MENU

16 marzo 2018

Ski · Ski Touring e Ski Alp · Video Action · Europa

VIDEO. 7 atleti tentano la più grande traversata al mondo di scialpinismo. Tra loro, Tamara Lunger

Sette atleti partono domani per attraversare con gli sci  le vette più imponenti delle Alpi. Da Reichenau an der Rax – Knappenhof, in Austria, verso Nizza, in Francia,  in soli 40 giorni. Una traversata lunga 1.917 km, con oltre 85.000 metri di dislivello totali

Un team internazionale composto da 7 atleti,  Tamara Lunger (ITA), Bernhard Hug (SUI), Nuria Picas (ESP), Philipp Reiter (GER), Janelle Smiley (USA), Mark Smiley (USA), David Wallmann (AUT), partirà domani, 17 marzo 2018, da Reichenau an der Rax vicino a Vienna (in direzione Nizza), per compiere una delle imprese più dure nella storia dello sci.

Obiettivo: battere l’impresa di quarantasette anni fa, degli austriaci Robert Kittl, Klaus Hoi, Hansjoerg Farbmacher e Hans Mariacher. Loro furono i primi – e finora gli unici – a completare l’intera traversata delle Alpi, da est a ovest, con gli sci. Loro non scelsero il percorso più diretto ma il più impegnativo, su alcune delle montagne più alte delle Alpi, come il Großglockner (3.798 m), il Piz Palü (3.900 m), Dufourspitze (4.634 m) e il Monte Bianco (4.808 m).

La squadra 2018 seguirà le loro orme e affronterà le stesse vette della storica equipe.

Le vette, i passi e i villaggi più significativi del Red Bull Der Lange Weg

Fonte: Der Lange Weg 2018, youtube.com

La squadra della spedizione “Red Bull Der Lange Weg 2018” seguirà la via del 1971 nel modo più preciso possibile. Solo nei primi giorni potranno effettuare deviazioni dalla via del 1971. Il programma prevede di percorrere la via che voleva fare la squadra di Robert Kittl in origine ma che fu saltata per una via più meridionale a causa del maltempo. Questo itinerario, affronta le Totes Gebirge e il Dachstein. I pionieri del 1971 non hanno scelto la via più semplice o più breve. Volevano  visitare anche alcune delle vette più impegnative e più alte come il Grossglockner, il Dufourspitze o il Monte Bianco e alcune delle più famose località di sport invernali delle Alpi come Bad Gastein, Livigno, St Moritz, Courmayeur o Tignes.

Il team 2018

I sette eccezionali alpinisti che affronteranno l’impresa, provengono da tutto il mondo. Non si conoscevano prima e non hanno mai tentato una spedizione insieme, ma la cosa che li unisce è il loro amore per la montagna e la passione per le sfide particolari.

Il gruppo avrà successo  solo se quattro di loro raggiungeranno Nizza in meno di 41 giorni.

Ecco una loro breve presentazione.

Tamara Lunger (ITA), 31 anni, è una scialpinista italiana di successo che dal 2009 si dedica all’alpinismo. È stata campionessa italiana di sci alpinismo due volte e campionessa del mondo U23 nel 2008. I suoi progetti alpinistici comprendono K2, Manaslu e Lhotse. Dal 2013 partecipa anche a gare ultra-trail e nel 2014 ha vinto la Transalpine-Run con Annemarie Gross. Ha acquisito esperienza in lunghi tour di sci quando ha attraversato il Karakorum in Pakistan con gli sci da turismo nel 2013.

Bernhard Hug (SUI), ha iniziato la sua carriera come corridore di montagna e come membro del team della nazionale svizzera di triathlon. Il 44enne ha preso parte a 20 gare di Ironman. Più tardi, ha scoperto l’adventure racing. Ha partecipato a diversi campionati del mondo concludendo tra i primi dieci, con squadre diverse. Dal 2012 è responsabile degli atleti di scialpinismo agonisti dello Swiss Alpine Club.

Nuria Picas (ESP) è una delle ultra-trailer di maggior successo al mondo. La 41enne ha vinto quasi tutte le competizioni internazionali importanti, anche se i medici le hanno detto dopo un incidente di arrampicata 19 anni fa che non sarebbe mai stata in grado di camminare di nuovo. Ha dominato la categoria SkyUltra delle Skyrunner World Series nel 2012, così come l’Ultra-Trail World Tour nel 2014 e 2015. Nel 2017 ha vinto a Hong Kong 100, Ultra-Trail du Mont Blanc e Maratón Transgrancanaria.

Philipp Reiter (GER) è  trail runner e scialpinista. La storia di successo del ventiseienne è iniziata nel 2009 quando ha preso parte ai Campionati Mondiali di Mountain Running a Campodolcino (ITA). Nel 2017 ha conquistato il secondo posto alla Südtirol UltraSkyrace di Bolzano (ITA) e al campionato tedesco di scialpinismo Jennerstier, a Berchtesgaden (GER). Reiter è anche un fotografo esperto e cameraman.

Janelle Smiley (USA), è scialpinista e climber. Ha vinto i campionati nordamericani di sci alpinismo nel 2012 e 2014 ed è 3 volte campionessa statunitense in questa disciplina. La sua fame di avventura nella neve ha portato la 36enne a raggiungere vette remote in tutto il mondo. Gestisce Blue Square Productions insieme a suo marito Mark a Jackson, nel Wyoming. La compagnia offre guide di montagna, film e servizi fotografici.

Mark Smiley (USA) è un fotografo professionista, cineasta e guida alpina. Il 37enne adora discese spettacolari e ha sciato  il Mt St Elias, Canada (5.489 m), Huandoy East,  in Perù (6.000 m) e il Denali, in Alaska (6.190 m). Alcuni anni fa, ha iniziato a completare le “50 Classic Climbs of North America” ​​insieme a sua moglie Janelle. Smiley ha condotto sette spedizioni internazionali, cinque spedizioni in Alaska e innumerevoli viaggi  in tutti gli Stati Uniti.

David Wallmann (AUT). trail runner e scialpinista. Nello sci alpinismo ha vinto il trofeo Reither Kogl e Nesslangerlalm Aufstieg nel 2017, oltre a Schönleitentrophy e Gaissau Hintersee Trophy nel 2016. Come corridore, ha vinto il titolo allo Stubai Basic Trail e alla Zugspitz Trailrun Challenge Marathon 2017. David Wallmann è un insegnante a Bischofshofen, Salisburgo, Austria (lavoro diurno).

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: