MENU

30 aprile 2015

Cult · Editori · in evidenza · Mountain Book · Saggistica · Trento Film Festival 2015 - News · Andrea Bianchi · Cult · experience · Fausta Slanzi · Gruppo Scrittori di Montagna · India · La vetta interiore · LuglioEditore · Mountain Book · presentazione libri · Quaderni di Etica dell'Alpinismo · religione · Trento Film Festival · yoga · Yogasutra di Patanjali · Cultura · Trento Film Festival 2015 · Luglio Editore · Saggistica · Festival ed Eventi Cinematografici

"LA VETTA INTERIORE". Al 63° TFF, il nuovo libro di Andrea Bianchi

600px-2-cover-Vetta-Interiore-di-AndreaBianchi-2015“LA VETTA INTERIORE”. UN’INTERPRETAZIONE ALPINA DEGLI YOGASUTRA DI PATANJALI

Presentazione al 63° Trento Film Festival, Sabato 2 maggio – ore 18
Trento. Palazzo Roccabruna, via Santa Trinità 24

Si apre oggi  il Trento Film Festival, Rassegna Internazionale del Cinema di Avventura, Esplorazione e Montagna, che quest’anno si veste dei colori e delle atmosfere dell’India, sfondo di tanti film di alpinismo himalayano e filo conduttore di questa 63^ edizione.

E parlando di India non ci si può esimere da qualche incursione nella cultura spirituale di questo grande paese, cosa che il Festival coglie, inserendo puntualmente nel programma 2015 alcune lezioni per conoscere l’importanza della pratica dello yoga nella cultura indiana, e la presentazione a Palazzo Roccabruna di un piccolo e poetico testo  “La Vetta Interiore” (LuglioEditore), ultimo libro di Andrea Bianchi, l’editore di MountainBlog.

“La Vetta Interiore”, è un’interpretazione alpina degli “Yogasutra” del filosofo e grammatico indiano Patanjali.

L’opera sarà presentata a Trento sabato 2 maggio, dalla giornalista Fausta Slanzi e dallo stesso Autore. Letture dal testo di Sergio Scaccabarozzi.

IL LIBRO

Nel libro, Bianchi esplora l’esperienza della salita in vetta e del suo raggiungimento attraverso un audace accostamento con gli “Yogasutra”, il secolare testo base della letteratura yoga.
La vetta diventa così al tempo stesso fisica ed immateriale, meta di un alpinismo interiore fatto di tecnica, di memoria e di volontà, di salite e discese.

“La Vetta Interiore” è un gioco di analogie tra la realtà fisica della montagna e la dimensione immateriale di una coscienza superiore e universale. Il testo evoca così un possibile stato d’essere: è “la salita possibile, per quanto non ordinaria, ad una vetta che è al tempo stesso fisica e immateriale, soggettiva eppure estremamente reale, distante nella sua elevazione eppure presente nel cuore di ogni uomo”.

Il libro è l’ottavo titolo della collana di Quaderni di Etica dell’Alpinismo del GISM – Gruppo Italiano Scrittori di Montagna.

Andrea Bianchi durante una ricognizione, in elicottero, del Trofeo Mezzalama. Fonte: Mountainblog

Andrea Bianchi durante una ricognizione, in elicottero, del Trofeo Mezzalama. Fonte: Mountainblog

ANDREA BIANCHI

Scrittore e accademico del GISM, editore, giornalista e ingegnere, nel 2006 ha pubblicato “L’ultimo dei romantici”, opera biografica su Spiro Dalla Porta Xydias. Vincitore nel 2011 nella sezione inediti della 9^ edizione del Concorso Letterario “Leggimontagna” con il racconto “Il punto di ascolto perfetto”.

Titolare dello studio di comunicazione creativa e d’impresa Etymo srl, è fondatore ed editore del magazine online MountainBlog, oggi uno dei più seguiti siti web di informazione sul mondo della montagna.

 

LA VETTA INTERIORE
Un’interpretazione alpina degli Yogasutra di Patanjali
Autore: Andrea Bianchi
Collana: Quaderni di Etica dell’alpinismo (VIII quaderno)
Editore: LuglioEditore, Trieste – 2015
Pagine: 30
Prezzo di copertina: 5.00 €
Per informazioni

 

Simonetta Quirtano

 

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,