MENU

8 luglio 2009

Convegni · in evidenza · Insight

FONDAZIONE DOLOMITI: Sede legale fissa, sede operativa a rotazione

le Tre Cime di Lavaredo dal Lago di Misurina. Fonte: Wikimedia CommonsA pochi giorni dalla proclamazione delle Dolomiti come Patrimonio dell’Umanità, è stato deciso che sarà Belluno, almeno per un anno, la sede provvisoria del coordinamento delle 5 province che costituiranno la Fondazione Unesco, mentre Bolzano farà da collante organizzativo. L’idea di base sulla quale si è discusso ieri a Trento è infatti quella secondo la quale la sede legale della fondazione sia fissa mentre quella operativa possa ruotare.

La prima riunione operativa si svolgerà il 28 luglio sul monte Rite, sede del museo delle Nuvole di Reinhold Messner che potrebbe essere presente, quasi a “benedire” e a dare l’imprimatur al percorso.

I rappresentanti politici delle Province interessate – Belluno, Trento, Bolzano, Udine e Pordenone – che si sono riuniti ieri a Trento hanno concordato decisioni politiche contribuendo, almeno per il momento, a smorzare le polemiche dei giorni scorsi sulla location della sede della futura fondazione.

Il summit è stato convocato da Michl Laimer, assessore all’ambiente della Provincia di Bolzano, facendo storcere il naso al presidente bellunese Bottacin che aveva parlato, ribadendolo, di «incontro improprio e anomalo». Ma tant’è, alla fine gli assessori Toscani, Gilmozzi, Laimer, Faleschini e Grizzo, le scelte le hanno prese, vagliando anche altre possibilità come l’idea che nella fondazione possano entrare pure le regioni di Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Per costituire la fondazione manca un anno e mezzo ma già oggi, mercoledì 8 luglio, a Roma le 5 Province incontrano il ministro Prestigiacomo per discutere dei primi contatti, delle scelte prese e andare avanti con il percorso che porterà alla costituzione dell’ente.