MENU

13 agosto 2019

Ambiente e Territorio · Cultura · Alpi Orientali · Aree Montane · Italia · Trentino Alto Adige

Torna “Orme”, il Festival dei Sentieri. Fai della Paganella (TN) dal 13 al 15 settembre

Sui sentieri: musica, i sapori, gli spettacoli, la magia di Shakespeare, l’arte e molto altro…

Il grande ambientalista John Muir diceva che in ogni passeggiata nella natura l’uomo riceve molto più di quello che cerca. È da questa idea che riparte Orme, il Festival dei Sentieri, la cui seconda edizione sarà a Fai della Paganella dal 13 al 15 settembre.

Un evento unico, che si svolge interamente sui sentieri, portando nel bosco la musica, i sapori, gli spettacoli, la magia di Shakespeare, l’arte e molto altro: tre giorni di camminate ed appuntamenti nel cuore della natura che, l’anno scorso, alla prima edizione, hanno richiamato oltre 3000 persone.

Orme è un progetto dedicato al camminare, alla scoperta della natura a passo lento, ma anche alla cultura e alle emozioni che spesso fioriscono proprio quando ci si allontana dalla frenesia della nostra vita e si trova il ritmo nel proprio passo.

Il programma

Foto arch. Orme

Tra gli eventi in programma, il sabato sera, il concerto gratuito di Angelo Branduardi, le cui note raffinate faranno da contrappunto al silenzio del bosco, a pochi passi. Il “menestrello” della musica italiana salirà sul palco per raccontare una carriera di oltre 40 anni, che ne ha fatto un artista noto e amato in tutto il mondo.

L’evento si aprirà venerdì 13 con il convegno “Ben-essere, uomo e bosco”, dedicato allo sviluppo territoriale legato al turismo lento, con l’artista Federico Ortica, lo scienziato Antonio Brunori, che ci parlerà dello stato di salute dei boschi, Francesca Favati di Waldenviaggi e lo storico, esperto di cammini, Matteo Melchiorre.

Alle 20.45 il primo emozionante appuntamento, Resonant Trees, una performance del sound artist Federico Ortica che trasformerà il bosco e gli alberi in una installazione sonora e luminosa, dove saranno gli alberi stessi a diventare strumenti. L’installazione artistica di Federico Ortica permetterà di vivere l’emozione di “ascoltare” la voce degli alberi, un’esperienza inedita e rara per aprire la seconda edizione del festival.

Venerdì inizierà anche il workshop di fotografia naturalistica con Andrea Zampatti: due giornate in Paganella, con pernottamento al Rifugio dosso Larici, per imparare le tecniche per fotografare gli animali nel loro ambiente naturale.

Foto arch. Orme

I sentieri

Sabato sveglia presto per chi volesse vedere l’alba sul Sentiero dell’Amore.
Alle 10 l’incontro “Vita a 6 zampe”, con l’istruttore cinofilo Sonia Sembenotti, dedicato alla relazione tra uomo e cane.
Alla stessa ora il Sentiero delle Fiabe, dedicato ai più piccoli: nel bosco per vedere comparire personaggi, ascoltare storie e sorprendersi, grandi e piccoli, della magia del teatro nel cuore della natura. Tra i protagonisti delle fiabe anche le “anguane”, figure mitologiche tradizionali delle montagne di Fai.
Alle 11, come anche in altri momenti nel corso del fine settimana, la Passeggiata a 6 zampe, esperienza di comunicazione tra uomo e cane, per piccoli gruppi (a 6 zampe, per l’appunto).

Alle 10 appuntamento con il Sentiero dei Sapori: si parte con l’aperitivo nel bosco, per raggiungere poi una magica radura dove tradizione e innovazione si incontreranno.
Da una parte i piatti del passato, quelli della cucina di un tempo, con i prodotti della terra, dall’altro la reinterpretazione di questi fatta dal executive chef stellato Walter Valerio, dello Sport Hotel Panorama di Fai della Paganella.
Il sentiero finirà alla Croce di Fai,, ovviamente con la grappa, su uno dei sentieri più panoramici dell’altopiano.

Alle 14,30 il Sentiero WOODING, con la chef Valeria Margherita Mosca, per imparare a raccogliere e cucinare le erbe selvatiche.

Alle 15 è il momento di Amleto, Otello, Romeo e Giulietta, ma soprattutto dello spiritello Puck: i personaggi di Shakespeare renderanno magico il bosco di Fai della Paganella con la Compagnia Cambiscena.

Nel village, animato anche dai sapori del territorio, nel centro di Fai della Paganella, alle 17, arriveranno Yanez Borella e Giacomo Menegello, che racconteranno il grande viaggio in bicicletta che li sta portando dall’Italia alla Cina, salendo una vetta per ogni paese attraversato.

Domenica, dopo la camminata all’alba, per i più mattinieri, appuntamento nuovamente con il Sentiero delle Fiabe e con la Passeggiata a 6 zampe.

A chiudere l’evento, la tradizione della Desmontegada, dove ad essere protagoniste sono le mucche del paese che attraversano il centro storico addobbate con fiori e decorazioni, come delle regine, fino a Piazzetta Orme, dove il Festival dei Sentieri si chiuderà con il concerto dei Die Esel’n e con l’elezione della mucca più bella.

In programma anche vari eventi collaterali come la visita delle malghe, la cena con i sapori trentini o le Letture in Cammino – dedicato ai grandi autori della storia della letteratura, per grandi e piccoli.

Orme, il Festival dei sentieri, propone tutti eventi gratuiti – tranne il workshop di fotografia e il Sentiero dei Sapori – e a numero chiuso.