MENU

3 novembre 2016

Ambiente e Territorio

LA MONTAGNA CHE SUSSULTA: uno sguardo sui terremoti. Milano, 4 novembre 2016

Intervento del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico ad Amatrice, 2016. Foto: CNSAS-CAI

Intervento del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico ad Amatrice, 2016. Foto: CNSAS-CAI

LA MONTAGNA CHE SUSSULTA. UNO SGUARDO SUI TERREMOTI. DAL NEPAL ALL’APPENNINO. TAVOLA ROTONDA A MILANO: VENERDI’ 4 NOVEMBRE ALLE ORE 16

I terremoti sono una delle testimonianze più evidenti della mobilità del nostro pianeta e i recenti eventi del Nepal e dell’Appennino, che hanno colpito duramente le popolazioni di montagna, rientrano in questo quadro globale.

Domani, venerdì 4 novembre dalle ore 16.00 alle ore 17.00, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Milano (via Festa del Perdono 7), è in programma l’incontro La montagna che sussulta”.

I terremoti saranno analizzati dal punto di vista geologico (genesi, distribuzione e frequenza dei sismi), ma saranno anche descritte le trasformazioni e gli impatti provocati dai terremoti sull’ambiente di montagna e saranno presentate esperienze dirette di soccorso e aiuto alle popolazioni colpite.

ESPERTI ALLA TAVOLA ROTONDA

Alla tavola rotonda parteciperanno esperti impegnati nella ricerca scientifica anche applicata ai fenomeni sismici, come Michele Zucali dell’Università di Milano, che darà un quadro globale delle cause dei sismi, e come Gianluca Ferrini dell’Università dell’Aquila, che ha partecipato direttamente alle operazioni di soccorso e sta partecipando alle operazioni dell’ultimo evento, ma sono anche previsti gli interventi di coloro i quali a vario titolo porteranno la testimonianza degli interventi di soccorso e di aiuto a supporto delle popolazioni colpite dai terremoti, come Roberto Monguzzi del CAI di Milano, appena reduce da una visita in Nepal, come Walter Milan del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, che ha da subito operato come soccorritore, come Andreina Maggiore, direttore del CAI, che testimonierà sull’utilizzo dei fondi raccolti dal CAI, e come Maurizio Folini, guida alpina, pilota di elicottero ed esperto di elisoccorso in Nepal.

A presiedere e moderare la tavola rotonda il Prof. Claudio Smiraglia del Dipartimento di Scienze della Terra Università degli Studi di Milano e del Comitato Scientifico Centrale del CAI.

A seguire altre 2 sessioni a carattere scientifico dal titolo Clima che cambia, montagna che cambia e Progetti CAI: Alla scoperta dell’Ararat e dei grandi carnivori

Ulteriori info