Poi ancora Italia con il quarto posto di Maguet Nadir e il sesto di Davide Magnini, che ha messo al collo anche la medaglia d’oro della categoria Espoir.

Tra le donne le previsioni della vigilia sono state ampiamente confermate dalla vittoria dell’atleta francese Axelle Mollaret che fin dall’inizio ha guidato il gruppo è stabilito il ritmo di gara. I suoi avversari hanno lottato per vincere le medaglie meno prestigiose, dietro alla forte atleta transalpina più che mai motivata a ribadire una leadership mai messa in discussione. Subito dopo il traguardo, Axelle Mollaret ha alzato le braccia al cielo per il suo primo titolo mondiale con un tempo di 1h33’01 “. L’argento è andato ad una superba Alba De Silvestro (ITA) e il terzo posto a Lorna Bonnel (FRA), seguite dalla spagnola Claudia Galicia Cotrina e dalla svedese Johanna Åström.

Altre categorie

 

Davide Magnini e Giulia Murada sono i vincitori tra gli Espoirs, Giovanni Rossi e Osichkina Ekaterina nella categoria Junior, Thomas Bussard e Carolina Ulrich tra i Cadetti.

La settimana mondiale a Villars-sur-Ollon proseguirà domani pomeriggio con la gara Vertical.