MENU

15 aprile 2019

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Cultura · Insight · Corbaccio · Biografie · Narrativa

Hans Kammerlander, Verena Duregger, Mario Vigl,

Alti e bassi della mia vita

Un’autobiografia speciale che mostra gli aspetti più inediti di un fuoriclasse dell’alpinismo

È stato il primo a scendere con gli sci dall’Everest e ha salito quasi tutti gli Ottomila. Hans Kammerlander ha raggiunto successi spettacolari sulle vette più alte della Terra, ma è anche sprofondato in abissi di dolore.

Insieme con i giornalisti Verena Duregger e Mario Vigl, Kammerlander ha deciso di raccontarsi nel libro “Alti e bassi della mia vita” (Corbaccio), e di parlare non solo dei suoi incredibili record come alpinista, ma anche del suo lato più privato: di onestà e di egoismo, di amicizia e di errori irrimediabili. E di come la nascita di sua figlia lo abbia profondamente cambiato e gli abbia regalato un nuovo orizzonte aperto al futuro.

“Se dovessi definire la mia vita in due parole, sceglierei ‘montagna’ e ‘valle’.”
Ultimo di sei figli, Hans Kammerlander è nato ad Acereto, in Alto Adige, e ha trascorso la sua infanzia nella fattoria di famiglia, senza minimamente sognare che un giorno avrebbe scalato le montagne più alte della Terra, che sarebbe sceso con gli sci dall’Everest e che avrebbe contribuito a scrivere la storia del Nanga Parbat. Né, tanto meno, immaginare che in un’esistenza al limite, fatta di record, competizioni e decisioni da prendere in situazioni estreme, avrebbe commesso l’errore peggiore della sua vita proprio nella sua valle. In questo libro, Hans Kammerlander rivela quella parte di se stesso che si cela dietro l’alpinista eccezionale, raccontando degli amici scomparsi in montagna e del pauroso incidente mortale di cui è stato responsabile. E riflette sulla differenza tra la felicità di raggiungere una cima e il successo per averla raggiunta, sulla disciplina e sul piacere. E sottolinea quanto sia importante, fra gli alti e i bassi della propria vita, portare a compimento la strada intrapresa.

L’uscita in libreria è prevista per il 18 aprile.

Presentazioni al Trento Film Festival 2019

Il libro “Alti e bassi della mia vita”, sarà presentato da Hans Kammerlander venerdì 3 maggio, alle ore 12.00, nell’ambito del Trento Film Festival, presso Cortile Palazzo Roccabruna e alle ore 16.30 in occasione della proiezione del film “Manaslu” a concorso.

Autore e Curatori

Hans Kammerlander, nato nel 1956 ad Acereto in Alto Adige, alpinista estremo, guida alpina e istruttore di sci, ha realizzato una cinquantina di prime e una sessantina di solitarie nelle Dolomiti e nelle Alpi, e ha salito dodici Ottomila.
Ha scritto numerosi libri fra cui Malato di montagna, Sopra e sotto, Appeso a un filo di seta e In lungo e in largo pubblicati con successo da Corbaccio (il primo anche in edizione TEA), e tiene conferenze nelle quali racconta le sue spedizioni.

Verena Duregger, nata nel 1980, giornalista e scrittrice è stata redattrice alla Münchner Abendzeitung. Autrice del volume Die Pusterer Buben, vive a Brunico.

Mario Vigl, nato nel 1969, dopo aver collaborato con testate come SZ-Magazin e Playboy, dal 2014 è responsabile della comunicazione di Allianz Deutschland e del suo celebre house organ 1890. Tra i riconoscimenti ricevuti, il premio Theodor Wolff per il giornalismo. Attualmente vive nei pressi di Monaco.


Alti e bassi della mia vita

Autore: Hans Kammerlander, Verena Duregger, Mario Vigl,

Editore: Corbaccio - Milano - 2019

Pagine: 223

Prezzo di copertina: € 20


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: