MENU

15 aprile 2015

Cult · Senza categoria · Trento Film Festival 2015 - News · Adrea Bianchi · Andreina Maggiore · Antonio Bortoluzzi · Armando Aste · Arno Camenisch · Beppe Severgnini · Brando Quilici · cervino · Cesare Maestri · Cinema · cinema di montagna · Cult · Elio Orlandi · Enrico Brizzi · experience · Federico Rampini · Francesca Melandri · Franco Michieli · Giacomo Sartori · Giuseppe Cederna · Grande Guerra · Hervé Barmasse · India · La vetta interiore · Luana Bisesti · Mauro Corona · MontagnaLibri · Mountain Book · Nives Meroi · Paolo Paci · QuoCLIMBis? · rassegne cinematografiche · Reinhold Messner · Roberto De Martin · Sergio Fant · Sergio Scaccabarozzi · Simon Yates · Trento Film Festival · Cultura · Trento Film Festival 2015 · Festival ed Eventi Cinematografici

63° TRENTO FILM FESTIVAL. Presentata a Milano l'edizione 2015

Conferenza stampa di presentazione del 63° TFF Milano. Sede CAI, 14 maggio 2015

Conferenza stampa di presentazione del 63° TFF Milano. Sede CAI, 14 maggio 2015

63° TRENTO FILM FESTIVAL: LA MONTAGNA TRA PASSATO E PRESENTE, IL CERVINO, LA GRANDE GUERRA E L’INDIA, I FILI CONDUTTORI DELL’EDIZIONE 2015

E’ stata presentata ieri a Milano, presso la sede centrale del C.A.I., la 63^ edizione del Trento Film Festival, la prima e più antica rassegna cinematografica dedicata alla montagna, all’esplorazione e all’avventura che si svolgerà tra Trento e Bolzano dal 30 aprile al 10 maggio.

Quattro i filoni principali del 63° TFF : la montagna tra passato e presente; il Cervino, a 150 anni dalla prima salita; la Grande Guerra e la sezione speciale dedicata all’India.

E anche quest’anno, il quarto consecutivo, la direzione del Festival rinnova  la sua collaborazione con MountainBlog per dare voce ufficiale ai protagonisti dell’edizione 2015.

Force Majeure. Anteprima al 63° TFF

Force Majeure. Anteprima al 63° TFF

LE NOVITÀ DELLA 63^ EDIZIONE

Quella di quest’anno sarà un’edizione ricca di novità: per i numeri in crescita della manifestazione; per la dimensione sempre più internazionale della rassegna, con film provenienti da tutte le parti del mondo; per l’alta qualità cinematografica delle opere in programmazione, in particolare per i film d’alpinismo.

La conferenza stampa è stata introdotta dal direttore del CAI, Andreina Maggiore. A fare gli onori di casa il presidente Umberto Martini.
«Le numerose iniziative e la crescita significativa dei numeri del Trento Film Festival – ha detto Martini – rappresentano una conferma delle capacità innovative della rassegna che, con un occhio alla memoria, guarda al futuro, rappresentando un punto di riferimento per il territorio e anche per gli altri festival dedicati alla montagna.

Ad illustrare le novità della 63^ edizione, il Presidente del TFF Roberto De Martin, la direttrice Luana Bisesti e Sergio Fant, responsabile della programmazione della rassegna.

Double Happiness. Film in concorso al 63° TFF

Double Happiness. Film in concorso al 63° TFF

Quest’anno sono stati 451 i film registrati, il numero più alto nella sua storia, con opere provenienti da tutte le parti del mondo. La 63^ edizione ne presenterà 115, tra lunghi e corti, programmati e replicati durante 8 giorni, per un totale di oltre 110 proiezioni.
«La sezione competitiva del Trento Film Festival – ha spiegato Sergio Fant – è riservata ai documentari e cortometraggi, a concorrere all’assegnazione delle Genziane d’Oro e d’Argento 2015 saranno 14 film di durata superiore ai 50 minuti, 10 dei quali in anteprima italiana e 12 film brevi: uno in anteprima assoluta, tutti gli altri in anteprima italiana. Come abitudine il Concorso punta su opere appassionanti e originali che interpretano il tema montagna secondo le chiavi più disparate: dagli attesi migliori film di alpinismo dell’anno, al documentario creativo su temi sociali e ambientali, alle migliori opere d’autore in cui le vette e i più spettacolari paesaggi naturali del pianeta fanno da sfondo al racconto di storie e protagonisti straordinari».

Ricco il programma che, oltre alla programmazione cinematografica, come consuetudine proporrà incontri alpinistici, mostre, spettacoli, la rassegna “MontagnaLibri” e il “Parco dei mestieri” per le famiglie e i ragazzi.
Un calendario variegato di iniziative che avrà come filo conduttore  la montagna tra passato e presente,  iniziando dalla storia della conquista del Cervino, di cui ricorre quest’anno il 150° anniversario della prima scalata, e della Grande Guerra.
“Sono oltre 115  gli appuntamenti, escluse le proiezioni, e oltre 20 gli spazi della città che li accoglieranno – ha spiegato Luana Bisesti  – Tanti e tali contenuti da soddisfare i gusti e gli interessi di un pubblico sempre più vasto ed esigente.”

Cervino. Foto: Sven Scharr. Fonte: it.wikipedia.org

Cervino. Foto: Sven Scharr. Fonte: it.wikipedia.org

L’edizione 2015 porrà particolare attenzione anche ai grandi temi affrontati dall’Expo di Milano, al rapporto dell’uomo con la natura, della quale la montagna diventa sempre più spesso sfondo e specchio dei problemi che affliggono l’umanità, dagli sconvolgimenti climatici, alle guerre di trincea che si continuano a combattere in montagna in diverse parti del mondo, dalla condizione sociale delle donne, a quella dei migranti, dalla povertà di molte popolazioni delle terre alte, alla crisi economica che ha modificato gli stili di vita dei paesi più ricchi.
“Il festival è da sempre al centro delle tematiche sociali” – ha ribadito De Martin – non è un contenitore astratto ma si interroga costantemente sui temi attuali, non solo alpinistici”.
L’India, con le sue straordinarie bellezze e le incredibili contraddizioni, sarà il paese “ospite” della rassegna di quest’anno.

A raccontare questa 63^ edizione, contribuiranno i grandi protagonisti dell’alpinismo come Reinhold Messner, Hervé Barmasse, Armando Aste, Elio Orlandi, Simon Yates, Mauro Corona, Nives Meroi, Cesare Maestri, ma anche celebri scrittori, come l’esploratore e geografo Franco Michieli, il giornalista e viaggiatore Paolo Paci, Arno Camenisch, Francesca Melandri, Giacomo Sartori, Antonio Bortoluzzi, Brando Quilici, Enrico Brizzi, molti dei quali presenteranno in anteprima italiana le loro opere nell’ambito della rassegna MontagnaLibri.

A MontagnaLibri anche l’editore di Mountainblog, Andrea Bianchi, autore de “La vetta interiore”, che narra l’esperienza di vetta attraverso un audace accostamento con gli Yogasutra di Patanjali, il secolare testo base della letteratura yoga e che sarà seguito da un reading a cura di Sergio Scaccabarozzi.

Un festival che permetterà, anche di “viaggiare” in tutto il mondo, attraverso un itinerario che inizierà con la prima serata-evento che vedrà protagonista il giornalista e scrittore Beppe Severgnini e che continuerà fino all’India, nel racconto del giornalista e scrittore Federico Rampini e in quello dell’attore, scrittore e alpinista Giuseppe Cederna.

E domenica 10 maggio, al Messner Mountain Museum di Castel Firmian, a Bolzano, si terrà la quarta edizione del forum internazionale “QuoCLIMBis?”, dal titolo “The right to go. The duty to help-Il diritto di andare. Il dovere di aiutare”. Insieme a Reinhold Messner, grandi alpinisti di ieri e di oggi racconteranno le loro esperienze e le azioni in aiuto degli sherpa e delle loro valli.

Il programma completo sarà a breve disponibile sul sito del TFF.
Simonetta Quirtano

 

TFF 2015 -Film selezionati
TFF 2015 – Programma cinematografico
TFF 2015 – Protagonisti, serate alpinistiche del Festival
TFF 2015 – Destinazione…India
TFF 2015 – Rassegna MontagnaLibri
TFF 2015 – Il Parco dei mestieri
TFF 2015 – Le mostre del 63° Trento Film Festival
TFF 2015 – Il percorso della Grande Guerra

 

 

 

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,