MENU

11 aprile 2012

Agenda · Bike · bike agenda · action · Bike · Cervinia · competizioni · gare · Maxiavalanche Cervinia · Monte Cervino · Plateau Rosà · Altri · Bike

MAXIAVALANCHE CERVINIA Cervinia (AO), 7-8 luglio 2012

“Una gara che toglie il fiato”, la Maxiavalanche di Cervinia può’ essere considerata la competizione che ha cambiato radicalmente il panorama delle marathon dh italiane, per antonomasia rivolte ad atleti di buon livello e supportati da una elevata preparazione atletica .

Per la prima volta in Italia nel 2004, proprio a Cervinia, in Valle d’Aosta, la Maxiavalanche vede la sua consacrazione con 400 concorrenti allineati sullo start di partenza a 3500 metri del Plateau Rosa, nell’enorme domaine skiable del ghiacciaio Italo Svizzero.

In quella occasione, gli organizzatori locali, si trovano a dover affrontare un problema inaspettato sorto nella categoria amatori, dove alcuni concorrenti si presentarono con indosso il casco della vespa o con la bicicletta rigida da xc. Da allora, le cose sono cambiate, ma non la filosofia dei concorrenti, che ancora oggi, a distanza di alcuni anni, si presentano con il medesimo spirito goliardico di sfida, pronti ad affrontare una interminabile discesa che li lascerà senza fiato e consapevoli di aver compiuto una grande impresa personale.

A detta di molti, la Maxiavalanche non ha mai deluso, sia per le sue doti tecniche, sia per il paesaggio e i maestosi panorami che vanta di offrire. Con il suo Monte Cervino, che si staglia indomito dai suoi 4478 metri di altitudine su tutta la vallata della Valtournenche, il bike resort riesce ad offrire due tracciati di discesa unici nel suo genere.

Il primo, il trail 2, quello che da due anni è parte integrante del Bike Park, prende il via da Cime Bianche laghi, località a ridosso del ghiacciaio del Rollin, dove l’immenso deposito morenico ha permesso la costruzione di alcune linee davvero entusiasmanti, con drop naturali e compressioni create dai sedimenti glaciali millenari. Da qui la discesa offre alcuni rapidi passaggi in un terreno arido e compatto per poi gettarsi nelle praterie disseminate di saliscendi e rilanci senza tregua.

La parte finale, dopo aver superato alcune strutture aeree, si trasforma in un serpentone interminabile di sponde e tobogan per poi gettarsi a capofitto nel bosco e infine sul grande prato del traguardo.

La vera chicca resta comunque sempre il tracciato originale, quello che i concorrenti si trovano ad affrontare la domenica di gara; bianchissimo, freddo e mozzafiato, è il paesaggio che lascia tutti a bocca aperta quando lo si raggiunge in funivia, quest’ultima enorme e velocissima, capace di raggiungere i 3500 metri di quota in pochi minuti.

E’ il ghiacciaio del Plateau Rosa a rendere unica questa competizione, che anche se imitata sotto varie forme e stili, non conosce rivali in quanto contraddistinta dalla possibilità di sfidarsi su un tratto di ghiacciaio di oltre 2 km, prima di poter iniziare la discesa nell’interminabile percorso di oltre 10 km che conduce al centro dell’abitato di Cervinia.

Info e video su: www.facebook.com/pages/Maxiavalanche-cervinia

Per iscrizioni: www.maxiavalanche.com

Tags: , , , , , , ,