MENU

25 marzo 2019

Ski · Ski Touring e Ski Alp · Europa

Coppa del Mondo di Scialpinismo 2019. Rober Antonioli vince l’Individual Race a Disentis. Vertical a Marti Werner

arch. Coppa del Mondo di Scialpinismo 2019: Individual Race.

Sulle nevi svizzere di Disentis, Robert Antonioli e Axelle Gachet Mollaret vincono l’Individual Race

Solo sette giorni dopo le gare dei Campionati del Mondo di Villars-sur-Ollon, la Coppa del Mondo di sci alpinismo ha riportato di nuovo l’élite della disciplina sulle nevi svizzere,  comprensorio sciistico Grison di Disentis, teatro della penultima tappa del 2019.

Temperature primaverili e tanta neve hanno fatto da cornice ad una gara Individuale davvero tecnica e spettacolare. La prima parte della competizione, riservata ai Senior Men, è stata caratterizzata da un dislivello positivo di 1640 metri con 5 salite e due parti a piedi; altitudine massima raggiunta, oltre i 3000 metri di quota. Quattordici chilometri di vero sci alpinismo sono stati teatro di una super sfida Germania-Italia tra il leader della Coppa Anton Palzer (GER) e il campione del mondo di specialità Robert Antonioli (ITA).

L’italiano Michele Boscacci ha iniziato a guidare il gruppo con un ritmo frenetico. Nelle prime due salite gli inseguitori (il francese Xavier Gachet e gli italiani Robert Antonioli, Matteo Eydallin e Davide Magnini) hanno mantenuto il tiro su Boscacci, alternando le posizioni di rinforzo.

Nella terza salita, quella che comprendeva anche una parte ripida a piedi all’interno di un canale, Michele Boscacci ha mostrato i primi segni di stanchezza e, forse anche a causa del grande caldo, ha iniziato a soffrire di crampi. Il piccolo gruppo dietro di lui ha recuperato e, lungo l’ultima discesa, tutti erano fianco a fianco. Nell’ultima zona di transizione, l’arrivo era previsto con le pelli di foca e gli italiani Michele Boscacci e Robert Antonioli sono entrati quasi insieme, ma alla fine ha avuto la meglio Robert Antonioli che ha tagliato il traguardo  con il tempo di 1h26’34 ”. Michele Boscacci conferma la  seconda posizione con soli 6 ” di differenza, mentre Matteo Eydallin è terzo in classifica, a 12″ dal vincitore.

Tra le donne, c’è stato un altro assolo della nuova campionessa mondiale Axelle Gachet Mollaret (FRA) che, come previsto, ha dettato i tempi alle rispettive avversarie su tredici chilometri e 1520 metri di dislivello positivo. L’atleta ha vinto con un tempo di 1h37’04 ”; dietro di lei, la sua connazionale Lorna Bonnel (2 ° posto) e l’italiana Alba De Silvestro (3 ° posto).

Per quanto riguarda le categorie giovanili, Giovanni Rossi (ITA) ed Ekaterina Osichkina (RUS) sono saliti sul primo gradino del podio nella categoria Juniors mentre per gli Espoirs la gara è stata vinta dagli italiani Davide Magnini e Giulia Murada.

Nella gara Vertical di Disentis doppia vittoria per la Svizzera con Marti Werner e Victoria Kreuzer

La penultima tappa della Coppa del Mondo ISMF 2019 si è conclusa domenica mattina con la gara Vertical. I Senior Men hanno iniziato la competizione alle 10.10 su un dislivello positivo di 676 metri, mentre le categorie Senior Women e Youth hanno gareggiato prima.

Per quanto riguarda gli uomini, il campione del mondo svizzero Marti Werner ha preso il comando del gruppo sin dalle prime battute. Nella prima parte, l’atleta ha affermato le sue abilità di sciatore di fondo guadagnando un ampio vantaggio. Dietro di lui, gli italiani Michele Boscacci e Davide Magnini.

Nelle ultime parti impegnative del tracciato che ha portato all’arrivo vicino alla stazione a monte della funivia di Disentis, Marti Werner si è girato un paio di volte per controllare la distanza dai suoi inseguitori. Proprio quando il percorso è diventato più ripido, l’italiano Davide Magnini ha superato il suo compagno di squadra Michele Boscacci portandosi in seconda posizione. Alla fine lo svizzero Marti Werner ha tagliato il traguardo per primo con un tempo di 30’27 “, mentre Davide Magnini (ITA) è arrivato secondo con 1’10” di svantaggio, Il podio è stato completato dall’italiano Michele Boscacci (30 ’46’ ‘).

Sfida nella sfida per la classifica generale tra il tedesco Anton Palzer e l’italiano Robert Antonioli, giunti rispettivamente quarto e quinto. La gara femminile è stata quasi la fotocopia di quella maschile con la svizzera Victoria Kreuzer che ha preso il comando subito dopo la partenza, mantenendolo fino al traguardo.

L’atleta  di Zermatt ha chiuso con un tempo di 36’29 “, seguita dalla francese Axelle Gachet Mollaret (37’17”) e dalla svedese Johanna Astrom (38’00 “), rispettivamente seconda e terza. Alba De Silvestro (ITA) e Marianna Jagercikova (SVK) sono arrivate quarte e quinte. Nella gara giovanile Sebastien Guichardaz (ITA) ed Ekaterina Osichkina (RUS) hanno vinto tra i Juniors, mentre nella categoria Espoir prime posizioni per gli italiani Davide Magnini e Giulia Murada.

La Coppa del Mondo ISMF tornerà dal 3 al 6 aprile 2019 a Madonna di Campiglio (Italia) per le finali.