MENU

21 ottobre 2019

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Resto del Mondo

Tengi Ragi Tau (6660 m). Prima salita in stile alpino e prima ripetizione del pilastro meridionale della punta Est

Pilastro Sud della Est del Tengi Ragi Tau (6.660 m, 1.100 m.6b:M6:85º), Nepal. Fonte: Desnivel

Marc Toralles, Roger Cararach e Alberto Fernández Santiago hanno realizzato, in stile alpino, la prima ripetizione del pilastro meridionale della punta Est del Tengi Ragi Tau (6.660 metri). Con una lunghezza di 1.100 metri e una difficoltà di 6b / M6 / 85º, la via è stata aperta da una spedizione francese nel 2005

“E’ stata una spedizione piena di battute d’arresto, ma siamo finalmente riusciti a scalare il pilastro meridionale della punta orientale del Tengi Ragi Tau”, lo ha comunicato, poche ore fa, sul suo instagram Marc Toralles.

Questo è il racconto della scalata che Marc Toralles, Roger Cararach e Alberto Fernández Santiago,  ancora in Nepal, hanno inviato alla rivista Desnivel:

“Il 1 ° ottobre siamo finalmente arrivati ​​a Lukla dopo quasi una settimana bloccati all’aeroporto nazionale di Kathmandu per il maltempo, ci sono voluti altri cinque giorni per poter volare.

Una volta a Lukla, con l’aiuto dei portatoti, in tre giorni siamo saliti a Thengpo (4.350 m) dove abbiamo alloggiato in un lodge. Il giorno successivo, senza perdere tempo, abbiamo scalato il passo Tashi Laptsa – situato a 5.700 metri – per acclimatarci. Abbiamo utilizzato questa uscita per lasciare un deposito di materiale per i prossimi caricamenti. 

Tornati al lodge per riposare, abbiamo  incontrato un’altra squadra americana con le nostre stesse intenzioni; la differenza è che avevano già tentato la parete  in altre due occasioni precedenti. Quindi abbiamo soprasseduto sulla nostra intenzione iniziale di scalare la parete ovest del Tengi Ragi Tau  e abbiamo iniziato a guardare verso altri obiettivi.

Risalendo con l’intenzione di guadagnare più quota prima di provare a scalare qualcosa, quando arriviamo al deposito scopriamo il furto di una parte. Questo fatto ci costringe a iniziare un inseguimento nella città di Monjo, 30 chilometri più in basso, dove troviamo il corriere che ha effettuato il furto e  dove possiamo recuperare il materiale.

Quindi, dopo tutte queste battute d’arresto, siamo riusciti a finire la nostra acclimatazione e a decidere un obiettivo. Questo nuovo obiettivo ci è sembrato più attraente poiché è più complesso del nostro piano iniziale che consisteva in una salita sulla neve mentre questo preso in considerazione ora, propone più scalata.

Il 14 ottobre è iniziata la nostra scalata sul pilastro a circa 5.500 metri e le difficoltà su roccia iniziano rapidamente. Quindi, a poco a poco, guadagnamo metri di roccia molto buona fino a quando non posizioniamo il primo bivacco a circa 6000 m di altezza.

Il secondo giorno di scalata arrivano le difficiltà maggiori del percorso e questo, aggiunto a due grandi traversi, ci fa guadagnare pochissima quota. Finalmente posizioniamo il secondo bivacco a 6.250 metri.

Il terzo giorno superiamo il grande pilastro roccioso che domina la parte superiore del pilastro. Siamo sorpresi dalla buona roccia di questa parte. Quindi, iniziamo la cresta di neve che ci porterà in cima. Le condizioni della neve sulla cresta ci costringono a montare un terzo bivacco a 6.550 metri. Questa sezione è diventata molto più lunga del previsto a causa delle cattive condizioni della neve e dell’impossibilità di assicurarci in sezioni quasi verticali di neve farinosa.

Marc Toralles, Roger Cararach e Alberto Fernández Santiago: prima ripetizione in stile alpino del pilasto Sud della punta Est del Tengi Ragi Tau (6.660 m) Nepal. Fonte: Desnivel

Finalmente, il quarto giorno dopo due lunghezze abbiamo raggiunto la cima e quello stesso giorno abbiamo rappato l’intero itinerario fino ai piedi della via.

Una volta rientrati al lodge di Thame e con il wifi ,abbiamo confermato che la via era stato aperta da una squadra francese nel 2005. È stata una scalata molto bella e varia di cui siamo molto felici. Pur non essendo un’apertura, è stata la prima salita in stile alpino e la prima ripetizione.”

Di seguito, il video della spedizione pubblicato su Instagram da Toralles:

Visualizza questo post su Instagram

Ha estat una expedició, plena d'entrebancs, però finalment hem pogut escalar el pilar sur de la punta Est del Tengi Ragi Tau! He sido una expedicion, llena de contratiempos, pero finalmente hemos podido escalar el pilar sur de la punta Este del Tengi Ragi Tau @rogercararachsoler @alberto_elgoibar @blackdiamond @campbaseoutdoor @esportivaaksa @julbo_eyewear @kopdegas @esolympus @twonav_official @clubalpinobarcelona @muntania_outdoors #liveclimbrepeat #climbing_pictures_of_instagram #climbing_is_my_passion #climbing #alpinismecatalunya #alpinismecatalunya #alpinismecatalà #alpinism #mountain #mountains #landscapephotography #landscaping #himalaya #himalayas #nepal #mixedclimbing #rockclimbing #summit #friends #0×8000 #naturephotography

Un post condiviso da Marc Toralles (@marc.toralles) in data: