MENU

19 novembre 2015

Ambiente e Territorio · Cult · Cult · in evidenza · Mountain Tube · arte · Bressanone · Cult · experience · Il sogno di Soliman · Mercatino di Natale di Bressanone · Palazzo Vescovile di Bressanone · prima italiana · Spectaculaires – Allumeurs d’Images · spettacoli · trailer · Video · Ambiente e Territorio · Cultura

"SPECTACULAIERES". Prima italiana a Bressanone. Dal 26 novembre al 6 gennaio

GRANDE PRIMA ITALIANA DELLO SHOW MULTIMEDIALE DEI FAMOSI SPECTACULAIRES – ALLUMEURS D’IMAGES DURANTE IL MERCATINO DI NATALE DI BRESSANONE

Uno show da non perdere quello della compagnia francese Spectaculaires – Allumeurs d’Images, nota nel mondo per i suoi show alla cattedrale Notre Dame di Parigi, al Duomo di Chartres, nel Bundesplatz di Berna e in altri edifici storici d’Europa, che quest’anno arricchirà il famoso Mercatino di Natale di Bressanone, che festeggia i suoi 25 anni.

“Il Sogno di Soliman”, questo  il titolo dello show dal nome orientaleggiante,  dato al vero elefante che nel 1551 si fermò a Bressanone durante un avventuroso viaggio attraverso le Alpi, andrà in scena dal 26 novembre fino al 6 gennaio presso il Palazzo Vescovile / Hofburg, proprio accanto alla Piazza Duomo che ospita abitualmente il Mercatino di Natale, in esclusiva e per la prima volta in Italia (ogni giorno, tranne 24 e 25 dicembre, alle ore 17, 18 e 19).

Quella ideata dalla compagnia di artisti multimediali Spectaculaires, fondata dal ‘maestro della luce’ Benoît Quéro, è una performance esclusiva, di livello internazionale, basata sulle nuove tecniche di ‘mapping’: cioè video proiezioni animate, immagini in movimento, fasci di luce ed effetti luminosi in sincronia con la musica, per creare un’atmosfera particolarmente affascinante in un contesto storico architettonico importante come le facciate sulla corte interna del Palazzo Vescovile.

IL SOGNO DI SOLIMAN

Lo show  “Il sogno di Soliman”, prende il nome dell’elefante che passò per Bressanone nel 1552, durante il suo movimentato trasferimento da Lisbona, dove fu sbarcato dall’India, a Genova, e poi via terra a fino Vienna. L’animale era un dono di Giovanni III Re del Portogallo al nipote Arciduca Massimiliano d’Austria. Del viaggio esistono numerose testimonianze e vari piccoli monumenti e lapidi in tutto il Trentino Alto Adige e in Austria lungo la valle dell’Inn. Fu veramente un evento per le genti alpine. A ‘ospitare’ l’elefante a Bressanone fu la locanda che l’oste Andrèe Posch ribattezzò poi Am Hellephanten dopo la sosta dell’elefante, e che oggi corrisponde allo storico albergo Elephant a Bressanone.

 

Tags: , , , , , , , , , , ,