MENU

17 maggio 2018

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Europa

Premio Asturie per lo Sport 2018 a Reinhold Messner e Krzystof Wielicki. Guarda il video

arch. Premio Principessa delle Asturie

I due alpinisti sono stati premiati mercoledì scorso a Oviedo, in Spagna

Il Premio Principessa delle Asturie per lo Sport 2018 è stato assegnato all’alpinista altoatesino Reinhold Messner e al suo collega polacco Krzystof  Wielicki.

Si tratta del più importante premio spagnolo. Viene consegnato annualmente a Oviedo, in vari settori, da re Felipe VI di Borbone.

“Con le loro carriere sportive, Reinhold Messner e Krzysztof Wielicki – si legge sul sito della Fondazione – incarnano l’essenza dell’alpinismo, uno sport in cui entrambi, attraverso le loro numerose spedizioni in Himalaya, hanno compiuto grandi imprese e segnato nuove pietre miliari, diventando un esempio e fonte di ispirazione per le nuove generazioni di alpinisti.”

I due alpinisti sono stati premiati mercoledì scorso dalla Princess of Asturias Foundation.

Reinhold Messner
, nato a Bressanone (BZ) nel 1944, è una leggenda vivente dell’alpinismo, il primo uomo a conquistare tutti i 14 Ottomila del pianeta. Entrò nel libro dei record nel 1970 quando superò l’inviolata parete Rupal del Nanga Parbat in una spedizione che costò la vita a suo fratello Günter. Otto anni dopo realizzò la prima ascensione dell’Everest senza ossigeno – a quel tempo considerata impossibile  – prima di completare la salita delle 14 vette più alte del mondo nel 1986.

Nel 1988, Messner ha rifiutato una medaglia del Comitato olimpico internazionale perché riteneva che l’alpinismo non fosse da considerarsi uno sport competitivo.

R. Messner e K. Wielecki


Krzystof  Wielicki
(Szklarka Przygodzica, Polonia, 1950) è stato il quinto uomo a salire i 14 Ottomila e il primo a conquistare l’Everest, il Kangchenjunga e il Lhotse in invernale.

L’ultima spedizione guidata da Wielicki (K2, inverno 2017-2018), ha preso parte alle operazioni di salvataggio dell’alpinista francese Elisabeth Revol sul Nanga Parbat. Purtroppo nulla si è potuto fare per il compagno di cordata della Revol, Tomek Mackiewicz, scomparso sull’8000.

Gli alpinisti sono stati premiati entrambi con una scultura di Joan Miró e 50.000 euro .